La falsa gravidanza

La falsa gravidanza viene definita come un evento ciclico nel quale la femmina non gravida manifesta comportamenti materni e segni clinici di gravidanza alla fine del diestro (fase luteinica).

Che vuol dire?

Vuol dire che nella specie canina è un evento normale che può ripetersi dopo ogni calore fertile (cioè con avvenuta ovulazione) a distanza di circa 1 mese, 1 mese e mezzo, dalla fine del ciclo estrale. La falsa gravidanza è causata dal particolare assetto ormonale del ciclo della cagna e, contrariamente a quanto raccontano molte leggende antiche, non è minimamente legata alla reale voglia di diventare mamma.

Infatti, può verificarsi già dopo il primo calore ed anche in cagne che abbiano già partorito.

Cosa avviene in realtà?

In realtà avviene che per un periodo di circa 45 giorni dalla fine del calore (il diestro) nel sangue permangono valori molto alti di progesterone (il cosiddetto ormone della gravidanza) indipendentemente dal fatto che ci siano stati o meno l’accoppiamento ed il concepimento dei cuccioli. Poi, alla fine di questo periodo, il progesterone crolla e si ha invece un picco di PROLATTINA, che è il vero ormone responsabile dell’immaginaria cucciolata di cui vorrebbe prendersi cura la nostra cagnolina (o cagnolona).

Come si manifesta?

Si manifesta principalmente con comportamenti materni (preparare una cuccia per la prole, adottare oggetti inanimati o altri animali) e con lo sviluppo delle ghiandole mammarie e della cosiddetta “galattorrea” (produzione di latte non associata a gravidanza e parto).

Spesso, si osservano anche altre manifestazioni, più preoccupanti per il proprietario: irritabilità, irrequietezza, gonfiore addominale, anoressia (rifiuto del cibo) e vomito.

Cosa fare?

Essendo non una vera e propria patologia, la falsa gravidanza nelle forme più lievi si risolve spontaneamente nell’arco di un paio di settimane.

Altrimenti, nelle forme più gravi e per evitare che il ristagno del latte nella mammella possa provocare mastite, si possono utilizzare farmaci che agiscono bloccando la produzione di Prolattina (sono sostanzialmente agonisti della dopamina oppure antagonisti della serotonina).

Per risolvere definitivamente il problema, è fortemente consigliata l’ovarioisterectomia (sterilizzazione chirurgica) nel periodo di anestro (cioè dopo il diestro, tra la fine di un calore e l’inizio del successivo).

La nostra cagnolina (o cagnolona) ringrazierà.