12 gennaio 1975, che SAMB!!!!!

E’ domenica 12 gennaio 1975, quando i “CORSARI DI MARASSI”, così chiamati e descritti in un bellissimo libro di Remo Croci, espugnano, 3-2, lo stadio del capoluogo ligure.

E’ una vittoria memorabile della “SamBergamasco”, espressione vincente di un calcio champagne, che vince la sua prima gara esterna dopo il ritorno in serie B nell’estate del 1974.

La Samb di Marino Bergamasco mostra al pubblico di “Marassi” tutta la sua freschezza, la sua determinazione, la sua abnegazione dando spettacolo e ricevendo applausi a scena aperta.

Già in doppio vantaggio dopo neanche un quarto d’ora di gioco con “Faina” Simonato e un’autorete del nazionale Roberto Rosato, i rossoblù subiscono la rete del Genoa alla mezz’ora con Fabio Marchini.

I liguri di mister Vincenzi, a quel punto, pensano di poter ribaltare il risultato ma devono fare i conti con i ragazzi sambenedettesi.

Non passa neanche un minuto della ripresa quando “Bomber Chimenti” batte l’ex portiere dell’Inter Sergio Girardi ammutolendo di nuovo i rossoblù liguri: Samb 3, Genoa 1.

Soltanto il giovane Roberto Pruzzo riesce a scardinare per la seconda volta la rete della Samb difesa da Silvano Martina: siamo a meta della ripresa e qui si esaurisce lo score dei marcatori.

La “SamBergamasco” di capitan Giovanni Romani (detto “La Rogna”, sambenedettese purosangue) compie l’impresa!!!!!

E nello stadio di Marassi, quel 12 gennaio, festeggiò tutta la città grazie a Giammarini e Marcello Camiscioni che, rispettivamente, con la telecamera e con il racconto vocale poterono rendere visibile a tarda sera tramite la mitica “TELECAVO” sambenedettese e farci stare fino a tarda notte per gioire di questa “grande impresa”…

CHE SAMB !!!!!

QUELLA DOMENICA A “MARASSI”…

SPETTATORI: 20000 circa.


La Samb 1974-75 nelle “Figurine Calciatori Panini”.