fbpx
Connect with us

L'Aquila

Emergenza idrica nella Provincia di Teramo

Problemi idrici nel teramano, Ruzzo Reti da’ l’allarme per l’elevata pressione di una condotta idrica che rischia di sommergere Tossicia. Continuano ad operare ed a monitorare la situazioni i vigili del fuoco ed i carabinieri affiancati dalla croce rossa. Evacuate otto persone, due trasportati in ambulanza.
Una frana in contrada Feudo di Castellalto ha provocato la rottura di un’addutrice principale che riforniva parte di Teramo e zone della Val Vibrata. Chiusa l’erogazione di acqua per provvedere al guasto.

Published

on

Teramo: Nella località Pastino di Tossicia attorno alle ore 14:30 di questo pomeriggio viene dato l’allarme da parte della Ruzzo Reti per l’elevata pressione di una condotta idrica che rompendosi rischia di sommergere la zona.

La tubatura in questione rifornisce di acqua le località di Teramo, Campli e Montorio. Sul posto sono intervenuti oltre ai vigili del fuoco anche i carabinieri e la crose rossa. Per questioni di sicurezza sono state evacuate otto persone mentre altre due sono state trasportate in ambulanza per la loro impossibilità di camminare.

Nonostante la continua attività di monitoraggio della situazione gli interventi verranno effettuati domani e per tale motivo è consigliato ai residenti della zona di fare scorta di acqua in quanto potrebbero verificarsi dei disservizi.

Un altro problema idrico si è verificato poche ora fa, sempre nel teramano, dove una frana in contrada Feudo di Castellalto ha provocato la rottura di un’adduttrice principale che riforniva i dintorni di Teramo e le zone interne della Val Vibrata.

I tecnici della Ruzzo ed i vigili del fuoco hanno dovuto chiudere l’erogazione di acqua in modo da provvedere al guasto e impedire ulteriori problemi nella zona. A causa di ciò, nelle prossime ore, possono esserci delle interruzioni nella fornitura di acqua.

L'Aquila

Roseto, arrestati due minorenni per spaccio, avevano hashish e cocaina

Published

on

cc carabinieri 112 volante

Notati da una pattuglia, hanno cercato di nascondersi, ma non sono passati inosservati ai carabinieri. Sono stati così arrestati per spaccio a Roseto due ragazzi minorenni che avevano un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.

Lo stupefacente sequestrato dai carabinieri

TERAMO – I carabinieri stavano perlustrando il lungomare, per prevenire eventuali tentativi di furto negli stabilimenti balneari chiusi, quando hanno notato due sagome nel retro di un locale che, alla vista della pattuglia, hanno cercato di nascondersi. Si tratta di due minorenni sorpresi in possesso di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, che sono stati arrestati per spaccio a Roseto degli Abruzzi.

Il loro tentativo di passare inosservati non è sfuggito ai carabinieri che li hanno fermati e perquisiti. I due ragazzi avevano 75 dosi di hashish, complessivamente circa 50 grammi, oltre a 2 grammi di cocaina suddivise in 3 dosi. I due ragazzi avevano anche due bilancini di precisione. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato, mentre i due giovani sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio e sono stati accompagnati al Centro Prima Accoglienza de L’Aquila, in attesa dell’udienza di convalida.

I carabinieri sono al lavoro ora per capire chi possa aver ceduto ai due minorenni arrestati per spaccio a Roseto le sostanze stupefacenti e a chi fossero destinate. Le indagini sono dirette dalla Procura presso il Tribunale dei Minorenni de L’Aquila.

Continue Reading

Abruzzo

Abruzzo: “Siamo tutti Protezione civile”, prevedere per prevenire

Published

on

L’AQUILA – Venerdì 30 settembre dalle 16:00 alle 23:30, all’Aquila (Piazza Duomo) si rinnoverà l’evento “SHARPER – LA NOTTE DEI RICERCATORI” promosso e organizzato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso con la collaborazione del Comune dell’Aquila, del Gran Sasso Science Institute e della Regione Abruzzo.

Oltre ad offrire un programma vario e multidisciplinare, quest’anno l’evento sarà ancora più ricco grazie alla partecipazione dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile che metterà in campo professionalità e mezzi della protezione civile regionale a testimoniare l’impegno in favore della prevenzione e della sicurezza.

“La protezione civile è un sistema di persone, professionalità, mezzi e conoscenze che possono fare la differenza quando si è esposti ad un rischio ambientale” ha detto Mauro Casinghini, direttore dell’Agenzia di PC”. “Le decisioni in fase di emergenza devono essere prese in tempi rapidi”, ha aggiunto, “ma per costruire la consapevolezza del rischio c’è bisogno di studio e di collaborazione tra le istituzioni e il cittadino” “Tutti abbiamo un ruolo importante per proteggerci e per proteggere gli altri e quella di SHARPER rappresenta un’occasione importantissima per sensibilizzare e diffondere la cultura della prevenzione e delle buon pratiche, a cominciare dai più piccoli che potranno giocare e sperimentare insieme agli operatori di protezione civile”. 

Continue Reading

Abruzzo

L’Aquila, fingeva di vaccinare contro il Covid: infermiere sospeso

Published

on

Vaccino anti-covid

 L’AQUILA – Fingeva di eseguire vaccini contro il Covid-19. Per questo motivo la Digos, con il coordinamento della Procura della Repubblica di L’Aquila, ha notificato il decreto di sequestro preventivo e la sospensione dall’esercizio dell’attività professionale a un infermiere della zona.

Come riporta l’Ansa, le attività di indagine sono partite a seguito di una segnalazione dell’Ordine delle professioni infermieristiche dell’Aquila e hanno permesso di riscontrare la falsità della documentazione prodotta dall’operatore sanitario. Dalle indagini, infatti, risulta che l’infermiere non si è mai sottoposto al ciclo vaccinale obbligatorio e che la certificazione presentata al datore di lavoro aveva lo scopo di indurre in errore l’ azienda sanitaria dove presta servizio, al fine di evitare la sospensione dall’albo professionale e la conseguente perdita degli emolumenti.

Pertanto, la Procura ha richiesto e ottenuto il sequestro preventivo delle somme percepite dall’infermiere e l’applicazione nei suoi confronti della misura cautelare personale della sospensione dall’esercizio della professione infermieristica. Il procedimento è al suo inizio e le accuse mosse all’infermiere professionale – finora ritenute fondate dall’autorità giudiziaria – troveranno conferma o smentita nelle successive fasi della procedura. 

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.