fbpx
Connect with us

L'Aquila

Cultura: fusione tra "Stabile" e "L'Uovo", nasce il nuovo Tsa

L’Aquila, 9 mar. – “Fusione per incorporazione”: la nuova stagione del teatro regionale parte con la fusione tra il Teatro stabile d’Abruzzo con il Teatro di Innovazione L’Uovo, con quest’ultimo che entra nel nuovo Tsa.

Avatar

Published

il

LOLLI, GIORNATA IMPORTANTE. ASPETTIAMO ALTRE FUSIONI

L’Aquila, 9 mar. – “Fusione per incorporazione”: la nuova stagione del teatro regionale parte con la fusione tra il Teatro stabile d’Abruzzo con il Teatro di Innovazione L’Uovo, con quest’ultimo che entra nel nuovo Tsa.

La presentazione del nuovo progetto culturale è stata fatta oggi nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte i vertici del Tsa, dell’Uovo, della Regione Abruzzo, del Comune dell’Aquila e la senatrice Pezzopane. “Una giornata importante per l’Abruzzo – ha esordito il vicepresidente Giovanni Lolli – che si dota in questo modo di una struttura culturale di assoluto livello nazionale e che ha ottenuto dal Ministero il riconoscimento di ‘Teatro di interesse culturale’ (Tric).

Questa fusione è un’indicazione per tutti, un’unica strada da percorrere per salvare il nostro patrimonio legato alla produzione cultuale, messo seriamente in pericolo dalla carenza di risorse finanziarie da parte degli enti pubblici”. La Regione Abruzzo insieme con la senatrice Stefania Pezzopane ha “accompagnato” questo processo di fusione e tutto il percorso che ha portato il nuovo Tsa a fregiarsi del titolo nazionale di Tric. “Ma ora la partita si apre anche con le altre istituzioni culturali di rilevanza regionale – ha annunciato il Vicepresidente – In questo senso, mi aspetto un percorso simile, per la lirica, tra il Teatro Marrucino e l’Istituzione sinfonica abruzzese , mantenendo ognuno la propria storia e tradizione. Di certo posso dire che la Regione sarà vicino a tutte quelle istituzioni che vorranno fare la scelta di unire le forze e le esperienze”.

Di “percorso di successo” ha parlato Stefania Pezzopane, sottolineando che “tutti si sono fatti carico del bene comune”. Anche il presidente del Teatro d’Innovazione L’Uovo , Rinaldo Tordera, ha sottolineato “il coraggio e il realismo di aver voluto scrivere questa pagina.

Dopo 36 anni, dopo aver garantito 7000 repliche e con una struttura teatrale efficiente e funzionante, L’Uovo entra nel Tsa”. Il nuovo Tsa, ha spiegato Enzo Rainaldi, “avrà un unico direttore, un unico presidente e un unico corpo dipendenti”. L’annuncio della fusione Tsa-L’Uovo è stata anche l’occasione per presentare il nuovo piano editoriale triennale da parte del direttore del Tsa, Alessandro D’Alatri: “le linee editoriali saranno cinque: il teatro di prosa, il teatro di ricerca e innovazione a cui si aggiunge il teatro dell’infanzia, il teatro interdisciplinare tra le diverse forme di teatro, il teatro della comicità ed infine il teatro sociale, dove il teatro consoliderà il contatto con la società civile”.

 

Abruzzo

Regione Abruzzo: vaccini 0ver 80 e disabili, piattaforma sospesa (per poco)

Il Comunicato ufficiale dopo i problemi per l’accesso

Avatar

Published

il

Regione Abruzzo: vaccini 0ver 80 e disabili, piattaforma sospesa (per poco). Questo è il comunicato della Regione Abruzzo.

In meno di 7 ore dall’avvio del servizio sono state già registrate centinaia di manifestazioni di interesse sulla piattaforma messa a disposizione dalla regione per gli ultraottaantenni e le categorie fragili e con disabilità. Per questo motivo si sta registrando un accesso importante sulla piattaforma causando il rallentamento delle funzionalità. Ricordiamo che l’ordine di iscrizione alla manifestazione di interesse alla vaccinazione non ha alcuna relazione con l’ordine di somministrazione dei vaccini. Ricordiamo inoltre che la piattaforma rimarrà attiva fino al 31 gennaio,salvo proroga, 24 ore al giorno tempo stimato per raccogliere tranquillamente tutte le adesioni per gli ultraottantenni e categorie fragili e con disabilità. Nel frattempo, per diminuire comunque  il rallentamento del servizio, la Regione sta predisponendo ulteriori risorse tecnologiche per una maggiore recettivitá contemporanea delle manifestazioni di interesse. Quindi preghiamo gli utilizzatori, nel caso di difficoltà nell’accesso, di riprovare tranquillamente ad iscriversi durante la giornata e nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Abruzzo

Alto Sangro, Impianti Sci: con la chiusura, a rischio 1500 addetti

Avatar

Published

il

Consorzio, minacciato il comprensorio più grande del centro-sud

“Non riusciamo a capire su quali dati scientifici si continuano a tenere fermi i comprensori sciistici, visto che dall’8 marzo dello scorso anno sono chiusi.

Non siamo noi la bomba dell’epidemia”.

Così il presidente del Consorzio Ski Pass Alto Sangro, Bonaventura Margadonna, sulla decisione del Governo di tenere chiusi, fino al 15 febbraio, gli impianti di risalita che avrebbero dovuto riaprire lunedì 18 gennaio.

E’ il più grande dell’Italia centro-meridionale il comprensorio di Roccaraso e Rivisondoli (L’Aquila), a 1250 metri sugli Altopiani Maggiori d’Abruzzo, tra il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco nazionale della Majella, un bacino sciistico (Aremogna-Pizzalto-Monte Pratello) con 28 impianti di vario tipo, due cabinovie per circa 100 chilometri di piste.

“In questo modo si sta decretando la morte dell’Abruzzo interno e dell’intero sistema economico che vive con l’economia della neve – prosegue Margadonna – I dati parlano chiaro: su una popolazione di 15 mila residenti nel centro Abruzzo sono 1500 le persone che lavorano grazie alle attività del comprensorio sciistico Roccaraso-Rivisondoli. Siamo a un passo dal tracollo e se non ci lasceranno riaprire al più presto per le popolazioni della montagna sarà la fine.

Se non si permetterà a tutti di tornare a sciare, questa zona diventerà rossa, non per la pandemia, ma per il disastro economico provocato dalle aziende costrette a chiudere”.

Il comprensorio di Roccaraso, con la Sifatt che gestisce gli impianti di risalita dell’Aremogna, è comunque uno dei pochi in Italia che tiene aperti buona parte degli impianti per consentire agli atleti di allenarsi. “Un ulteriore sforzo economico che sta facendo la Sifatt per garantire un servizio essenziale per far crescere il movimento sciistico agonistico abruzzese e italiano” conclude Margadonna.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

L'Aquila

Ispezioni nel Traforo del Gran Sasso: rimarrà chiuso fino al 15 gennaio

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

L’AQUILA – Da ieri, martedì 11, fino a venerdì 15 gennaio, il tratto autostradale tra i caselli di Assergi e San Gabriele/Colledara del Traforo del Gran Sasso resteranno chiusi al traffico, fino alle ore 6.00 del giorno seguente in direzione Teramo. A fronte di ciò, da questa notte e fino a venerdì, i veicoli provenienti da Roma o dall’Aquila e diretti a Teramo dovranno necessariamente uscire ad Assergi. Inoltre, il tratto Assergi-SanGabriele/Colledara rimarrà chiuso anche il 16 gennaio, dalle 21 alle 6, ma in direzione L’Aquila/Roma, sempre causa lavori all’interno del traforo del Gran Sasso. Da quanto si apprende dalla concessionaria Strada dei Parchi (Gruppo Toto), il tratto rimarrà chiuso per effettuare delle ispezioni all’interno delle gallerie del Traforo del Gran Sasso.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy