Si fa luce sul mistero della morte del 66enne all'ospedale di Pescara

I carabinieri della compagnia di Montesilvano stanno facendo chiarezza sulla morte del 56enne che  lunedì sera è morto all’ospedale di Pescara, in neurochirurgia, date le circostanze poco chiare.

Secondo quanto hanno rivelato le indagini, l’uomo sarebbe caduto da un ponteggio di due metri in un cantiere edile di Chieti dove era già stato nei giorni precedenti con i proprietari della ditta che si sta occupando dei lavori, i quali gli avevano chiesto dei consigli, considerata la sua esperienza nel settore.

In seguito l’uomo sarebbe tornato sul luogo la domenica mattina, giorno in cui si è verificato l’incidente. A soccorrerlo sarebbero stati proprio i proprietari della ditta a cui avrebbe chiesto aiuto e che lo avrebbero accompagnato in ospedale.