La trasmissione “Un giorno in pretura” si occupa del caso del piccolo Jason Pruscino

Teramo. Nella puntata di “Un giorno in pretura” di sabato 13 maggio 2017 è stato approfondito il caso di Jason Pruscino, il bambino di meno di due mesi scomparso in circostanze misteriose. Nel 2014 i due genitori Denny Pruscino e Katia Reginella, originari della Val Vibrata, sono stati condannati all’ergastolo per l’omicidio del bambino e per l’occultamento del suo cadavere.

Un caso controverso, che ha visto entrambi i genitori di Jason Pruscino a scaricarsi la colpa a vicenda. Tuttavia, i giudici della Corte d’Assise di Macerata ha giudicato entrambi colpevoli. Le indagini sulla presunta morte del piccolo Jason hanno inoltre fatto luce sui maltrattementi che Denny Pruscino e la moglie destinavano agli altri due figli, più grandi.

Ancora oggi i resti del piccolo Jason non sono stati ritrovati, anche se le ricerche sono durate tre anni. Le autorità si sono concentrate in particolare nella zona boschiva di Folignano e nei suoi dintorni. Ai Carabinieri, Katia Reginella ha inoltre riferito che il marito avrebbe gettato il bambino dall’auto dopo averlo rinchiuso in un sacco della spazzatura, ancora vivo. In seguito, invece, ha riferito agli inquirenti che il piccolo Jason era stato affidato ad un’altra coppia.

La Corte d’Assise di Macerata dovrà fugare quindi i dubbi a riguardo e capire se Jason Pruscino sia stato ucciso oppure no.