fbpx
Connect with us

L'Aquila

Fermato a Roseto un 70enne che guidava un autobus senza patente.

L’uomo non aveva la patente necessaria e non aveva inserito la carta del conducente.

Pubblicato

il

Roseto- La Polizia stradale ha fermato, e in seguito denunciato, un uomo di 70 anni che si trovava alla guida di un autobus di una ditta di Giulianova senza la patente necessaria e senza aver inserito la carta del conducente. L’uomo possedeva infatti solamente la patente B, mentre per guidare un autobus è necessaria la patente D-E. Il controllo è avvenuto a Roseto, al casello della A14. La multa prevista è di 841 euro, più sospensione della patente e dieci punti di decurtazione. Gli è inoltre stata fatta una multa per sosta sullo svincolo autostradale.

Abruzzo

Sociale: Regione Abruzzo, nuove risorse per le Asp regionali

Pubblicato

il

regione-abruzzo-giunta

PESCARA – Tutte le problematiche legate alla gestione e all’equilibrio economico delle Aziende regionali servizi alla persona (Asp), sono state al centro dell’incontro che l’assessore alle Politiche sociali, Pietro Quaresimale, e l’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, hanno avuto con i responsabili degli enti che gestiscono i servizi alla persona. “Sono molte le questioni aperte – hanno detto i due assessori al termine dell’incontro – per questo abbiamo annunciato ai responsabili delle Asp che la Regione Abruzzo è pronta a mettere a disposizione delle aziende risorse per 7 milioni di euro già dal prossimo autunno. Il nostro obiettivo – hanno aggiunto Verì e Quaresimale – è porci al fianco di queste aziende, che sono speciali per il territorio, che si trovano a gestire un momento difficile a causa della crisi provocata dall’emergenza sanitaria”.

Il nodo delle Asp regionali è stato già affrontato dall’assessore Quaresimale già all’indomani del suo insediamento; su questo fronte tutti i soggetti in campo sono a conoscenza che su queste aziende si sono accumulati problemi di carattere finanziario e di tenuta economica dei conti. “Il problema è gestire i debiti e rendere operativi e credibili i piani di rientro – ha chiarito Quaresimale – anche perché questo stato di cose rappresenta una palla al piede allo sviluppo dei servizi delle aziende stesse. Nel periodo del Covid alle Asp sono state garantite risorse per 3 milioni di euro, soprattutto per far fronte alle maggiori spese legate all’acquisto di materiale di protezione e prevenzione del virus. Ma sappiamo benissimo che la soluzione del problema richiede interventi ben più profondi in grado di incidere in maniera decisa sulla gestione delle Asp”. Dal conto loro i responsabili delle Asp hanno chiesto che la Regione aggiorni le tariffe “ferme al 2012”.

Continua a leggere

Abruzzo

Record di soccorsi in montagna in Abruzzo nel weekend

Pubblicato

il

TERAMO – Sono in tutto sei gli interventi effettuati nel weekend in tutto l’Abruzzo dalle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico.

Venerdì sera è stato soccorso un ragazzo che si trovava in alta quota in zona della Madonnina del Gran Sasso (Te). Il giovane è stato colto da una improvvisa tachicardia e ha allertato il 118 ed è stato recuperato dal Soccorso Alpino e Speleologico.

Sabato invece a Fara San Martino (Ch) è stata soccorsa una donna che era con alcuni amici. La signora durante un’escursione è scivolata, si è distorta una caviglia ed è stata soccorsa anche con l’ausilio dell’elisoccorso decollato dall’aeroporto di Pescara.

Oggi in tutto sono stati quattro gli interventi effettuati alle gole di Fara San Martino (Ch) per recuperare un’escursionista olandese, che è scivolata e ha riportato la frattura del ginocchio. 

Poi ad Avezzano sono stati recuperati due ragazzini minorenni che si erano persi durante un’escursione in montagna. I due sono stati localizzati e recuperati dal Soccorso Alpino e Speleologico, che li ha trovati in buone condizioni, ma un po’ spaventati.

Nel pomeriggio è stato effettuato un quinto intervento a Caramanico (Pe), nei pressi della Valle dell’Orfento, dove un’escursionista è scivolata e ha riportato una ferita alla testa. Sono intervenute le squadre di terra e un’ambulanza del 118.

Ultimo intervento ancora in corso in aiuto al 118, alla Croce Rossa e alla Protezione Civile, per un incendio divampato a Farindola (Pe), che ha costretto anche ad evacuare alcuni residenti.

Continua a leggere

Abruzzo

Cure odontoiatriche su soggetti fragili: convenzione tra Regione e Università dell’Aquila

Pubblicato

il

L’AQUILA – Con la convenzione sottoscritta tra Regione Abruzzo e Università dell’Aquila è stato avviato il progetto di prevenzione dello stato di salute orale e screening su persone socialmente fragili con difficoltà di accesso alle cure, da attuare sui soggetti socialmente vulnerabili afferenti a percorsi di inclusione sociale. L’iniziativa è stata illustrata questa mattina all’Aquila, dall’assessore Piero Quaresimale, il quale ha spiegato che per la realizzazione del progetto verrà utilizzata una parte del Fondo Sociale regionale 2021 destinata agli interventi per “Innovazione e programmi speciali regionali”.

“L’obiettivo del progetto” ha spiegato Quaresimale, “è quello di effettuare uno screening della salute orale di popolazioni vulnerabili sociali mediante visita odontoiatrica e di generare di un database di incidenza delle patologie orali di interesse; la vulnerabilità sociale delle classi meno abbienti nel nostro paese costituisce un aggravio dello stato della salute orale della popolazione, che si traduce in un necessario maggiore impegno dell’intervento della sanità pubblica per la risoluzione della problematica”.

Il progetto presentato rappresenta un percorso di orientamento, formazione e istruzione finalizzati all’inclusione sociale e al superamento di situazioni di svantaggio che condizionano l’autonomia sociale del soggetto, con particolare riferimento all’acquisizione o al mantenimento e comunque alla valorizzazione di procedure domiciliari di cura dell’apparato stomatognatico. 

La salute orale secondo Quaresimale “riveste una natura multidimensionale che include il benessere fisico, psicologico, emotivo e la totalità del benessere sociale e in questa ottica si inserisce anche una ulteriore importante considerazione riguardo la possibilità di essere testimoni diretti di abusi su pazienti fragili sociali come donne e bambini: infatti il viso è tipicamente l’area dove più si notano le conseguenze di una presunta violenza e dunque anche gli odontoiatri, in grado di individuare piccole lesioni traumatiche al volto o ai denti, possono dare un contributo importante nella lotta contro la violenza”.

Il fenomeno della violenza maschile contro le donne ha una matrice di carattere sociale e culturale che richiede una posizione chiara di condanna e un’assunzione di responsabilità da parte del mondo istituzionale, oltre che di quello della società civile.

I destinatari del Progetto sono le persone afferenti ai centri antiviolenza, prese in carico dal Servizio Sociale Professionale o dai Servizi Sanitari competenti, secondo le proprie norme, regole, procedure, che fanno riferimento a percorsi e progetti di inclusione sociale poste in essere sul territorio regionale. Quindi tale approccio permetterà di capire anche il rapporto intrinseco tra qualità della vita e salute orale.

“Violenza e discriminazione potranno essere sconfitte soltanto quando uomini e donne avranno gli stessi diritti, doveri e opportunità” ha concluso Quaresimale.

E in quest’ottica, anche l’odontoiatra sarà in condizione di “intercettare” nelle pazienti, o nei pazienti più giovani e indifesi, segnali di violenza e di svolgere un ruolo decisivo, sempre nel rispetto dei vincoli posti dall’etica professionale.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy