fbpx
Connect with us

Abruzzo

CONFRONTO DIRETTO D’ANNUNTIIS –FABIANO

Published

on

LA CAMPAGNA ELETTORALE A CORROPOLI E’ IN PIENO SVOLGIMENTO E I DUE CAPI LISTA SI CONFRONTANO SUL WEB. IL NOSTRO ARTICOLO SINTETIZZA I LORO INTERVENTI, RILEVANDONE I PASSAGGI PIU’ SALIENTI E PUNGENTI!

Quaranta minuti, sei domande per illustrare agli elettori del web il loro programma. Dopo una breve presentazione da parte della conduttrice, prende la parola D’Annuntiis che risponde alla prima domanda: “Il futuro per Corropoli”. L’attuale sindaco sottolinea subito che “l’amministrazione comunale deve procedere verso un percorso già avviato negli anni precedenti, rivolgendo l’attenzione soprattutto alle fasce più deboli come anziani, giovani e diversamente abili. Nonostante la forte crisi che ha coinvolto il nostro paese, l’amministrazione di Corropoli ha fatto molti passi in avanti, realizzando centri aggregativi per ragazzi, l’asilo nido, il centro per anziani.” Prende poi la parola la dott.ssa Fabiano che precisa “ il territorio di Corropoli deve essere riconsegnato ad una nuova generazione di politici, pronti ad apportare nuove idee. Nel nostro programma uno dei punti salienti è l’attenzione alle fasce deboli ma anche la valorizzazione delle attività artigianali e imprenditoriali. Corropoli, è un crocevia di fondamentale importanza per tutta la Val Vibrata, composto da 5002 abitanti che hanno bisogno di una nuova giuda.” Si passa rapidamente alla seconda domanda: “Il futuro della città-territorio e l’Unione dei comuni”, la dott.ssa Fabiano dimostra grande sicurezza confidando nei cittadini di Corropoli per la sua elezione a sindaco e precisa che “ad oggi non possiamo più limitarci parlando di Unione dei Comuni ma di unione delle Vallate, confrontando le competenze non più dei singoli comuni ma delle regioni a noi confinanti.” Il sindaco D’Annuntiis ribatte prontamente precisando che “ chi è molto sicuro di se stesso potrebbe avere delle sorprese…pertanto io confido, non sulla mia sicurezza ma nell’intelligenza degli elettori!”. Secondo D’Annuntiis la Fabiano non è ben informata sulle leggi nazionali, relative ai processi di aggregazione dei comuni… “l’Unione dei comuni della Val Vibrata sta lavorando bene soprattutto per quanto concerne la raccolta dei rifiuti e il sociale.” Terza domanda “Viabilità”. D’Annuntiis precisa che “la situazione delle strade comunali è buona, sono tutte depolverizzate mentre a dare problemi sono quelle provinciali lasciate a se stesse, delle quali l’amministrazione si sta occupando da tempo.” La Fabiano utilizza il tempo a sua disposizione rivolgendo una domanda al sindaco chiedendogli “perché non si è occupato della variante?” Non consideri i cittadini di Corropoli che si sono trasferiti come degli ospiti ma contribuenti a tutto tondo che partecipano attivamente alla vita del paese”. Quarta domanda “Commercio, ambiente, qualità della vita”, la Fabiano precisa che “i commercianti a Corropoli devono finalmente diventare protagonisti, deve essere data loro una opportunità, creare quindi un comitato che raggruppi i commercianti del centro storico e quelli del bivio, passando per un giusto e maturo incremento del turismo”. Microcredito e contributo comunale per i giovani che vogliono intraprendere una attività, è un punto fondamentale del mio programma. La politica deve fare da mediatrice è questa la sua principale funzione.” D’Annuntiis non fa attendere la sua risposta puntualizzando “che non ha mai considerato i cittadini di Corropoli ospiti in base alla loro provenienza ma se una famiglia sceglie il nostro comune come residenza, probabilmente è per come il paese è stato guidato ed è maturato nel corso degli anni. Il primo cittadino di un paese deve offrire concretezza, il centro per anziani, i 9 parchi realizzati, l’illuminazione, l’asilo nido, sono testimonianza che l’amministrazione deve concorrere al benessere con fatti concreti. Non si può parlare con leggerezza di microcredito, creando false illussioni, soprattutto in un momento così complesso”. Quinta domanda “Il Turismo”, per D’Annuntiis il turista non può godere solo della costa, “bisogna pertanto valorizzare tutto il territorio mettendo in rete mare, collina e montagna attraverso una mobilità sostenibile, con la realizzazione di una pista ciclabile che colleghi i centri balneari a Civitella del Tronto. Unire anche il turismo culturale con quello enogastronomico, rilancerà la nostra vallata.” Fabiano risponde al primo cittadino “che non vi è astrattezza nelle sue parole, ritiene l’asilo nido costruito nel centro storico “monco” perché privo di uno spazio verde. Per incentivare il turismo bisogna attivare la fibra ottica, migliorare la connessione ad internet al bivio e dare al turista chiare e dirette informazioni nel momento in cui arriva all’ingresso del nostro paese”. I due candidati chiudono il confronto con la sesta domanda rivolgendosi ai cittadini e illustrando quella che per loro sarà “l’opera che distinguerà il mandato e perché i cittadini devrebbero votare uno dei due”. D’Annuntiis si rivolge agli elettori ribadendo il suo impegno e la passione che lo hanno contraddistinto in questi anni. “I cittadini notano come una amministrazione risolve i problemi, per questo mi impegno a mantenere la stessa qualità della vita, portando il paese a crescere e continuando a vincere le battaglie più difficili a favore dei cittadini, come la non istallazione dell’antenna al bivio e dei pannelli solari sui terreni agricoli. Solo chi non si improvvisa ma conosce davvero il territorio e i suoi bisogni può dare fiducia e riceverne!”. La Fabiano conclude anch’essa ribadendo che “bisogna dare spazio ai giovani talentuosi, agli anziani e al patrimonio culturale attivando una biblioteca comunale nel centro storico. Importantissima per noi è anche l’assistenza domiciliare da dare al cittadino, non chiedo quindi un voto ma l’opportunità di essere scelta per rendere nuovamente i cittadini i veri protagonisti della vita di Corropoli”. Abbiamo cercato di sintetizzare al meglio i contenuti del confronto…spero che i due candidati mi perdonino se ho trascurato qualcosa ma la campagna elettorale può ancora riservare sorprese e noi del Martino la seguiremo con attenzione!!!

Abruzzo

Intervista a Daniele Tassoni, in arte Loonkito, rapper di Martinsicuro

Published

on

Daniele "Loonkito" Tassoni rapper di Martinsicuro

Classe 1996, Daniele Tassoni da Martinsicuro è una delle penne più interessanti della scena rap adriatica. Prima con il nome d’arte di Lewi, poi con quello di Loonkito (dal 2021) il giovane truentino ha al suo attivo un EP (“Lewis”), l’apertura di un concerto di Mahmood e un nuovo progetto di inediti in uscita a fine 2022.

MARTINSICURO – In occasione dell’uscita del suo nuovo singolo “Amigdala”, abbiamo intervistato Daniele Tassoni, altresì noto come Loonkito.

Ciao Daniele, la domanda potrebbe non apparire molto giovane, ma di chi si lu fije?

Ciao Gino, sono molto contento per questa intervista, ti ringrazio.
I miei genitori sono di Martinsicuro, entrambi grandi ascoltatori di musica.

Come e quando è nata la passione per la musica?

Penso che la passione sia nata anche da loro, soprattutto da mia madre (Maria Giovanna) che adora cantare (da piccolo mi calmava con la sua voce).
Mio padre (Mauro) è cresciuto a Martinsicuro e mi ha sempre aiutato nei piccoli lavori di costruzione dello studio, anche se abbiamo idee differenti.

Nel tuo singolo “Monster” c’è una frase che recita: “amo la musica ma non so cantare”. Che ne pensi dell’autotune?

Intanto mi fa molto piacere che tu abbia sentito MONSTER , pezzo in collaborazione con KURT INSANE (Amedeo Canala).
La musica per me non è saper cantare, scrivere o stare davanti ad un microfono, per me la musica è uno spazio, un posto sicuro dove posso esprimere quello che non riesco a dire normalmente. Per dar voce a quello che abbiamo dentro non bisogna saper cantare perché secondo me è importante seguire i proprio sogni senza farsi fermare da nessuna limitazione.
L’autotune è un mezzo molto attuale diventato parte integrante del sound del momento; io sono a favore e secondo me troppe paranoie in merito non servono: l’importante è che la canzone suoni bene , trasmetta qualcosa e ti faccia muovere la testa.

Vivere a Martinsicuro, perla baricentrica dell’Adriatico e città naturalmente e sordidamente hip hop, ti ha ispirato in modo particolare?

Sicuramente ha influito. Uno dei miei migliori amici e colleghi, YELLOWGOLD (Nuri Nabli) di Martinsicuro, mi ha iniziato a questo mondo.
Io e lui “seme cresciute ‘nzimbre” dalle elementari. Già delle medie ricordo che lui sentiva sempre rap: pensa che a quei tempi a me non piaceva più di tanto poi, piano piano, iniziò ad appassionare anche a me e cominciammo a scrivere i primi testi.
In seguito è diventata la mia più grande passione.
A Martinsicuro il posto che più ci ha ispirato è il molo dove ancora oggi andiamo spesso, ci fumiamo una sigaretta in macchina, mettiamo un beat e cominciamo a fare freestyle o a scrivere testi insieme: il molo di Martinsicuro è un po’ la mia musa.

Quando ti arriva un beat, che fai? Come ti poni a livello della scrittura del testo?

Di solito creo una linea melodica che mi piace, che suona bene e matcha (sic) col beat, poi aggiungo le parole; altre volte scrive direttamente il testo e il mio produttore Cappo (Lorenzo Cappelletti), che ormai mi sopporta da anni, crea un beat apposito.
I progetti che ci sono riusciti meglio li abbiamo creati all’unisono: ci siamo chiusi giornate intere nel mio studio e mentre io provavo le linee melodiche, lui faceva lo stesso con la strumentale. Lavorando insieme è più facili che arrivi l’idea giusta.

Il tuo ultimo singolo, “Amigdala”, tratta il tema degli attacchi di panico e dell’ansia. Puoi dirci qualcosa in più in merito?

Questo è un tasto delicato, grazie alla musica ho superato un periodo parecchio scuro.
Amigdala è nata da sola, Cappo mi aveva mandato questo beat molto triste e cupo con della pioggia in sottofondo: subito ho iniziato a descrivere quello che provavo quando avevo un attacco di panico.


L’attacco di panico è una lotta contro te stesso, una continua risalita per non annegare.
Nel video della canzone ho rappresentato questo: la mia fuga da me stesso.
Ho avuto periodi in cui non uscivo di casa, alcune volte ho dovuto lasciare il lavoro perché mi sentivo morire: i miei problemi erano solo nella mia testa. Ho cominciato a stare di più a casa, da solo; poi, con il passare del tempo, grazie allo studio, alla mia famiglia e agli amici, ma soprattutto grazie alla musica, sono riuscire a “calmare la mia vita”.
La mia è un’esperienza che molti vivono e può portare a problematiche serie, so cosa significa e voglio dire due cose: non sentitevi mai soli e fatevi sempre aiutare.
All’inizio anche io non davo peso a nulla e non volevo sentire i consigli, ma poi è arrivato il momento di chiedere aiuto.


Tornando a parlare di cose un po’ più belle, Amigdala è fuori dal 25 maggio su tutti i digital store e su Youtube… Spero possa piacervi!

Progetti per il futuro? Cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo progetti di inediti?

L’unica cosa che posso dirti sul futuro è che la musica sarà sempre al mio fianco. Non smettete mai di fare quello che vi fa stare bene.

Grazie.

Grazie a te e a tutta la redazione de “Il Martino”.

Continue Reading

Abruzzo

Santissima Annunziata di Chieti: aperto il nuovo blocco operatorio

Published

on

CHIETI – Nuova vita per il blocco operatorio del Policlinico Santissima Annunziata di Chieti. Un intervento di enorme valenza soprattutto se si considera che, dopo l’attivazione avvenuta nel 1996, non ci sono stati più aggiornamenti né manutenzione straordinaria.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta all’interno del policlinico teatino, ha avuto luogo la presentazione di quattro sale operatorie, nuove di zecca. Il blocco operatorio è stato realizzato con meno di 1 milione di euro, interamente finanziato dalla Regione: 600mila euro per i lavori necessari per l’adeguamento tecnologico e 350mila euro per l’installazione di apparecchiature elettromedicali.

Inoltre, sono previsti anche 12 milioni di euro per il noleggio quinquennale del sistema robotico da Vinci per chirurgia e ortopedia. In più, la pianificazione del rinnovo tecnologico del blocco operatorio di Chieti prevede interventi da finanziare per un totale di 2milioni 515mila euro.

Continue Reading

Abruzzo

Covid Abruzzo, dati aggiornati al 26 maggio: oggi 599 nuovi positivi e 1644 guariti

Published

on

PESCARA – Sono 599 (di età compresa tra 1 mese e 93 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti  a 403606. Dei positivi odierni, 447 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso (si tratta di un 92enne della provincia di Teramo) e sale a 3312

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 376111 dimessi/guariti (+1644 rispetto a ieri).  

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 24183 (-406 rispetto a ieri). Nel totale sono ricompresi anche 2653 casi riguardanti pazienti di cui non si hanno notizie e sui quali sono in corso verifiche.

236 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 7 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 23940 (-1051 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2117 tamponi molecolari (2321623 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 4422 test antigenici (3726491).  

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 9.16 per cento. 

Del totale dei casi positivi, 83839 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+113 rispetto a ieri), 114998 in provincia di Chieti (+184), 93466 in provincia di Pescara (+143), 99706 in provincia di Teramo (+138), 7897 fuori regione (+9) e 3700 (+9) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.