Un appello per Daniele!

Sono passati ormai molti mesi dalla scomparsa di Daniele Taddei, 28 anni di Sant’Omero (Teramo) e purtroppo non c’è ancora nessuna novità. Fortunatamente, dopo la liquidazione del caso da parte della prefettura come “allontanamento volontario”, si sta muovendo l’Associazione Penelope capitanata da Annalisa Loconsole, affichè le indagini sulla scomparsa di Daniele vengano riaperte.

Dopo un lungo esame dei documenti forniti dalla prefettura nei quali si motiva la decisione di interrompere le ricerche,da parte della stessa Loconsole,si è ritenuto opportuno fissare un colloquio con la prefettura ed i carabinieri che avverrà subito dopo Pasqua. “In questo colloquio cercheremo di spiegare perché è importante riaprire le ricerche ma soprattutto detteremo le nostre proposte su come questa volta si dovrà agire”.

Dunque per ora nessuna novità se non l’imminente colloquio che l’Associazione Penelope terrà con i carabinieri ed il prefetto.

Importante però è l’appello che l’Associazione Penelope vuole far risuonare attraverso la nostra testata giornalistica. E’ la stessa Loconsole a farlo dicendo: “Daniele se ci ascolti o leggi questo articolo, prendi contatti con la tua famiglia che è disperata. Non sanno più cosa fare. Qualsiasi cosa si può risolvere e i tuoi famigliari ti staranno vicino. Torna a casa ed abbatti quel muro che hai dentro”.

Naturalmente Daniele lo si cerca sia vivo che morto, in quanto non sie esclude la possibilità di un gesto estremo.