MARTINSICURO – Ieri sera, di fronte ad un nutrito gruppo di sostenitori, il sindaco uscente Paolo Camaioni, ha ufficializzato la decisione di correre nuovamente per la fascia tricolore.

Alla prossima tornata elettorale, la lista civica Città Attiva, che ha compiuto i 10 anni, parteciperà per la terza volta alla corsa alle urne, mentre per il sindaco si tratta della quinta contesa elettorale. Non è stata presentata la squadra, i tempi non sono ancora maturi. Per farlo c’è tempo fino al 12 maggio, ovvero un mese prima delle elezioni.

La conferma della candidatura, è avvenuta con qualche ritardo rispetto a quelle contro cui dovrà lottare ai seggi. Camaioni ha spiegato che questa attesa è dovuta a tre motivi. Innanzitutto ha aspettato di ricevere inviti a proseguire da parte dell’elettorato. Successivamente ha ricevuto analoghe raccomandazioni da parte dell’associazione per la quale corre. Infine ha raccolto rassicurazioni, da parte della squadra che fin qui l’ha accompagnato, che lo sforzo collettivo non verrà meno.

Con l’incontro di ieri, oltre alla candidatura ufficiale, si è voluto trarre un bilancio del mandato in scadenza a giugno. Camaioni ha difeso l’operato della propria amministrazione, che a suo dire ha governato bene la città. Era la prima volta che Città Attiva riceveva la responsabilità dell’amministrazione comunale e, sebbene non tutti gli obiettivi prefissati siano stati raggiunti, quanto compiuto rappresenta comunque un segnale di crescita costante e di corretto sforzo. Il sindaco ha affermato che i 5 anni di durata di un mandato <<sono terribilmente pochi>> per compiere una svolta decisiva, ma che il cammino intrapreso dalla Giunta <<monocolore>>, come è stata definita usando un termine molto in voga nella prima repubblica, va nella giusta direzione.

Se si dovesse indicare una parola chiave sulla quale si è particolarmente insistito, questa sarebbe <<virtuosismo>>. Su questo concetto ha fatto leva il discorso di Camaioni, che ha insistito soprattutto sul cambiamento dell’approccio amministrativo avvenuto in questi ultimi 5 anni. Per corroborare la sua tesi, ha invitato tutti a consultare la relazione di fine mandato, previsto dalla legge, nella quale ha elencato i risultati raggiunti. È possibile consultarla sia sul sito istituzionale del Comune, che su quello della lista civica. Il dato sul quale ha voluto porre l’accento, riguarda l’abbassamento dell’indebitamento della città, al quale non è conseguita una diminuzione dei servizi sociali, né un aumento delle imposte comunali.

Nell’occasione si è voluto anche delineare i primi obiettivi che si intende raggiungere. Innanzitutto quello della riconferma da parte dell’elettorato, cosa che sarebbe pressoché inedita a Martinsicuro, dove non si sono mai succedute due medesime amministrazioni. In secondo luogo, quello di portare a termine gli sforzi cominciati e poter quindi dare pieno sviluppo all’azione di governo iniziata.