fbpx
Connect with us

Abruzzo

Giulianova, conferenza stampa di presentazione del Festival Internazionale delle Bande Musicali

Published

on

Giulianova. Si è tenuta oggi, 25 maggio, nella Sala consiliare del Comune di Giulianova la conferenza stampa di presentazione del 18° Festival Internazionale delle Bande Musicali che si terrà in città dal 31 maggio al 4 giugno.  Oltre al sindaco Francesco Mastromauro, alla vice Nausicaa Cameli e all’assessore al Turismo Gian Luca Grimi, erano presenti Giancarlo Zappacosta, direttore del Dipartimento Turismo della Regione Abruzzo, Claudio Ucci, direttore della DMC Hadriatica, Gianmarco Giovannelli, presidente della stessa DMC Hadriatica, e gli organizzatori con il presidente dell’associazione “P. Candido Donatelli” Mario Orsini.
Venti Bande provenienti da sei nazioni daranno vita alla 18° edizione del Festival Internazionale di Bande Musicali. Il grande palcoscenico naturale, a pochi passi del mare Adriatico, accoglierà gruppi provenienti da Messico, Francia, Repubblica Ceca, Polonia, Bulgaria, Croazia e naturalmente Italia.

La manifestazione è promossa dall’associazione culturale “Padre Candido Donatelli” si avvale del patrocinio dell’ANBIMA, l’associazione Nazionale di Bande Italiane Autonome e quest’anno è tra i grandi eventi di Abruzzo Openday Summer della Regione.

Il Festival offre al grande pubblico la possibilità di incontrare e conoscere le tante realtà culturali che in ogni angolo del mondo si dedicano a mantenere viva la tradizione della musica per banda.

Durante le cinque giornate del Festival si potrà assistere a parate, caroselli, sfilate, concerti e  tanto divertimento.  Grazie alla presenta di tanti gruppi internazionali Giulianova diventa crocevia di una tradizione che affonda le proprie radici nella cultura più vera dei popoli.
Il magico Belvedere, la storica Piazza Buozzi e le suggestive vie di Giulianova Paese, si riempiranno delle armonie dell’est, e delle sonorità del Sud America, fino ad assaporare la festosa atmosfera del Bel Paese con le parate sonore proposte da compositi gruppi di ottoni che arrivano da ogni angolo d’Italia.

“E’ un’iniziativa meravigliosa – ha dichiara il sindaco – che si deve all’infaticabile e non facile opera dell’associazione Padre Candido Donatelli che ringrazio a nome dell’intera comunità. Un progetto di grande spessore culturale e che offre la migliore immagine del nostro territorio facendo echeggiare il nome di Giulianova e dell’Abruzzo intero in ogni angolo del mondo con intuibili rivolti positivi per il turismo. Oggi più che mai necessari. Evidente come la qualità paghi”.

“Anche quest’anno abbiamo raggiunto un numero record di gruppi – commenta soddisfatto il presidente Orsini – e per questo desidero ringraziare tutti i miei collaboratori, il direttore organizzativo Francesco Rastelli, il coordinatore della giuria Willy Barlafante, il responsabile dei rapporti con le istituzioni Michele Maruccia, la segretaria Laura Orsini, la responsabile dei gruppi stranieri Giuliana Saba e il referente delle bande polacche Corrado Durante”.

“La nostra manifestazione offre ai gruppi uno splendido palcoscenico, una giuria qualificata e prestigiosa – dice il vicepresidente dell’associazione Gianni Tancredi – “e negli anni è diventato un appuntamento di richiamo, tanto che i gruppi che partecipano mettono la tappa di Giulianova sul curriculum e per noi questo è motivo di orgoglio. “L’evento – fa eco Michele Maruccia – è entrato nel circuito delle manifestazioni Internazionali dedicate alle Bande e rappresenta un appuntamento di grande spessore culturale perché contribuisce a divulgare ad un vasto pubblico generi di musica per banda molto diversi tra di loro”.

Ragazze bellissime, musicisti in divisa, coreografie piene di ritmo, un passaggio nella tradizione ed uno nei nuovi motivi pop, sonorità folk e accordi esotici. Tutto questo ed altro ancora si può trovare in questa effervescente vetrina che in brevissimo tempo è diventata la regina delle iniziative culturali della primavera abruzzese e tra le manifestazioni internazionali più accreditate.

Il Festival Internazionale di Bande Musicali è una festa di amicizia e di arte che raccoglie il  consenso del grande pubblico. Tanti appassionati o semplici curiosi arrivano a migliaia da tutta l’Italia ma anche dal resto d’Europa, per assistere agli emozionanti concerti e alle divertenti parate piene di colore e ritmo.

La manifestazione si avvale del Premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica e del premio di rappresentanza del presidente del Consiglio dei Ministri.

Con il Patrocinio di: Presidenza Consiglio dei Ministri; Ministero dei Beni delle attività culturali e del turismo; Rappresentanza in Italia della Commissione Europea; Regione Abruzzo; Rai Abruzzo; Città di Giulianova; DMC Hadriatica; Fondazione Tercas; Università degli studi di Teramo

Chieti

Il braccio di ferro tra Nato e Russia si è giocato anche al largo delle coste abruzzesi

Published

on

nave da guerra russa al largo dell'Abruzzo

Lo scorso luglio tre imbarcazioni da guerra russe sono state avvistate nell’Adriatico, al largo delle coste abruzzesi, pugliesi e siciliane. L’obiettivo dell’operazione navale russa, era sbarrare il passaggio alla portaerei statunitense Truman. Un nave da guerra russa si è posizionato di fronte all’Abruzzo.

PESCARA – Il primo a riportare la notizia è stato “The Ship Yard Naval Consultancy”, un sito che studia e analizza le rotte commerciali dei mercantili. Poi Repubblica l’ha ripresa e l’ha confermata attraverso le sue fonti. Il 22 luglio scorso tre imbarcazioni della flotta militare russa si sono posizionate nell’Adriatico per sbarrare il passaggio della portaerei americana “Truman”. Tra queste, il cacciatorpediniere “Ammiraglio Tributs”, una nave da guerra russa che dopo aver superato il Gargano, si è posizionato al largo della costa d’Abruzzo.

Oltre a questa, di fronte al litorale salentino, l’incrociatore “Varyag”, con batterie di missili a lungo raggio, teneva sotto tiro con i suoi radar il passaggio chiave per l’Adriatico, accompagnato da un battello spia, la “Vasily Tatishchev”, dotata di strumentazioni per intercettare comunicazioni radio e impulsi dei sensori.

Obiettivo di questo schieramento, sbarrare il passaggio alla portaerei americana verso lo specchio di mare più vicino all’Ucraina, per tagliarla fuori dalla linea di combattimento. Se la Truman si posizionasse nell’Adriatico infatti, potrebbe far partire rapidamente aerei e missili in direzione dello scenario degli scontri in corso.

Si tratta della prima manovra russa nelle acque dell’Adriatico. Nei mesi scorsi era arrivata a sfiorare la Calabria per “dare un’occhiata” alle esercitazioni della flotta del blocco Nato, ma mai si era spinta fino a bloccare il passaggio alle navi del blocco atlantico. Che non è rimasto a guardare.

La Us Navy ha immediatamente mandato una scorta alla portaerei “Truman”, che comunque dovrebbe ospitare a bordo sessanta cacciabombardieri F18. Anche una squadra Nato, la Standing Maritime Group Two, ha raggiunto la “Truman” ed ha schierato caccia e fregate americane, italiane, spagnole, turche e greche a protezione della portaerei. L’incrociatore americano “Forrest Sherman” infine, si è schierato di fronte all’omologo russo. Erano praticamente ai lati opposti del capo di Santa Maria di Leuca.

Al momento non è nota la posizione delle navi della flotta russa, né è chiaro se nelle acque sotto di loro navigassero anche dei sottomarini, ma si pensa che almeno un’unità sia rimasta in zona. Non si sa se si tratta della nave da guerra russa avvistata al largo della costa dell’Abruzzo, oppure delle altre due imbarcazioni. L’incrociatore “Varyag”, gemello di quello affondato dagli ucraini, è uno dei fiori all’occhiello della marina russa ed insieme al battello spia “Vasily Tatishchev” forma la coppia d’attacco della flotta che incalza le navi Nato. Di solito navigano nelle acque del Pacifico, ma allo scoppio del conflitto, sono state inviate nel Mediterraneo.

Continue Reading

Teramo

Giulianova, controlli dei carabinieri intensificati nella notte di Ferragosto

Published

on

carabinieri paletta posto di blocco 112

GIULIANOVA – Quattordici militari dei carabinieri a bordo di sette pattuglie hanno svolto un servizio di controllo del territorio intensificato durante la notte a cavallo tra il 14 e il 15 agosto, la notte del Ferragosto. I controlli hanno interessato un’ampia porzione della fascia costiera teramana, da Giulianova a Silvi Marina. Durante il pattugliamento straordinario, che rientra nell’ambito dell’operazione Estate Sicura, i militi hanno eseguito accertamenti sulle strade principali e all’interno di locali pubblici.

In totale, sono state identificate ottantuno persone, sono stati fermati cinquantuno veicoli e sono stati ispezionati dodici locali. Diverse le irregolarità riscontrate dai carabinieri di Giulianova durante la notte di Ferragosto. Tre persone sono state denunciate per reati relativi alla circolazione stradale. Un per essere stato fermato alla guida in stato d’ebrezza, un altro mentre era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, l’ultimo perché non aveva la patente e non l’aveva mai conseguita. L’auto che stava conducendo era oltretutto sprovvista di polizza assicurativa, pertanto è stata sequestrata.

Altri tre uomini sono stati denunciati invece, perché in seguito ai controlli veicolari, sono spuntati fuori attrezzi e oggetti utili a scassinare, che sono stati sequestrati. Infine una persona è stata arrestata in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Continue Reading

Teramo

Martinsicuro, la tradizionale regata storica “Memorial Abramo Micozzi”

Published

on

MARTINSICURO – Nella cittadina truentina i festeggiamenti di Ferragosto sono stati anticipati dal “Memorial Abramo Micozzi”, la storica regata martinsicurese giunta alla sua venticinquesima edizione. La regata si è disputata nelle acque antistanti il Sympathy Hotel, nel tratto di mare.

Ad imporsi nel maschile del “Memorial Abramo Micozzi”, Nuova Rosa, seguita da Tronto e Campo Casone. Nuova Rosa che si aggiudica anche nel duello femminile, di fronte a Franchi. La manifestazione ha visto la presenza, tra gli altri, del Sindaco Vagnoni, del Presidente del Consiglio Tassoni e dela vedova dell’ex Sindaco Micozzi.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.