fbpx
Connect with us

Abruzzo

Mosciano, la Ministra Boschi spiega le ragioni del Sì al referendum costituzionale

Pubblicato

il

Il ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi ha preso parte ieri a Mosciano, nella sala conferenze del Blu Palace, ad un convegno per spiegare le ragioni per votare “Sì” al referendum sulla Riforma Costituzionale del prossimo 4 dicembre.

Tantissima gente e imponenti misure di sicurezza per l’iniziativa voluta dal “Centro per il Sì” e dal parlamentare e segretario di Scelta Civica Giulio Sottanelli, che ha visto anche la partecipazione dell’ex presidente del Senato durante il secondo Governo Berlusconi e oggi responsabile nazionale del Comitato per il Sì, Marcello Pera, e il Vice Ministro dell’economia Enrico Zanetti. Tra il pubblico tanti sindaci, esponenti del Pd, imprenditori e quanti sono pronti a votare Sì.

 
Il Senatore Pera, Professore di Filosofia teoretica, ha aperto il dibattito con un excursus sugli ultimi venticinque anni di storia del nostro Paese in cui ha ricordato come invano si sia provato a riformare la Costituzione, per superare quello che lui chiama il “Biparlamentarismo perfetto”.

 
La parola è poi passata al moderatore Sottanelli e infine al ministro Boschi che è stata chiara sui concetti basilari e sul perché bisogna andare a votare e scegliere il “Sì”: “Spero davvero che tutti voi sentiate questa urgenza appassionata, tra il futuro e il passato, della necessità che l’Italia possa aprire una nuova fase, di rilancio”, ha affermato. Ha poi proseguito: “E’ una sfida dell’intero Paese che punta a snellire la burocrazia, a favorire lo sviluppo delle imprese, a facilitare il dialogo tra Regioni e Stato centrale, ad abbattere i costi della politica, a cancellare il bipolarismo. Non è la sfida del Governo, o del Pd, o di Scelta Civica o del Nuovo Centro Destra, questa è la sfida del Paese. Ed è per questo che tanti uomini e tante donne voteranno Sì. Hanno a cuore il futuro dell’Italia, ciò che accadrà i prossimi 30 anni”. Ha chiarito infine come non bisogna votare No per “mandare a casa” il governo Renzi, ricordando come questa sia l’unica occasione per cambiare la Costituzione, dato che mancano i tempi per ulteriori e nuove riforme.

Teramo

Riqualificazione via Battisti a Martinsicuro, la proposta alternativa della consigliera Lattanzi

Pubblicato

il

simona lattanzi candidata sindaco martinsicuro

TERAMO – Via Battisti a Martinsicuro, strada parallela al lungomare, è oggetto di un progetto di sistemazione che non trova tutti d’accordo dal momento che prevede l’abbattimento di tutti i pini presenti per il rifacimento del marciapiede. La consigliera comunale Simona Lattanzi, all’opposizione, ha protocollato nei giorni scorsi un documento contenente una proposta alternativa per la riqualificazione di via Battisti a Martinsicuro che permetterebbe di salvare gli alberi.

La proposta non ha motivazioni esclusivamente di carattere ambientalista, ma anche storico ed economico: «Nel 1963, la prima Amministrazione Comunale di Martinsicuro, mise a dimora questi pini, come quelli in via Piemonte, per celebrare il passaggio all’autonomia dal Comune di Colonnella. Rappresentano quindi un grande valore storico e di identità da preservare per le generazioni presenti e future. Inoltre ciascuno di questi alberi è un condominio di biodiversità che va considerato come presidio di salute pubblica ed ha un valore economico di circa 20.000 euro».

Secondo Simona Lattanzi si potrebbe evitare il taglio dei pini realizzando «un solo piano viabile, senza marciapiede». Via Battisti diventerebbe a senso unico per i veicoli a motore, lasciando spazio alla pista ciclabile, al parcheggio ed una porzione di terreno permeabile ad ogni pino.

La nota con cui la consigliera Lattanzi ha illustrato la sua proposta alternativa per quanto riguarda la riqualificazione di via Battisti a Martinsicuro conclude: «Una progettazione conservativa e funzionale per un effettivo recupero di vivibilità nella zona; una soluzione che risulterebbe anche meno complicata e dispendiosa e che, oltretutto, eliminerebbe tutte le barriere architettoniche, pur lasciando intatta la morfologia storica della via.
Nel ‘Piano del Verde’ a disposizione dell’Amministrazione, ma che inspiegabilmente non è ancora stato reso operativo dal Consiglio, vengono illustrate dettagliatamente le corrette modalità di intervento per affrontare le criticità create al manto stradale e alle pertinenze private, con soluzioni efficaci che permettono di preservare il valore insostituibile di queste alberature. Basterebbe avvalersi di questo strumento, già pagato dai cittadini, per ottenere il massimo risultato anche in termini sociali e di inclusione».

Continue Reading

Pescara

Ricercato internazionale rintracciato a Pescara: arrestato

Pubblicato

il

polizia arresto rancitelli pescara

Un cittadino polacco di 24 anni sul quale pendeva un mandato di cattura europeo è stato individuato ed arrestato a Pescara.

PESCARA – Nel 2021 aveva commesso una serie di reati finanziari in ambito europeo e da allora pendeva un mandato di cattura internazionale sul cittadini di 24 anni arrestato dalla Squadra Volante.

Il giovane è stato individuato presso una struttura ricettiva del centro città, in seguito ad alcuni controlli. Il provvedimento nei suoi confronti è emerso dall’analisi della banca dati a disposizione delle forze dell’ordine.

Nei giorni scorsi la Squadra volante ha compiuto anche un secondo arresto, questa volta nei confronti di un uomo di 39 anni di origine senegalese. L’uomo è stato colpito da un provvedimento restrittivo quale aggravamento della precedente misura della detenzione domiciliare. È stato notato nel quartiere Rancitelli, mente si aggirava in una struttura abbandonata. Intuendo che gli operatori si stavano avvicinando per un controllo, ha tentato vanamente di allontanarsi, ma è stato subito raggiunto, identificato e, a seguito degli accertamenti, arrestato.

Continue Reading

Teramo

Spaccio di cocaina a Castiglion Messer Raimondo, arrestati marito e moglie

Pubblicato

il

spaccio castiglion messer raimndo

Due coniugi di 47 e 45 anni con precedenti alle spalle sono stati sorpresi con 150 grammi di cocaina nella loro casa di Castiglion Messer Raimondo e sono stati arrestati per spaccio e trasferiti nella casa circondariale di Teramo.

TERAMO – Erano già noti alle forze dell’ordine i coniugi sorpresi con 150 grammi di cocaina ed arrestati in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio a Castiglion Messer Raimondo. si tratta di marito e moglie di 47 e 45 anni che si trovano ora a Castrogno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Teramo ha effettuato una perquisizione presso la loro abitazione, scoprendo lo stupefacente: era nascosto in cucina, all’interno di cinque involucri, quattro dei quali custoditi in una borsa termica, uno in una dispensa sul piano di un piccolo mobile.

Nella borsa erano custoditi anche 1.230 euro in contanti ritenuti proventi dell’attività di spaccio. Oltre a droga e denaro, gli agenti hanno trovato anche un bilancino elettronico,  una confezione di mannitolo ed una pressa artigianale in ferro ad azione meccanica. Tutto è stato posto sotto sequestro.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.