fbpx
Connect with us

Abruzzo

Pineto, Turismo, salute e malamovida: se il silenzio è d’oro

Pio Di Leonardo

Published

il

Anche in Abruzzo il silenzio è d’oro. Chi ha detto, infatti, che un sano sviluppo turistico integrato sia in antitesi al potere salvifico -e rigenerante- della quiete e del silenzio? E come ci si può difendere se si viene “aggrediti” da troppi decibel serali o notturni, prodotti magari con l’unica finalità di un lucro e di una speculazione commerciale di basso profilo?

A questa e ad altre domande intende fornire risposte, ma anche stimoli, suggerimenti e proposte l’Incontro-Dibattito “No Degrado e MalaMovida” promosso dall’organizzazione “L’Abruzzo risveglia il Silenzio”, attiva nei Comuni di Pineto, Roseto, Giulianova, Tortoreto e Alba Adriatica, con il patrocinio del Comitato “Tutela Quiete Pubblica e Ambiente” di Pineto. Interverranno Sindaci e rappresentanti delle Istituzioni e delle Forze dell’ordine, medici, giuristi, giornalisti e operatori dei media, tecnici e specialisti.

Nelle società più evolute, la variabile rumore come “effetto collaterale” è tenuta in grande considerazione nella pianificazione di ogni azione di sviluppo urbano. Tale variabile è ritenuta ancor più importante e critica nel comparto turistico-alberghiero e, in generale, nella variegata industria dell’accoglienza, visto che fra i primi obiettivi della famiglia media europea per una vacanza serena ed un turismo di qualità, a giudicare dalle statistiche ufficiali, figurano il valore di un sonno tranquillo e ritemprante e la possibilità di riscoprire ritmi di vita naturali e rilassanti.

Eppure, in Italia l’inquinamento acustico è troppo spesso sottovalutato e, anzi, trattato con ironia o sufficienza a causa di vuoti legislativi, superficialità e negligenze dei singoli operatori e Comuni. La verità dei numeri e degli studi epidemiologici diffusi dall’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) e filtrati con allarme dal nostro Iss (Istituto Superiore di Sanità), però, descrive l’assalto dei decibel come un autentico “male sociale” del nostro tempo. Vero nemico invisibile, con un’incidenza negativa inferiore solo a quello dell’aria, esso miete decine di migliaia di vittime l’anno solo in Europa, aumentando di numerose volte il fattore di rischio mortalità per individui di ogni fascia di età.

Il diritto alla quiete e ad un riposo libero dai rumori molesti costituisce dunque una tematica di salute pubblica, che dovrebbe essere sempre tenuta nella giusta considerazione da parte di amministratori locali e imprenditori. Per essi, potrebbe diventare naturale trovare un punto di equilibrio e di incontro fra turismo e sviluppo del territorio e protezione del benessere e della salute dei cittadini, residenti e non.

L’appuntamento è fissato per Sabato 16 settembre 2017, dalle ore 9.30 alle 12.30, presso “Villa Arlini.

Teramo

Teramo: minacce di morte alla ex compagna, arrestato 50enne

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

femminicidio violenza sulle donne abusi

TERAMO – Non si rassegnava per la fine della relazione con la sua ex. Per questo, la Squadra Mobile di Teramo ha arrestato un uomo di 50 anni con l’accusa di stalking. L’uomo aveva iniziato a perseguitare la donna nel mese di agosto e, su segnalazione del personale medico dell’Ospedale di Giulianova, avrebbe minacciato di volerla uccidere. Nel mese di gennaio infatti, l’uomo avrebbe incontrato la sua ex e l’avrebbe minacciata di morte con un coltello. Ora l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari, come da ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Teramo. 

Continua a leggere

Teramo

Sant’Egidio alla Vibrata: operai folgorati dai fili dell’alta tensione, tragedia sfiorata

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Tragedia sfiorata questa mattina, lunedì 25 gennaio, in un’azienda agricola. I due operai, due uomini di 34 e 53 anni, sarebbero rimasti folgorati dai fili dell’alta tensione mentre stavano lavorando. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118 e da quanto si apprende, i due avrebbero riportato ustioni e necrosi da folgorazione. Le vittime sono state trasferite, dall’Ospedale Mazzini di Teramo, uno presso Centro Grandi Ustionati di Cesena, l’altro al Sant’Eugenio di Roma.

Continua a leggere

Abruzzo

CoViD Abruzzo, 25 gennaio: i dati aggiornati

Avatar

Published

il

Casi positivi a 40955* (+69 su 6685 test)

Sono complessivamente 40955 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 69 nuovi casi (di età compresa tra 1 mesi e 89 anni).

*(il totale risulta inferiore di 3 unità perché sono stati sottratti casi risultati duplicati o in carico ad altra Regione)

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 13, di cui 2 in provincia di Pescara e 11 in provincia di Chieti.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 25 nuovi casi e sale a 1418 (di età compresa tra 46 e 94 anni, 1 in provincia di Chieti, 4 in provincia dell’Aquila, 13 in provincia di Teramo e 7 in provincia di Pescara). Del totale odierno, 16 casi sono riferiti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 29341 dimessi/guariti (+499 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10196 (-458 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 597578 tamponi molecolari (+1800 rispetto a ieri) e 45979 test antigenici (+4885 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari all’1 per cento.

426 pazienti (-4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva44 (invariato rispetto a ieri con 1 nuovo ricovero) in terapia intensiva, mentre gli altri 9726 (-454 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 11948 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+7 rispetto a ieri), 9154 in provincia di Chieti (+39), 8613 in provincia di Pescara (+16), 10731 in provincia di Teramo (+9), 348 fuori regione (invariato) e 161 (-5) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.


Per info su Il Martinohttps://ilmartino.it/ e la pagina Facebook:  https://www.https://www.facebook.com/ilMartino.it/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy