fbpx
Connect with us

Senza categoria

I cittadini di Martinsicuro devono conoscere la verità

Il Comitato Difesa Ambiente Martinsicuro ha ricostruito i fatti legati alla vicenda VECO

Pubblicato

il

Leggiamo sulla stampa locale parole di fuoco del Segretario del Partito Democratico, Mauro Paci, contro l’Ordinanza del Sindaco Camaioni nei confronti della VECO a tutela dell’Ambiente e dei Cittadini, ora annullata dal TAR.

Il Comitato Difesa Ambiente Martinsicuro ha voluto vederci un po’ più chiaro ed ha, attraverso l’accesso agli Atti, ricostruito la vicenda scoprendo che la illegittimità di quella parte del Piano di Classificazione Acustica, che ora è stata “disapplicata”  dal TAR,  prende origine dalla Mozione che l’allora Consigliere di Maggioranza, guarda caso, Mauro Paci, nel Consiglio Comunale del 27.1.2007, presentò per portare, senza alcun approfondimento e giustificazione “tecnica”, l’area VECO in Classe V, ove è consentita una soglia di rumorosità più elevata, rispetto a quella prevista dal Piano, redatto dal Prof. Arch. Gianfranco Cellai Dell’Università di Firenze che, a seguito di approfondite ed accurate indagini sul territorio, aveva previsto in Classe IV.

Come si evince nell’atto Deliberativo del Consiglio Comunale, i Consiglieri di Maggioranza guidati dall’allora Sindaco Leonilde Maloni, votarono naturalmente contro la mozione ma il Consigliere Paci trovò l’appoggio della minoranza per far approvare la sua proposta e così fu.

La illegittimità della mozione deriva dal fatto che, con la nuova classificazione, due aree a contatto sono venute ad assumere valori incompatibili tra loro (Classe V vicino a Classe III) e dunque l’adeguamento cartografico richiesto ai tecnici redattori del Piano non poté essere effettuato.

“Disapplicato” attualmente dal TAR il Piano di Classificazione Acustica per l’esiguo territorio VECO e aree confinanti, tornano in vigore i Parametri della Legge Nazionale che per l’attività della VECO pone gli identici parametri della Classificazione V.

Pertanto alla luce di queste considerazioni nulla cambia per la VECO che dovrà mantenere i propri livelli di attività rumorosa entro i limiti di Legge che, al contrario, risultano superati così come già a suo tempo accertato dagli strumenti degli Enti rilevatori.

Con maggiore attenzione, pertanto, andranno riproposte le misurazioni fonometriche alla luce dei limiti della Legge Nazionale vigente.

Al Segretario del Partito Democratico questo Comitato ricorda che la Salute e l’Ambiente sono tra i principi fondanti dello Statuto del suo Partito e che il Tribunale Amministrativo Regionale si è semplicemente occupato di verificare la correttezza di Atti Amministrativi.

Le responsabilità penali in capo a chi non rispetta la Legge saranno di competenza di altro Tribunale che esaminerà nello specifico le questioni.

In ogni caso il Comitato Difesa Ambiente Martinsicuro continuerà a vigilare sulla vicenda per garantire a tutta la cittadinanza e ai lavoratori a rischio il proprio interessamento affinché la Legge dello Stato venga rispettata.

Chi vuole, può aderire, scrivendo a difesaambientemartinsicuro@gmail.com

Abruzzo

Più di 1700 reperti storici recuperati dai Carabinieri nel 2023

Pubblicato

il

nucleo tutela patrimonio culturale l'aquila 2023 2

Il Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale dell’Aquila ha reso noto il bilancio delle attività investigative svolte nel 2023: 6 denunce per furto, 21 persone indagate a vario titolo, 75 beni antiquariali archivistici e librari e 1681 reperti archeologici e paleontologici recuperati.

L’AQUILA – Ha solo tre anni, ma è cresciuto abbastanza in fretta il Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale dell’Aquila, che ha competenza su Abruzzo e Molise e che oggi ha reso noto il bilancio dell’attività svolta nel corso del 2023 a contrasto e repressione di fenomeni criminali quali scavi clandestini, furti di beni culturali e contraffazione di opere d’arte.

Le attività del TPC hanno potuto contare sull’ausilio di altri reparti dell’Arma, come il 5° e il 16° Nucleo Elicotteri di Pescara e Rieti, il Nucleo Subacquei di Pescara e sul lavoro in sinergia con il personale delle Soprintendenze, degli Archivi e delle Diocesi. In questo modo sono state monitorate 99 aree aree archeologiche e zone tutelate da vincoli paesaggistici o monumentali, mentre i controlli in esercizi commerciali di settore come mercatini, esercizi antiquariali e fiere sono stati 54. 2 quelli museali.

Tra le attività più importanti del Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale di L’Aquila nel 2023, la restituzione di una campana in bronzo risalente al 1864 alla parrocchia di Santa Maria Assunta di Ripabottoni, rinvenuta da privati nell’abitazione di un congiunto defunto e restituita alla comunità, il sequestro del tomo del 1662 intitolato “Gesta Virtutes et miracula B. Ioannis a Capestrano”, sottratto in epoca imprecisata dalla Biblioteca del Convento Francescano di Artena, la restituzione del dipinto raffigurante l’immacolata concezione alla Parrocchia di San Paolo Apostolo di Fiamignano, risalente al XVIII secolo.

Nel corso di tre distinte perquisizioni sono stati recuperati un tabernacolo in pietra risalente al XVI-XVII sec., oggetto di furto all’interno del Monastero della Beata Antonia, sito a L’Aquila, 144 beni di natura archeologica, 12 documenti archivistici risalenti al 1600-1800 e 2 dipinti olio su tavola, risalenti al 1600 di provenienza delittuosa.

A Basciano, in collaborazione con alcuni residenti, sono state recuperate quattro iscrizioni su pietra risalenti all’età romana e provenienti originariamente dal locale sito archeologico Vicus di San Rustico. I reperti, grazie alla proficua sinergia fra le istituzioni, sono stati esposti da luglio a dicembre 2023 nel Palazzo Comunale di Basciano. Infine a Chieti, a seguito di un’attività di monitoraggio dei siti di e-commerce coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Chieti, sono state sequestrate varie monete di natura archeologica e nello specifico monete d’argento di epoca Repubblicana e di età imperiale, monete di epoca tardoantica e di esemplari medioevali delle zecche dell’Italia centrale orientale (zecche di Ancona, Guardiagrele e Chieti).

Continue Reading

Ascoli Piceno

Paura sull’Ascoli-Mare per un incendio: un camion ha preso fuoco

Pubblicato

il

vigili del fuoco aereo precipitato trecastelli

Il mezzo è stato improvvisamente avviluppato dalle fiamme all’altezza dello svincolo per l’autostrada, tra i territori di San Benedetto del Tronto e Monteprandone.

ASCOLI PICENO – Un camion stava procedendo l’Ascoli-Mare in direzione ovest quando, per cause ancora da accertare, a bordo si è generato un incendio ed il mezzo ha preso improvvisamente fuoco, sprigionando una densa colonna di fumo nero. L’episodio si è verificato nel primo pomeriggio di oggi, martedì 12 marzo, all’altezza dello svincolo autostradale.

L’autista fortunatamente è riuscito ad uscire in tempo dal mezzo, che è stato rapidamente avvolto dalle fiamme. Sembrerebbe che stesse trasportando bancali di legno. Il traffico è stato bloccato in direzione ovest, mentre procede a rilento nella direzione opposta, anche a causa delle scarse condizioni di visibilità generate dal fumo.

Sul posto sono rapidamente intervenuti i vigili del Fuoco, che si sono messi all’opera per spegnere l’incendio a bordo del camion andato a fuoco sull’Ascoli-Mare

Continue Reading

Senza categoria

Le Frecce Tricolori a Giulianova per tre giorni: il 17, 18 e 19 febbraio

Pubblicato

il

frecce tricolori giulianova

TERAMO – Non un’esibizione, bensì tre giorni di eventi ed iniziative a tema. Le Frecce Tricolori sono pronte a solcare i cieli sopra Giulianova e non si tratterà di un raid fulmineo. E’ stata presentata questa mattina, in conferenza stampa, l’esibizione che si terrà nelle giornate del 17, 18 e 19 maggio. La presenza delle Frecce, la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo, sarà accompagnata da una fitta serie di eventi collaterali.

Hanno preso parte all’incontro con i giornalisti il Sindaco Jwan Costantini, l’ Assessore Marco Di Carlo, il Presidente della sezione di Teramo-Giulianova dell’ Associazione Arma Aeronautica Gabriele Barcaroli, il Generale di brigata in pensione Odorico Sacchini.

La manifestazione avrà inizio nel pomeriggio di venerdì 17, quando la pattuglia effettuerà un primo volo di ricognizione; prevista per sabato, invece, un’esercitazione con il rilascio di fumi bianchi. Domenica 19, dal primo pomeriggio, è in programma l’esibizione ufficiale,  conclusiva, con l’ esecuzione di  acrobazie in modalità alta, bassa o piatta, a seconda delle condizioni meteorologiche e alle caratteristiche dell’area interessata.

La manifestazione è organizzata dall’ Aeroclub Picenum con il Patrocinio del Comune di Giulianova e si avvale della collaborazione dell’ Associazione Arma Aeronautica di Teramo-Giulianova. « Per tre giorni – ha precisato l’assessore Di Carlo – Giulianova si tingerà di bianco, rosso e verde. Nei ristoranti, sulle vetrine dei negozi, negli addobbi, la fine del mese di maggio andrà vissuto sotto il segno della bandiera italiana. Avremo tanti eventi a tema, oltre ad esibizioni aeree, civili e militari. Una festa lunga 72 ore, la cui eco si farà sentire anche nei giorni successivi. Il grande evento delle Frecce Tricolori, è evidente, obbedisce ad un più ampio progetto di destagionalizzazione, centrale nel piano di marketing turistico di cui il nostro Comune si è dotato».

Di destagionalizzazione e di grande opportunità per il tessuto socio-economico cittadino ha parlato anche il Sindaco Costantini. «Inseguiamo l’ obiettivo delle Frecce Tricolori a Giulianova dal 2019 – ha detto- . Il sogno, fermato dalla pandemia, si realizza adesso, e ne siamo orgogliosi. Si tratta solo di uno, degli eventi indimenticabili che l’ Assessore Di Carlo e la Giunta hanno saputo tradurre in realtà». Ha espresso il plauso dell’Arma Aeronautica il Presidente Gabriele Barcaroli, che ha rinnovato la disponibilità a mettere in campo tutte le conoscenze e le competenze dell’ Associazione.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.