Martinsicuro, latitante in fuga dopo aver tagliato il braccialetto elettronico tenta il suicidio: arrestato

Martinsicuro. I carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, diretti dal magg. Emanuele Mazzotta, unitamente ai CC di Terracina, hanno arrestato un tunisino, B. F. F.

L’uomo, accusato di traffico di stupefacenti dal tribunale di Napoli nord, era in custodia cautelare a Martinsicuro. Una decina di giorni fa, dopo aver tagliato il braccialetto elettronico, si era dato alla macchia. Grazie al continuo lavoro si è riusciti ad individuarlo a Terracina. Nel corso del blitz il latitante non esitava nel tentativo di lanciarsi dal terzo piano da un’altezza di 15 metri, ma è stato prontamente bloccato dai militari operanti.

Nel corso della perquisizione domiciliare è stato trovato un documento falso intestato ad un magrebino che sarebbe stato usato per raggiungere altri connazionali in Francia.