fbpx
Connect with us

Chieti

A14: all’inseguimento di un’auto rubata. Tre feriti

Vasto: Gli Agenti della Polizia Stradale hanno bloccato un uomo alla guida di una Peugeot 308

Pubblicato

il

Sono tre  le persone che sono rimaste ferite durante la notte sull’A14 al termine di un inseguimento tra i caselli Torino di Sangro e Vasto Nord. Gli Agenti della Polizia Stradale hanno bloccato un uomo alla guida di una Peugeot 308 che risultava essere stata rubata nel Pescarese, ma lui, dopo essersi fermato, ha provato a ripartire speronando l’auto della Polizia. Al pronto soccorso sono finiti i due agenti e l’uomo che, fuggito dall’auto, è rimasto con la gamba incastrata nel guardrail tentando di scavalcarlo.

Chieti

Fassacesia, percepiva indebitamente il RdC e si trovava in carcere

Pubblicato

il

Macerata, furbetti del reddito di Cittadinanza

Un uomo percepiva indebitamente il RdC, dopo aver dichiarato di abitare in una casa di fatto in stato d’abbandono. Come se non bastasse, si trova in carcere per alcune rapine. Il beneficio, già in fase di sospensione, ora sarà revocato.

FOSSACESIA – Si trovava in carcere con l’accusa di aver preso parte ad una serie di rapine commesse nel lancianese, eppure percepiva il RdC. Aveva ottenuto il sostegno del reddito di Cittadinanza, indirizzato alle persone che si trovano in uno stato di difficoltà economica, dichiarando di essere residente in un’abitazione risultata in stato d’abbandono e ubicata a Mezzogrogna, sempre in provincia di Chieti. Dai controlli dei carabinieri è emerso che era priva di allacci di acqua, luce e gas.

In questo modo l’uomo, che al momento si trova in carcere, è riuscito ad ottenere indebitamente oltre 4 mila euro perchè percepiva il RdC. Adesso Inps revocherà il contributo, che era già in fase di sospensione, a causa della misura cautelare al quale era stato posto.

Continua a leggere

Abruzzo

Lanciano, Green Pass: “No divieti a ragazzi”. Si dimette dirigente basket

Pubblicato

il

Green Pass falsi Ancona 50 custodie cautelari infermiere arrestato in carcere

LANCIANO – Invoca lo “Sport, quello con la S maiuscola!” e non vuole “far parte di una federazione che discrimina fra i ragazzi”, per questo si è dimesso il dirigente responsabile dell’Unibasket Lanciano Valerio Di Battista, spiegando che non sarà lui a vietare “a decine di ragazzini e atleti non in regola con le nuove normative della Fip di entrare in palestra per giocare: non sono un Dirigente buono per tutte le stagioni”. Le norme per contenere la diffusione del Covid ora “non hanno a che fare con la sicurezza degli atleti – dichiara all’ANSA – Ho detto ai miei soci che finché ci sarà obbligo del Super Green pass non voglio starci. Ho visto genitori venire da me piangendo a chiedere ‘perché mio figlio non può più giocare?’ Possibile non ci si renda conto delle conseguenze psicologiche di questi provvedimenti per ragazzini di 12, 13 anni?”.

Con la prima squadra nel Campionato C gold interregionale Abruzzo Marche Umbria e Molise e oltre 250 ragazzi, compreso il settore giovanile, Unibasket Lanciano perde il suo dirigente dopo 12 anni, come lui stesso ha annunciato sulla pagina Facebook della società. “Nel 2021 abbiamo speso 10mila euro per farci carico di 2000 tamponi – ricorda – e permettere ai tesserati di giocare in sicurezza, ho allestito un campo all’aperto per permettere ai ragazzini del Minibasket di allenarsi dopo mesi di stop forzato, ho garantito corsi di Minibasket gratuito a tutti i bambini”.

Come riporta l’Ansa, non si sono fatti attendere, sui social, i commenti dei genitori. “Prendere posizione e fare scelte coerenti in questo momento storico è cosa rara. Grazie a nome di tutti i ragazzi sportivi!”, e poi “Grande ammirazione, se tutti facessero così le cose cambierebbero. I ragazzi hanno il diritto di praticare sport senza vincoli”. E ancora, con l’hashtag #sportnegato “Grazie infinite, abbiamo tutti bisogno di persone come lei, che sappiano riconoscere le storture del sistema e scelgano di non assecondarle”. E poi ci sono i ragazzi che di discriminazione non vogliono sentir parlare. “C’è la possibilità – rivela Di Battista – che i compagni di squadra degli atleti ritenuti non in regola decidano, per solidarietà, di ritirarsi dal campionato”. 

Continua a leggere

Abruzzo

Fossacesia, sventa una rapina: premiata dal sindaco

Pubblicato

il

FOSSACESIA – Una buona dose di coraggio, accompagnata da tanta determinazione hanno permesso ad Antonietta Di Battista, dipendente del forno Eredi Filippo Susi, in via delle Croci a Fossacesia, di sventare una rapina ai danni dell’attività commerciale il 14 gennaio scorso. Grazie alla prontezza di riflessi è riuscita a mettere in fuga i due malviventi che, poco dopo, sono stati intercettati dai Carabinieri e arrestati. Si è poi scoperto che i fermati sarebbero gli autori dei diversi colpi messi a segno nelle ultime settimane tra Atessa, Santa Maria Imbaro e Lanciano.

Un episodio che ha suscitato molta ammirazione per la signora Di Battista, da trent’anni al lavoro presso il forno Eredi Susi e per questo molto conosciuta a Fossacesia.

“A lei va il plauso mio, dell’Amministrazione Comunale e dei cittadini. Nonostante si sia trovata in una situazione alquanto difficile, è riuscita a valutare con prontezza di riflessi quel che stava avvenendo e senza alcun timore ha fatto sì che i malviventi desistettero dalle loro progetti – ha dichiarato il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio, che ha consegnato un’encomio, alla presenza del titolare del forno Paolo Susi, da parte del Comune alla signora Antonietta Battista -. E’ stato un gesto di valore, che deve essere preso come esempio di cittadinanza attiva. Un grazie sincero lo rivolgo a nome della città di Fossacesia anche  ai Carabinieri.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via Metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.

Privacy Policy