Ascolano condannato a 8 mesi: scriveva ingiurie alla Samb con la bomboletta spray

ASCOLI PICENO – Un ascolano è stato condannato a 8 mesi di carcere per aver insudiciato manufatti autostradali dell’A14, con scritte, create con bombolette a spray, di insulti nei confronti della Sambenedettese Calcio. Sono questi i motivi che hanno portato il giudice Marco Bartoli, a condannare uno dei cinque ragazzi, che erano stati accusati dello stesso atto, a otto mesi di carcere. Un processo di primo grado durato 5 anni, da quando i giovani, in una notte di agosto furono sorpresi in fraganza di reato a compiere gli atti vandalici.

Assolti gli altri quattro ragazzi.