fbpx
Connect with us

L'Aquila

Dagli USA il Dott Robert Sallis, di Exercise Is Medicine, in visita alla Medical Sport

roveniente direttamente dagli USA, il Dott Robert Sallis, già presidente dell’ “American College of Sport Medicine” e attuale presidente di “Exercise Is Medicine”, ha visitato oggi la palestra Medical Sport di Tortoreto e preso parte alla lezione di SlowFIT Medical Fitness.

Avatar

Published

il

Proveniente direttamente dagli USA, il Dott Robert Sallis, già presidente dell’ “American College of Sport Medicine” e attuale presidente di “Exercise Is Medicine”, ha visitato oggi la palestra Medical Sport di Tortoreto e preso parte alla lezione di SlowFIT Medical Fitness.
Il dott. Sallis è un ricercatore che ha dimostrato come che l’Esercizio Fisico sia una portentosa medicina.
Allenarsi regolarmente è come prendere una pillola magica con effetti curativi e preventivi su svariate malattie: diabete, ipertensione, osteoporosi, obesità, ecc.
Il dott. Sallis è venuto a Tortoreto per provare direttamente lo SlowFIT, il metodo di allenamento ideato da Fausto Di Giulio che, più che una disciplina, è una vera e propria filosofia di vita che s’ispira allo Slowfood e che promuove un mix di fitness, gastronomia e cultura per la promozione di un turismo salutare e consapevole.

Proprio per questo il Dott. Sallis è stato accompagnato da un imprenditore californiano, Mike Alpert, che è già proprietario di uno dei più grandi fitness clubs americani: il Claremont Fitness. Il Fitness Club, oltre ad esser all’avanguardia nello sviluppo di nuove discipline del fitness, è un  centro di ricerca internazionale per la riabilitazione al cammino di pazienti con lesioni spinali e SLA.
Mike Alpert e Robert Sallis, insieme a Fausto Di Giulio, prima di recarsi a Tortoreto, hanno soggiornato presso l’affascinante borgo di Santo Stefano di Sessano (AQ) per toccare con mano come, persone dotate di passione e visione, possono realmente migliorare il mondo in cui viviamo, a beneficio di tutti. Lo scopo è stato quello di valutare la fattibilità di un progetto innovativo volto a portare sulle montagne e coste Abruzzesi i turisti americani amanti di un modo diverso di fare vacanza: buon cibo, natura, cultura e fitness. Ciò non solo in vista del prossimo appuntamento EXPO, ma per sempre.

Mike Alpert, infatti, è membro di una prestigiosa organizzazione americana, REX Roundtables, che riunisce le maggiori catene americane di fitness dove ogni settimana vanno ad allenarsi diversi milioni di utenti appassionati di fitness e Wellness. Dato che la Medical Sport è una delle poche palestre in Europa membra di questa importante organizzazione internazionale, s’intravede una grande opportunità per lo sviluppo di un nuovo e diverso modo di fare turismo: di qualità e destagionalizzato. Un’importante opportunità per valorizzare il territorio e creare nuovi posti di lavoro.
Il progetto consiste nel promuovere l’Abruzzo come una Wellness Region, una regione dove venire per riscoprire e vivere i valori fondanti dell’essere umano: salute, amicizia, famiglia, natura, cultura, divertimento.

Subito dopo Tortoreto il Dott Robert Sallis e Mike Alpert si recheranno in visita all’innovativo stabilimento Technogym, dove il fondatore Nerio Alessandri illustrerà come ha fatto a creare in Romagna la prima Wellness Valley al mondo.
Il Dott. Robert Sallis e Mike Alpert, insieme con Fausto Di Giulio, saranno impegnati anche per una serie di congressi medico scientifici a Roma, presso la catena Hard Candy della cantante Madonna, e subito dopo a Lucca e Bologna. Un modo nuovo per unire l’Abruzzo a tre importanti poli di attrazione turistica internazionale: Roma, Toscana, Emilia Romagna.

“Grazie al REX abbiamo appena avuto l’opportunità di visitare a Dubai la catena di fitness clubs di proprietà della società Jumeirah,  dello sceicco di Dubai. A Dubai ho avuto modo di toccare con mano come sono stati bravi nel creare, dal niente del deserto, un’idea turistica capace di attirare milioni di visitatori.
Noi, in Italia, abbiamo così tanto che basterebbe solo proteggere, valorizzare e promuovere quello che già abbiamo per rilanciare una nuova era del turismo italiano, con grandi benefici occupazionali ed economici . Anche perché tutti nel mondo apprezzano con visibile entusiasmo l’Italian Lifestyle. Con l’EXPO, Technogym ed il REX è arrivato il momento giusto”
ha affermato Fausto Di Giulio della Medical Sport di Tortoreto

Abruzzo

Regione Abruzzo: vaccini 0ver 80 e disabili, piattaforma sospesa (per poco)

Il Comunicato ufficiale dopo i problemi per l’accesso

Avatar

Published

il

Regione Abruzzo: vaccini 0ver 80 e disabili, piattaforma sospesa (per poco). Questo è il comunicato della Regione Abruzzo.

In meno di 7 ore dall’avvio del servizio sono state già registrate centinaia di manifestazioni di interesse sulla piattaforma messa a disposizione dalla regione per gli ultraottaantenni e le categorie fragili e con disabilità. Per questo motivo si sta registrando un accesso importante sulla piattaforma causando il rallentamento delle funzionalità. Ricordiamo che l’ordine di iscrizione alla manifestazione di interesse alla vaccinazione non ha alcuna relazione con l’ordine di somministrazione dei vaccini. Ricordiamo inoltre che la piattaforma rimarrà attiva fino al 31 gennaio,salvo proroga, 24 ore al giorno tempo stimato per raccogliere tranquillamente tutte le adesioni per gli ultraottantenni e categorie fragili e con disabilità. Nel frattempo, per diminuire comunque  il rallentamento del servizio, la Regione sta predisponendo ulteriori risorse tecnologiche per una maggiore recettivitá contemporanea delle manifestazioni di interesse. Quindi preghiamo gli utilizzatori, nel caso di difficoltà nell’accesso, di riprovare tranquillamente ad iscriversi durante la giornata e nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Abruzzo

Alto Sangro, Impianti Sci: con la chiusura, a rischio 1500 addetti

Avatar

Published

il

Consorzio, minacciato il comprensorio più grande del centro-sud

“Non riusciamo a capire su quali dati scientifici si continuano a tenere fermi i comprensori sciistici, visto che dall’8 marzo dello scorso anno sono chiusi.

Non siamo noi la bomba dell’epidemia”.

Così il presidente del Consorzio Ski Pass Alto Sangro, Bonaventura Margadonna, sulla decisione del Governo di tenere chiusi, fino al 15 febbraio, gli impianti di risalita che avrebbero dovuto riaprire lunedì 18 gennaio.

E’ il più grande dell’Italia centro-meridionale il comprensorio di Roccaraso e Rivisondoli (L’Aquila), a 1250 metri sugli Altopiani Maggiori d’Abruzzo, tra il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco nazionale della Majella, un bacino sciistico (Aremogna-Pizzalto-Monte Pratello) con 28 impianti di vario tipo, due cabinovie per circa 100 chilometri di piste.

“In questo modo si sta decretando la morte dell’Abruzzo interno e dell’intero sistema economico che vive con l’economia della neve – prosegue Margadonna – I dati parlano chiaro: su una popolazione di 15 mila residenti nel centro Abruzzo sono 1500 le persone che lavorano grazie alle attività del comprensorio sciistico Roccaraso-Rivisondoli. Siamo a un passo dal tracollo e se non ci lasceranno riaprire al più presto per le popolazioni della montagna sarà la fine.

Se non si permetterà a tutti di tornare a sciare, questa zona diventerà rossa, non per la pandemia, ma per il disastro economico provocato dalle aziende costrette a chiudere”.

Il comprensorio di Roccaraso, con la Sifatt che gestisce gli impianti di risalita dell’Aremogna, è comunque uno dei pochi in Italia che tiene aperti buona parte degli impianti per consentire agli atleti di allenarsi. “Un ulteriore sforzo economico che sta facendo la Sifatt per garantire un servizio essenziale per far crescere il movimento sciistico agonistico abruzzese e italiano” conclude Margadonna.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

L'Aquila

Ispezioni nel Traforo del Gran Sasso: rimarrà chiuso fino al 15 gennaio

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

L’AQUILA – Da ieri, martedì 11, fino a venerdì 15 gennaio, il tratto autostradale tra i caselli di Assergi e San Gabriele/Colledara del Traforo del Gran Sasso resteranno chiusi al traffico, fino alle ore 6.00 del giorno seguente in direzione Teramo. A fronte di ciò, da questa notte e fino a venerdì, i veicoli provenienti da Roma o dall’Aquila e diretti a Teramo dovranno necessariamente uscire ad Assergi. Inoltre, il tratto Assergi-SanGabriele/Colledara rimarrà chiuso anche il 16 gennaio, dalle 21 alle 6, ma in direzione L’Aquila/Roma, sempre causa lavori all’interno del traforo del Gran Sasso. Da quanto si apprende dalla concessionaria Strada dei Parchi (Gruppo Toto), il tratto rimarrà chiuso per effettuare delle ispezioni all’interno delle gallerie del Traforo del Gran Sasso.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy