Torneo Sociale – Diciassettesima giornata: Addezi Jr. riscatta l’onore di famiglia

Addezi Jr. sconfigge Rosa e riscatta il padre Sergio, superato da Muscella

La famiglia Addezi da Colonnella è l’assoluta protagonista della giornata: il padre Sergio ed il figlio Daniele regalano spettacolo alla comunità truentina e si dividono la gloria.

GC: Ti daranno la caccia.
DB: Tu mi darai la caccia, mi condannerai, mi sguinzaglierai dietro i cani, perché è quello che deve succedere. Perché a volte la verità non basta. A volte la gente merita di più. A volte la gente ha bisogno che la propria fiducia venga ricompensata. [DB fugge via correndo a piedi per raggiungere la DBmobile]
LC: DB! DB! Perché scappa?
GC: Perché dobbiamo dargli la caccia.

Muscella def. Addezi S. 6/4 6/7 6/4. Vigorosa battaglia di quasi tre ore sotto un cocente sole pomeridiano risolta soltanto da un guizzo finale del talentuoso Fabio Tortuga. Un commovente Addezi lotta strenuamente su ogni pallina e non indietreggia mai; il tie break del secondo set si configura da subito come un inno alla grinta umana e alla voglia di non arrendersi mai. Ma il tennis delicato e insaporito d’antico di Muscella riesce infine a piegare la resistenza del colonnellese. Nel prossimo turno, il vincitore dovrà vedersela con il numero uno del seeding Bucci, appesantito e svogliato… Sorpresa in arrivo?

Polizia Municipale: Avanti SWAT, entriamo, via via, muoversi.
LC: Ma non ha fatto niente…

Addezi Jr. def. Rosa 6/1 6/3. Partita seguita per “Il Martino” dal nostro inviato Angelo Francia, che ci ha donato, a fine incontro, questa missiva serale: “Match senza storia, primo set dominato dal giovane di Martinsicuro alta (Colonnella NdR) che, fin dalle prime battute, sorprende un Rosa sottotono. Timida reazione dell’ascolano nel secondo parziale: 2/0 e servizio. Ma è un fuoco di paglia: Daniele rimonta e chiude il match fra gli applausi convinti del folto pubblico”. Si conclude una fortunata stagione estiva per l’ottimo Rosa (vincitore, fra le altre cose, del Doppio Giallo): il 2017 potrebbe essere l’anno della definitiva consacrazione. Per Addezi, adesso, non ci sono più limiti… Dove potrà arrivare?

GC: Perché DB è il tennista che Martinsicuro merita, ma non quello di cui ha bisogno adesso. E quindi gli daremo la caccia. Perché lui può sopportarlo. Perché lui non è un tennista. È un artista maledetto che sconvolge Martinsicuro. Un Baudelaire della racchetta.