fbpx
Connect with us

Fermo

Civitanova Marche, inseguimento nella notte sull’A14, la polizia recupera refurtiva

Pubblicato

il

FERMO – Ieri notte lungo la A14 è andato in scena un inseguimento tra la Polizia e due ladri. Questi sono riusciti a dileguarsi, ma gli agenti hanno recuperato la refurtiva.

Mentre erano di pattuglia, intorno alle 4, gli uomini di Porto San Giorgio hanno notato un’auto che, dopo essersi immessa in autostrada dal casello di Porto Sant’Elpidio, viaggiava a velocità sostenuta in direzione nord. Insospettiti, i poliziotti hanno cercato di raggiungerla per effettuare un controllo. Tuttavia l’auto, poi risultato rubata nel padovano, ha ingranato la marcia ed ha tentato di seminarli.

Subito gli agenti si sono lanciati al suo inseguimento. I due a bordo dell’auto rubata, dopo pochi chilometri hanno capito che sarebbero stati bloccati di lì a poco. Allora raggiunta una piazzola di sosta, all’altezza di Civitanova Marche, hanno abbandonato il veicolo, quando era ancora in movimento, e si sono dileguati a piedi oltre la recinzione. Aiutati dal buio sono riusciti a far perdere le proprie tracce nelle campagne circostanti. A bordo del mezzo abbandonato, gli agenti hanno ritrovato diversi utensili professionali di valore, trafugati da una rivendita del fermano. Oltre a questi erano presenti anche gli arnesi da scasso usati.

La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario, mentre proseguono le indagini per acciuffare i due ladri.

 

Fermo

Fermo: in auto con un pugnale, denunciate tre persone

Pubblicato

il

FERMO – I carabinieri del Comando Provinciale di Fermo hanno denunciato tre persone per porto abusivo di armi da taglio. In auto è stato trovato un grosso pugnale. L’arma è stata sequestrata e i tre individui denunciati. 

Continua a leggere

Fermo

Fermo: denunciati due 40enni per rapina

Pubblicato

il

FERMO – Come promesso, venute meno le esigenze investigative, un altro colpo della Squadra Mobile fermana nel contrasto ai reati predatori. 

Il punto di partenza sono, ancora una volta, le specifiche attività di controllo a Lido Tre Archi come riportato nel comunicato di ieri relativo al sequestro di un panetto di sostanza stupefacente nel corso dei controlli nel quartiere costiero di Fermo, ma gli investigatori, nel contempo, hanno chiuso un’altra indagine che è durata pochi giorni ma che ha portato alla denuncia all’Autorità Giudiziaria per il reato di rapina di due nordafricani circa quarantenni gravitanti uno a Lido Tre Archi e l’altro a Porto Sant’Elpidio.

Ed è proprio nel Comune dedicato al Santo della speranza che è avvenuto il reato per il quale i segugi della Squadra Mobile hanno avviato e tempestivamente concluso le attività di polizia giudiziaria.

Pochi giorni fa, infatti, la Volante della Questura è intervenuta a Porto Sant’Elpidio a seguito dell’aggressione di un cittadino da parte di due stranieri.

Giunti sul posto, gli operatori hanno ricostruito gli eventi nel corso dei quali l’uomo, che si era recato nel proprio garage, aveva scoperto due individui che stavano asportando uno scooter di sua proprietà.

La vittima ha cercato di bloccarli ma i due soggetti lo hanno aggredito fisicamente per portare a compimento il reato e guadagnare la fuga, colpendolo con oggetti trovati nel locale, successivamente scappando di corsa per le vie della città senza il bottino desiderato.

Pochissimi gli elementi a disposizione per la loro identificazione anche a causa dell’immediata aggressione subìta, della furia dei due malfattori che non aveva consentito alla vittima di acquisire sufficienti elementi della loro fisionomia e per il parziale travisamento del loro volto.

Unica traccia lasciata sul posto, purtroppo inutile, un paio di occhiali, ma anche le attività della Polizia Scientifica svolte subito sul luogo del reato non hanno portato contributi utili per lo sviluppo delle indagini.

Ma i pochi elementi acquisiti nell’immediatezza dai poliziotti della Volante, prima che i ricordi potessero confondersi, sono stati sufficienti alla Squadra Mobile per indirizzare correttamente le indagini verso i due soggetti ben noti agli investigatori per caratteristiche fisiche e dinamiche criminali.

E dagli indizi si è passati, in breve tempo, alle prove della loro responsabilità.

Cristallizzato l’arco temporale del grave reato, sono state analizzate le immagini della videosorveglianza cittadina sulla quale l’Amministrazione comunale ha investito rilevanti risorse e che anche in questa occasione sono state fondamentali per incastrare i colpevoli.

I fuggitivi sono stati seguiti dal luogo del reato, i particolari del loro abbigliamento e alcune caratteristiche fisiche hanno permesso di dare loro prima un volto e poi una identità certa con la quale sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per il reato di tentata rapina aggravata.

Ancora un risultato positivo nel contrasto ai reati contro il patrimonio frutto della professionale sinergia operativa tra gli operatori della Questura.

Continua a leggere

Fermo

Fermo: 20enne denunciato per possesso di droga e dieci multe per violazione codice della strada

Pubblicato

il

FERMO – Proseguono senza soluzione di continuità i controlli ad ampio raggio nel quartiere costiero di Lido Tre Archi.

Servizi mirati, che fanno seguito a specifiche attività di indagine, di osservazione e di appostamento ma anche vigilanza del territorio con identificazione dei residenti e domiciliati nel territorio litoraneo di Fermo per continuare a ribadire la presenza dello Stato e della legalità.

Se nella giornata di lunedì la Polizia di Stato fermana ha identificato più di 200 persone e sottoposto a verifica amministrativa altrettanti veicoli, elevando 10 sanzioni per violazioni al codice della strada, la metà dei numeri sopra riportati sono derivati dai servizi straordinari disposti dal Questore nel quartiere costiero.

Accertamenti a tappeto, sia lungo le strade che presso i pubblici esercizi, negli androni dei palazzi ed in alcuni appartamenti per controllare e contrastare occupazioni abusive e verificare la presenza presso il loro domicilio di soggetti sottoposti a misure di prevenzione personale o a misure cautelari giudiziarie.

Attività anche in questo caso condotte dalla Squadra Mobile con l’ausilio di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e l’unità cinofila della Guardia di Finanza per approfondire spunti investigativi e per un più efficace contrasto alla criminalità predatoria ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Un costante work in progress ma anche risultati operativi immediati come quello che ha portato al rinvenimento di un panetto di hashish del peso di un etto sequestrato ad un ragazzo di circa 20 anni con residenza campana ma provvisoriamente domiciliato a Lido Tre Archi.

Durante un posto di controllo su via Pietro Nenni con verifiche di ogni auto in transito, è stata fermata un’autovettura con due giovani a bordo.

L’attenzione degli investigatori è stata attirata dal nervosismo del passeggero che ha tentato di allontanarsi adducendo delle necessità impellenti ma che, poco prima dell’arrivo sul posto del cane della Guardia di Finanza, ha spontaneamente estratto dalla tasca un panetto di sostanza stupefacente che la Polizia Scientifica ha successivamente rilevato essere hashish, pronta per essere frazionata in moltissime dosi per lo spaccio.

Le successive perquisizioni del veicolo e dell’abitazione del ragazzo non hanno portato al rinvenimento di ulteriore droga ed il giovane, dopo il fotosegnalamento in Questura è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per la detenzione ai fini di spaccio dello stupefacente, che è stato sequestrato.

Un giovane senza precedenti, fino a ieri, caduto nella rete della Squadra Mobile fermana e ancora un successo nel contrasto anche allo spaccio di droga al quale si aggiungono ulteriori importanti risultati operativi che saranno raccontati non appena le esigenze investigative lo permetteranno.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy