fbpx
Connect with us

4zampe

Facciamo luce sulla Toxoplasmosi

Una malattia vecchia quanto il mondo ma di cui non si conosce ancora abbastanza: la vera prevenzione tra falsi miti e rischi reali

Avatar

Published

il

Quando si parla di Toxoplasmosi nell’immaginario collettivo la si associa alle donne in gravidanza. Puntualmente, in ambulatorio, si presentano future mamme o aspiranti tali che, fomentate anche dai familiari e, ahimè mi duole dirlo, da una folta schiera di medici di famiglia e ginecologi sono combattute tra l’amore per il bimbo che verrà e l’affetto per il loro gatto che d’improvviso si trasforma da un soffice e tenero amico nell’origine di ogni male. Sì, proprio così, perché la prima cosa che viene consigliata all’inizio della gravidanza è di allontanare il gatto; in molti casi, per sicurezza (ma di chi?), viene consigliato di allontanare anche il cane.

Andiamo con ordine e cerchiamo di capire perché il gatto non è nemico né delle mamme né dei bambini.

La toxoplasmosi è causata dal protozoo Toxoplasma gondii, parassita intracellulare obbligato diffuso tra i mammiferi e gli uccelli.

Il Toxoplasma gondii vive e si riproduce nel tratto intestinale del gatto, mentre in tutte le altre specie, compreso l’ Uomo, l’ infezione è autolimitante oppure esita nella formazione di cisti nel tessuto muscolare o in altre sedi, tra cui la più frequente è il Sistema Nervoso Centrale.

Molto più a rischio di contrarre l’infezione sono i gatti che sono liberi di girovagare e hanno abitudini predatorie che li spingono a cibarsi di roditori o altre piccole prede. Per cui un gatto che vive in casa e si nutre di crocchette o di cibo cotto è già, solo per questo motivo, a rischio quasi nullo di contrarre e diffondere la malattia.

In seguito all’ infezione, il gatto elimina con le feci le oocisti solo per un periodo di 2-3 settimane ed inoltre queste impiegano un periodo di 1-5 giorni per sporulare e divenire infettanti, per cui una pulizia giornaliera della cassettina delle deiezioni è una precauzione necessaria e sufficiente per evitare il contagio tramite il nostro micio.

Fare le analisi del sangue al gatto per ricercare gli anticorpi contro la malattia non ha alcun valore epidemiologico in quanto la sieropositività non ci fornisce alcun dato sullo stato di portatore o di eliminatore delle oocisti fecali.

Ma, quindi, come si contrae la toxoplasmosi?

Le persone sono a rischio di contrarre la malattia mangiando carni di animali crude o poco cotte (un classico esempio sono gli insaccati di suino) che possono contenere le cisti di Toxoplasma nel tessuto  muscolare. Potenzialmente a rischio sono latte e latticini crudi o non adeguatamente pastorizzati, in quanto le oocisti si possono ritrovare anche nelle secrezioni mammarie, in tutti i mammiferi. Infine, occorre porre molta attenzione ai terreni ed alle verdure fresche, che possono contenere numerosissime cisti sporulate, perciò bisogna lavarsi accuratamente le mani se si maneggia terra o vegetali crudi e bisogna sciacquare abbondantemente gli ortaggi oppure consumarli cotti.

Cosa si rischia a contrarre la Toxoplasmosi al di fuori della gravidanza?

Nulla. Un soggetto sano e con difese immunitarie competenti, che sia uomo o donna, non rischia nulla. Molte persone che si trovano ad effettuare un toxotest e risultano positive non sanno neanche dire quando e come possono aver contratto la malattia. Nella maggior parte dei casi, infatti, la Toxoplasmosi è completamente asintomatica oppure può dare sintomi più lievi di quelli di un’ influenza stagionale, con qualche decimo di febbre, un po’ di vago malessere e a volte un piccolo aumento di volume dei linfonodi più superficiali. Nei soggetti HIV-positivi, invece, le cisti del sistema nervoso centrale si possono attivare e dare meningo-encefalite.

Cosa si rischia a contrarre la Toxoplasmosi nei primi 3 mesi di gravidanza?

I rischi ci sono e comprendono aborto, mortinatalità e  malformazioni fetali soprattutto a livello neurologico e oculare. Per questo è importante sottoporre le donne ad inizio gravidanza allo screening per le principali malattie che, se contratte per la prima volta durante la gestazione, possono causare seri problemi (Toxoplasmosi, Rosolia, Citomegalovirus ed Herpes Simplex). Se si risulta già positive con un titolo di IgG per Toxoplasma gondii superiore a 1:64 vuol dire che si è avuta l’infezione precedentemente e quindi si possiedono anticorpi protettivi e si può stare tranquilli.

Riassumendo, per prevenire la toxoplasmosi nel primo trimestre di gravidanza non è necessario separarsi dal proprio gatto e, ancor meno, dal proprio cane, che non è neppure una specie che elimina le oocisti con le feci. Invece è raccomandabile far pulire la cassettina delle deiezioni da qualcun altro che non sia la gestante, fare attenzione a quello che si mangia e lavarsi accuratamente le mani se in cucina si maneggiano ortaggi oppure indossare dei guanti se si pratica giardinaggio.

 

 

4zampe

Cuccioli cercano casa!

Avatar

Published

il

Aiutiamo la dolce Lola a trovare una sistemazione per i suoi cuccioli. Tra qualche settimana infatti i piccoli saranno pronti per essere adottati aiutiamo loro a trovare una sistemazione, soprattutto qualcuno che li accolga e li ami come la sua mamma. Se siete realmente interessati ad adottarne uno inviateci una mail ad info@ilmartino.it e noi provvederemo a mettervi in contatto con i proprietari. Confidiamo nell’aiuto di voi lettori…Un grazie dalla redazione de Il Martino e anche da Lola!

 

Continua a leggere

4zampe

Il gruppo cinofili volontari protezione civile “LUPI DEL GRAN SASSO “ inaugura il campo di addestramento

Avatar

Published

il

Ieri 29 luglio  alla presenza di Mario Mazzocca sottosegretario alla presidenza della Giunta Regionale, Giorgio D’Ignazio segretario all’ufficio di presidenza del Consiglio Regionale, il Sindaco di Colonnella Leandro Pollastrelli accompagnato dall’assessore al turismo Mauro Capponi, moltissime associazioni della Provincia e i Lupi dell’Aterno di Gianni Antonini delegato/responsabile UCIS Abruzzo/Lazio, il Presidente Raffaella Giusto e il segretario Andrea Iommarini, tutto il direttivo e i volontari dei “ LUPI DEL GRAN SASSO” hanno effettuato il taglio del nastro e inaugurato il campo di addestramento per unità cinofile da soccorso, l’associazione “LUPI DEL GRAN SASSO” è  di nuova creazione e si occupa di soccorso cinofilo e soccorso tecnico, affiliata UCIS (Unità Cinofile Italiane da Soccorso), dopo il taglio del nastro c’è stata una dimostrazione delle unità cinofile e il via alla festa.

“Un qualità di Presidente ringrazio in primis tutte le autorità intervenute e tutte le associazioni della Provincia che hanno accolto il nostro invito. Un ringraziamento particolare va alle sezioni amiche di Gruppo volontari Protezione Civile Silvi e Protezione Civile Cives Teramo che in questi mesi ci hanno supportato a 360 gradi. Per chiudere l’abbraccio va a tutti i volontari del gruppo volontari protezione civile Lupi del Gran Sasso per l’entusiasmo e la passione che Hanno messo nella realizzazione di questo progetto che prevede l’apertura a chi, nell’ambito del volontariato, vuole avvicinarsi alla cinofilia da soccorso e al soccorso tecnico appoggiandosi alla nostra struttura.” Questa è la dichiarazione del Presidente Raffaella Giusto

Continua a leggere

4zampe

Alba Adriatica, domenica 30 aprile arriva il “Pet Pride”

Pio Di Leonardo

Published

il

Alba Adriatica. Il lungomare Marconi Nord di Alba Adriatica si trasformerà, domenica 30 aprile, in una vera e propria “città a misura di animale” in occasione del “Pet Pride”, dove verranno creati dei poli di attrazione che andranno incontro alle esigenze dei nostri migliori amici.

Verrà allestita un’area dedicata alla loro salute ed al loro benessere, grazie ad un’equipe di Medici Veterinari coordinati dall’A.n.m.v.i. Abruzzo, nella persona del Presidente dr. Marco della Torre, che daranno utili consigli su come mantenere in perfetta salute psicofisica i loro pazienti. Un altro polo di grande interesse è il Punto-Info-Cane, zona gestita da Alessandro Presutti, educatore ed addestratore cinofilo, che sarà a disposizione con il suo staff, per divulgare informazioni che possono migliorare il rapporto con il Vostro Amico a quattro zampe, pronti a rispondere a qualsiasi domanda, consiglio o informazione.

Presente inoltre uno spazio dedicato agli insetti ed antropodi, dove si potranno scoprire tantissime ed interessanti curiosità di questo mondo a noi così lontano eppur così vicino. Non mancheranno anche i rettili, grazie ad esperti, si potrà scoprire cosa si prova a vivere in un mondo dove non è necessario avere per forza braccia e gambe, dove una lunga coda può essere usata come arma e dove stranissime ed efficacissime tecniche di caccia hanno dato i loro frutti nel campo dell’evoluzione.

Si allestiranno inoltre stand espositivi interamente dedicati al mondo animale e tutto ciò che gravita intorno ad esso. Non mancheranno momenti di grande spettacolo con le esibizioni di diverse unità cinofile dello Stato, tra cui Polizia di Stato, Croce Rossa Italiana, Corpi Sanitari internazionali e Protezione Civile, che daranno prova delle abilità dei cani addestrati per la pubblica sicurezza e per la tutela dei più deboli. La manifestazione culminerà con l’elezione del PET MODEL 2017 e di altri riconoscimenti “speciali”, ai quali verrà consegnata la targa a ricordo dell’evento.

L’evento è Patrocinato da: Comune di Alba Adriatica, Croce rossa Italiana Abruzzo, Lega Nazionale per la difesa del cane sezione di Teramo, Associazione nazionale Medici Veterinari Italiani A.n.m.v.i. Partner della manifestazione: Caffè Mokambo, European Culture Outlet, Arcaplanet, Conad di Alba Adriatica, Osteria Il Faro, Gelateria Il Tucano.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy