fbpx
Connect with us

Abruzzo

IMPORTANTE! Rifugio Pomilio a Rapino sommerso da 7 metri di neve. Il proprietario è dentro e solo

Pio Di Leonardo

Published

il

Rapino. Drammatica la situazione al Rifugio “Bruno Pomilio”, sommerso dalla neve e completamente isolato. A lanciare un disperato appello è il signor Roberto Pomilio, gestore del rifugio:

“Tutti ci cercano ma nessuno fa nulla, solita burocrazia assassina, nulla vale la nostra vita per i signori che ci governano, non si pestano i piedi per non creare torti… Siamo immersi nella neve che in alcuni punti tocca i 7 mt abbiamo una strada che arriva fino davanti al Rifugio, ma per burocrazia non interessa a nessuno se non al sindaco di Rapino Rocco Micucci che ci sostiene in tutti i modi; ultima diffida fatta due giorni prima della tragedia di Rigopiano con neve di 50 cm che bloccava la viabilità ,ora ne abbiamo oltre 3 mt ….evidentemente Rigopiano non ha insegnato nulla…“.

“Per cortesia…. Avvisate tutti e fate presente la situazione, siamo circondati da tre metri di neve con accumuli di 6/7 mt. Si sono limitati a dire Prefettura e Carabinieri che pulire la strada è pericoloso…. Io attualmente sono solo al rifugio avendo mandato mia moglie e mio figlio sotto a Pescara 2 giorni prima della bufera. Ho i viveri, ma tutta la scorta per lavorare è andata persa in quanto o alimentavo la luce e telefono o i frigo…..Ora è tutto da gettare. Ci avevano assicurato dalla sala operativa della Prefettura che due turbine venute da fuori provincia sarebbero salite fino a noi. Il giorno dopo non salgono perchè pericoloso… Il bello è che volevano che lasciassi il rifugio…. Evidentemente Rigopiano non ha insegnato nulla. E’ un anno e mezzo che facciamo presente la criticità della strada ….Nulla di fatto fino ad ora. Ultima diffida due giorni prima della tragedia di Rigopiano…..sono senza parole“.
“E dire che questo rifugio è una della mete più ambite da tutti i frequentatori della montagna, una vetrina turistica per l’Abruzzo notevole, ma nulla nessuno ci aiuta,anzi se possono denigrarci ci vanno a nozze. Sono degli irresponsabili scaldiasedie, ma noi siamo Abruzzesi capa tosta…“.
Si prega la massima condivisione!

Pescara

Pescara: rapinano un negozio multietnico e picchiano il titolare, fermati due minorenni di 16 anni

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

PESCARA – La Polizia e la Guardia di Finanza hanno identificato e bloccato due 16enni responsabili di una rapina in un negozio multietnico, in via Muzii. I due minorenni sono stati presi mentre cercavano di fuggire dopo aver messo a segno il colpo. Dopo aver rubato uno scaldacollo, avrebbero preso anche a calci e pugni il titolare e un suo collaboratore, in quanto si sarebbero accorti del furto avvenuto. Sul posto anche un’ambulanza del 118, che ha provveduto al trasferimento dei feriti presso l’ospedale e le prognosi sono di 7 e 15 giorni, salvo complicazioni, per trauma cranico e frattura alla costola. Uno dei due ragazzi è risultato essere incensurato ed è stato posto agli arresti domiciliari; mentre l’alto, appena uscito da una comunità minorile, vi ha fatto ritorno.

Continua a leggere

Teramo

Martinsicuro: nascondeva 100 grammi di cocaina e 900 euro, arrestato 46enne

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

MARTINSICURO – I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Teramo e della Stazione di Martinsicuro, in data 14 gennaio, hanno arrestato un 46enne con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti. Da quanto appreso pare che l’uomo detenesse, in vari nascondigli dell’abitazione, 100 grammi di cocaina e una somma pari a 900 euro, frutto dell’attività di spaccio. Il 46enne, originario di San Benedetto del Tronto, è stato arrestato e processato per direttissima. Condannato a due anni e due mesi di reclusione, pena sospesa e rimesso in libertà.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: minaccia e molesta un’anziana 71enne, arrestato 63enne

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

TERAMO – I Carabinieri della Stazione di San Nicolò a Tordino, hanno arrestato un 63enne in quanto risultato colpevole di molestie e minacce nei confronti di una 71enne, vicina di casa. Da quanto si apprende l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, nell’ultimo episodio risalente al 4 dicembre 2020, avrebbe aggredito fisicamente l’anziana donna provocandole lesioni agli arti e alla testa. A fronte di ciò, il Gip di Teramo ha disposto per il 63enne, la custodia cautelare nel carcere di Vasto.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy