PD Martinsicuro e Comune di San Benedetto del Tronto con Dino Pepe per la “Bike to Cost”

Il Pd di Martinsicuro, dopo la riunione organizzata il 10 Luglio, presso lo Chalet Blue Marlin, alla presenza di cittadini e operatori, pare avere le idee più chiare per quanto riguarda le azioni che dovrebbero essere messe in atto per lo sviluppo di questa di quella parte di territorio che dovrebbe rappresentare il nostro biglietto da visita: il lungomare. Un’idea che in sé ne contiene tante altre e che, grazie anche all’appoggio dell’Assessore regionale Dino Pepe e agli esponenti della Giunta e del Consiglio Comunale di San Benedetto del Tronto, si spera prenderà presto forma e concretezza. Per adesso però rimane solo un nome: “Bike to Coast”. Infatti, come spiega ad inizio serata il Segretario del PD di Martinsicuro, Elisa Foglia, “per far conoscere le nostre bellezze e le nostre caratteristiche, dobbiamo poterle renderle più fruibili. Ad esempio puntando sulle ciclabili e sul ponte ciclopedonale sul Tronto”.

Il progetto “Bike to Coast” prevede la realizzazione di un pista ciclabile integrale per tutti i 131 km della costa adriatica abruzzese da San Salvo a Martinsicuro, per un totale di circa 40 milioni di euro. Si tratterebbe della pista ciclabile più importante di tutto il Mediterraneo. A Martinsicuro la Regione ha riconosciuto un finanziamento di 442 mila euro per la sua realizzazione lungo tutta la costa truentina come da progetto “Bike to Coast”. Risorse che però sono fondi FAS e quindi scadranno il 31 Dicembre 2015. Purtroppo a Martinsicuro siamo ancora al “preliminare” mentre il comune di Giulianova ha già finito i lavori e di conseguenza è stata premiata dalla stessa Regione anche con un ulteriore bonus in risorse.

Al “dopocena” con l’Assessore regionale Dino Pepe, hanno preso parte anche esponenti della giunta del consiglio comunale Sambenedettese: l’Assessore al Turismo Margherita Sorge, l’Assessore Luca Spadoni e il vice capogruppo del PD Vinicio Liberati. Proprio quest’ultimo ha ribadito l’importanza della realizzazione del progetto, il quale consentirebbe di unire i due territori di Martinsicuro e San Benedetto del Tronto, di fatto “cugini”, tramite un Ponte ciclo pedonale sul Tronto. Anche l’Assessore Sorge, ribadisce la maturità dei tempi e la necessità della ripresa e dello sviluppo effettivo di questo progetto. Dice l’Assessore: “Sarebbe opportuno rimettere in piedi un tavolo di lavoro tra Comuni e Regioni per discutere del progetto, visto il momento propizio, maturo. Il progetto del ponte è una opportunità sia per San Benedetto del Tronto che per Martinsicuro. Bisogna investire sulle infrastrutture turistiche, lavorando su un turismo integrato.”

L’Assessore regionale Dino Pepe, non manca di mostrare il suo entusiasmo promuovendo l’idea di un convegno sul tema “ponte ciclo pedonale tra le due regioni”, il quale può essere importante affinché si possa animare un dibattito costruttivo e concreto. “Stasera – afferma Pepe – possiamo condividere un primo obiettivo. Entro settembre facciamo insediare il tavolo tra delegati delle due Regioni e delle Province e ovviamente con tutti i portatori di interesse, faremo un tavolo con Regioni, Province e Comuni”.

A concludere la serata, ancora una volta le parole del Segretario del PD martinsicurese, la quale  chiede a gran voce che “da oggi Martinsicuro diventi il teatro di questo percorso fino alla firma che suggellerà, al più presto, l’avvio dei lavori del ponte ciclo pedonale sul fiume Tronto.”