Samb: nella foschia lombarda 3 punti di platino!!!

Seconda vittoria consecutiva dei ragazzi di mister Ottavio Palladini e seconda gara di seguito senza subìre gol. Dopo la vittoria interna al “Riviera” contro il Teramo, la Samb torna a vincere anche in trasferta.
Fuori dalle “mura amiche” i rossoblù avevano perso le ultime due gare, a Bassano del Grappa 2-4 e a Reggio Emilia 0-2 dopo aver ottenuto un pari al “Sant’Elena” di Venezia l’8 ottobre scorso.
Una vittoria corsara che mancava da quasi due mesi (24 settembre a Forlì, 1-0), che li rilancia in classifica e li attesta al secondo posto insieme alla Reggiana, due punti sotto il Venezia di Pippo Inzaghi che espugna Salò nel finale, di misura 1-0 e in superiorità numerica per quasi metà gara.

Non era facile vincere al “Tullio Saleri” di Lumezzane dove aveva lasciato tutti e tre i punti il temibile Bassano, 1-2.
Una squadra, quella lombarda, carente in attacco ma molto forte in difesa (solo i lagunari hanno subìto meno gol dei valgobbini lombardi).
Con queste premesse la Samb si presentava a Lumezzane per confermare la bella prestazione casalinga contro il Teramo e cercare di vincere per avvicinare sempre più l’obiettivo primario, quello della salvezza.
La giornata era uggiosa e la foschia che avvolgeva il “Saleri” rispecchiava fedelmente quello che poi in campo è stato lo svolgimento della gara.
Poche le occasioni, poche le azioni degne di nota davanti a 50 fedelissimi supporters sambenedettesi.
L’episodio “chiave” che risolveva la gara avveniva al 2° minuto della ripresa quando un lungo lancio di Radi dalle retrovie rossoblù veniva intercettato di testa dal difensore argentino Bonomo che, nel tentativo di anticipare “Bomber” Mancuso diretto a rete, appoggiava indietro la sfera scavalcando a pallonetto il portiere uscito frettolosamente dai pali.
La Samb, che già aveva colpito un palo con Lulli a metà del primo tempo, legittimava la vittoria ad una decina di minuti dal termine grazie a un’occasione di Fioretti (subentrato nella ripresa al posto di Sorrentino) che con un colpo in girata chiamava alla parata il portiere ospite.

Tre punti di “Platino” immersi nella foschia.

Scavalcati sia il Bassano che il Parma, entrambi rovinosamente sconfitti in casa da Maceratese e Padova, la Samb si attesta in seconda posizione a due punti dalla capolista Venezia.
Ora, le due gare interne contro l’Albinoleffe e il Modena ci diranno quale sarà la Samb del prossimo anno solare.
Certo che i rossoblù di Ottavio Palladini stanno facendo miracoli e rappresentano una magnifica realtà.
Tributo al lavoro, all’impegno e a quel pizzico di umiltà che non guasta mai… la salvezza è sempre più vicina…

FORZA SAMB!!!!