fbpx
Connect with us

Pesaro-Urbino

Cagli, 2 kg tra hashish e cocaina, 3 arresti per spaccio

Pubblicato

il

Marche

Polizia Stradale e GdF di Pesaro uniti nei controlli agli autotrasporti di prodotti petroliferi

Pubblicato

il

PESARO – Nei giorni scorsi la Sezione di Polizia Stradale di Pesaro ed il Gruppo della Guardia di Finanza di Pesaro hanno avviato una serie di controlli congiunti nel tratto autostradale della provincia.

Sono stati impiegati equipaggi della Polizia Stradale e della Guardia di Finanza che hanno eseguito, nelle aree di servizio del tratto autostradale della A-14 da Gabicce Mare a Marotta/Mondolfo, mirati accertamenti in materia di circolazione stradale e di polizia economico – finanziaria, focalizzando l’attenzione agli autotrasporti di prodotti petroliferi. Nell’ambito delle predette operazioni sono state effettuati numerosi riscontri su autocisterne di oli minerali eseguendo contestuali accertamenti documentali.

Analoghe attività congiunte saranno eseguite nelle prossime settimane.

L’obiettivo di tale intensificazione è quello di garantire la sicurezza sulle strade, di verificare il rispetto della normativa sul trasporto merci nonché di contrastare i fenomeni fraudolenti di natura economico – finanziaria, con particolare riguardo ai trasporti di prodotti soggetti ad accise le cui frodi arrecano gravi danni alle entrate dello Stato e sensibili effetti distorsivi alle regole della libera concorrenza.

Continua a leggere

Marche

Pesaro, la GdF confisca 353mila euro ad un evasore fiscale

Pubblicato

il

PESARO – La Compagnia della Guardia di Finanza di Urbino, su disposizione del Tribunale di Urbino, ha eseguito la confisca di quote di proprietà di sei fabbricati, sette terreni e saldi nei conti correnti, per un totale di circa 353.000 euro, nella disponibilità di un imprenditore edile condannato per evasione fiscale, in quanto aveva omesso di presentare le dichiarazioni fiscali per gli anni 2010 e 2011.
Il tutto nasce dall’esito di una verifica fiscale effettuata alla ditta individuale dell’uomo dalla Compagnia di Urbino: i finanzieri, rilevando imposte evase superiori alle soglie previste dalla normativa penale, avevano provveduto a presentare la comunicazione della notizia di reato alla locale Procura della Repubblica per i reati di omessa presentazione.
Le conseguenti indagini condotte dalla predetta Autorità Giudiziaria portarono l’imprenditore a giudizio conclusosi, appunto, con la sentenza di condanna pronunciata dal Tribunale di Urbino e all’emissione di un decreto di confisca di denaro e beni fino alla concorrenza dell’importo dell’evasione fiscale.
La Guardia di Finanza si è, quindi, adoperata per individuare le concrete e attuali disponibilità economiche dell’uomo, tramite accertamenti bancari e la consultazione della banca dati in uso al Corpo: tale attività ha permesso non solo di individuare e confiscare tutti i conti correnti presentanti saldi attivi, ma anche di risalire alle numerose possidenze immobiliari dell’uomo, consentendo di recuperare gli importi oggetto di evasione.
Queste confische testimoniano l’impegno del Corpo a perseguire compiutamente l’evasione fiscale non solo in un’ottica sanzionatoria nei confronti dei responsabili, ma anche con lo scopo di recuperare risorse da distribuire equamente alla collettività, andando a rafforzare gli sforzi pubblici e privati per il rilancio dell’economia del Paese.

Continua a leggere

Marche

Fano, sequestrati dalla GdF 150mila euro a un evasore fiscale

Pubblicato

il

guardia di finanza

PESARO – La Compagnia della Guardia di Finanza di Fano, su disposizione del Giudice per le Indagini Preliminari di Pesaro, ha dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo per equivalente, per un importo di circa € 150.000, del denaro presente nei conti correnti bancari, nonché di altri beni nella disponibilità dell’indagato, resosi responsabile di una consistente evasione fiscale.
Il sequestro scaturisce dalla stretta sinergia tra Procura, Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, sancita dalla stipula di un Protocollo d’intesa finalizzato a rafforzare il coordinamento investigativo nel settore dei reati tributari, attraverso una maggiore circolarità delle informazioni.
Più nel dettaglio, nel caso specifico, a seguito di un preliminare accertamento di natura fiscale, per omesso versamento di ritenute fiscali alla fonte per l’anno di imposta 2016, eseguito da funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Pesaro a carico del rappresentante legale di una società di confezioni di abbigliamento, è scaturita una segnalazione alla locale A.G., che istruiva il pertinente procedimento penale per i reati tributari rilevati ed assumeva la direzione delle indagini.
Veniva proposta, così, la pertinente misura ablatoria volta a preservare il credito erariale e il Giudice per le Indagini Preliminari di Pesaro accoglieva la tesi della Procura ed emetteva il decreto di sequestro preventivo per equivalente di denaro e beni, fino alla concorrenza dell’importo dell’evasione fiscale, realizzata con la illecita condotta.

Sono stati così delegati alla Compagnia di Fano tutti gli ulteriori accertamenti indispensabili per una ricostruzione della capacità patrimoniale e finanziaria del soggetto indagato e al termine degli stessi è stato così possibile sottoporre a sequestro alcune disponibilità liquide presenti su c/c bancari pari a circa € 12.000 e due unità immobiliari del valore di circa € 140.000, i cui valori hanno consentito il raggiungimento della capienza prevista.
Tale metodologia operativa, di comune accordo con Autorità Giudiziaria e Agenzia delle Entrate, ha trovato recentemente, anche in considerazione del particolare periodo di emergenza sanitaria ed economica, ulteriore vigore nel contrasto ai fenomeni fraudolenti connessi al mancato versamento delle imposte.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Tag

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy