Montesilvano, perseguita e ruba in casa all’ex fidanzata: arrestato

MONTESILVANO – Un 30enne di San Giovanni Teatino (Chieti) è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di atti persecutori e furto in abitazione, commesso nella casa dell’ex fidanzata che perseguitava dalla fine della loro relazione.

La donna, una 25enne residente a Montesilvano, aveva subito un furto in casa lo scorso 28 novembre ma dalle indagini dei Carabinieri non erano emersi segni di effrazione. Il presunto ladro aveva portato via oggetti di valore, contanti per 1.500 euro e i documenti d’identità, senza mettere a soqquadro nulla. Ai Carabinieri, la giovane aveva raccontato di aver chiuso alcuni mesi prima una tormentata relazione con il suo ex.

I militari dell’Arma, insospettiti sia dalle modalità del furto che dal racconto della giovane, hanno approfondito le indagini scoprendo che l’autore del furto era stato proprio il 30enne, entrato in casa con una copia delle chiavi di cui la giovane non ne conosceva l’esistenza. All’uomo sono stati attribuiti anche diversi atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata.