fbpx
Connect with us

Teramo

Martinsicuro, Hera Luce: entro primavera illuminazione pubblica riqualificata

Published

il

MARTINSICURO – Entro la primavera, l’impianto di illuminazione pubblica sarà completamente rinnovato. Saranno risolte le criticità segnalate e saranno colmate le lacune presenti. Per l’inizio della stagione turistica, Martinsicuro e Villa Rosa saranno completamente illuminate.

A darne annuncio Hera Luce. L’azienda, insieme al Comune di Martinsicuro ed alla Provincia di Teramo, ha organizzato per domani un incontro, nel quale saranno illustrati alla cittadinanza gli interventi compiuti fino ad ora e quelli ancora da realizzare. Si terrà a Villa Rosa, presso la Parrocchia di San Gabriele, alle 21.

Il tema dell’illuminazione pubblica è molto sentito nel territorio. A partire dall’estate, disagi e blackout hanno interessato entrambi i paesi. Diverse zone hanno registrato un’insufficienza cronica negli impianti di illuminazione e quando non sono rimaste completamente al buio, sono rimaste scarsamente illuminate. A partire da ottobre, hanno preso via i lavori di riqualificazione dell’illuministica cittadina.

<<Questo incontro sarà una valida occasione per confrontarci con la cittadinanza ed illustrare, grazie anche alla presenza dei tecnici della Provincia e dei responsabili della Hera Luce, il lavoro svolto finora sul territorio e quello che si andrà a realizzare nei prossimi mesi>> sottolinea il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, che continua: <<Da parte nostra continueremo a lavorare per risolvere tutti i problemi di pubblica illuminazione che interessano il nostro territorio e proseguiremo il costante monitoraggio degli interventi in via di realizzazione, come già fatto in questi mesi. L’auspicio è che si possa proseguire con un rapporto di fattiva collaborazione che ci permetta, nel più breve tempo possibile, di centrare gli obiettivi che sono stati prefissati dal Progetto Paride>>.

Il progetto al quale il primo cittadino fa riferimento, è quello relativo alla riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica. In primis verrà completata la sostituzione delle vecchie lampade a sodio, con i nuovi punti luce a LED. 1.500 sono già state sostituite, altrettante quelle ancora da cambiare. I 3000 nuovi punti luce a risparmio energetico ammonteranno all’82% del totale. L’impiego dei LED, porterà ad un risparmio energetico annuale di 1.865 MWh, ovvero l’84% dei consumi attuali. In proporzione, è pari al consumo medio di 700 famiglie. Effetti benefici anche per l’ambiente, dal momento che non saranno immesse 4.600 tonnellate di CO2. Previsti interventi anche alla struttura dell’impianto: saranno sostituiti 1,5 km di linee aeree e 4 km di linee interrate, saranno posati 500 metri di nuovi cavidotti e saranno sostituiti 38 quadri elettrici.

Si dice soddisfatto per il lavoro svolto fino ad ora, il Direttore Generale di Hera Luce, Alessandro Battistini: <<quando siamo subentrati nella gestione dell’impianto a Martinsicuro eravamo consapevoli della sua obsolescenza e delle problematiche che avremmo dovuto gestire inizialmente. Grazie al know-how che stiamo mettendo in campo e al clima di collaborazione costruito con l’Amministrazione Comunale, sono però certo che la fase più critica sia ormai alle spalle e il 2018 sarà certamente l’anno in cui Martinsicuro potrà contare su un’illuminazione pubblica di assoluta eccellenza>>.

Abruzzo

ANCI Abruzzo su situazione post-terremoto

L’intervento del Presidente ANCI Abruzzo Gianguido D’Alberto

Published

il

ricostruzione terremoto l'aquila

Pubblichiamo l’intervento del Sindaco di Teramo e Presidente ANCI ABRUZZO, Gianguido D’Alberto, sulla situazione attuale post-terremoto.

“Come sindaci abruzzesi del cratere siamo pronti anche a restituire le fasce tricolori al Presidente del Consiglio se il pacchetto di misure per le zone terremotate non verrà inserito nel DL ‘Rilancio” ovvero nel prossimo DL Semplificazioni”.

E’ inaccettabile il fatto che non siano stati discussi gli emendamenti, la cui gran parte sono ad invarianza finanziaria, a costo zero, e non si capisce come il Governo non si sia reso conto della delicatezza della tematica legata alla ricostruzione post sisma 2016, a distanza di quattro anni dai primi eventi sismici.

Il momento per poter adottare misure tese alla sburocratizzazione delle procedure non può che essere adesso e, non essendoci motivi finanziari ostativi, gridiamo a gran voce di poter inserire il “pacchetto sisma” nel prossimo decreto oggetto di conversione. In questi mesi, tutti noi Sindaci del Cratere abbiamo lavorato al fianco del Commissario Legnini per un pacchetto di norme tese ad affiencientare il percorso della ricostruzione Sisma Centro Italia e, a distanza di anni, non tolleriamo più questa situazione di mancate risposte.
Siamo disposti a riconsegnare le nostre fasce se non otteniamo una vera risposta per la tematica sisma centro Italia. L’azione intrapresa dal Commissario, come è evidente, è tesa ad un percorso che veda la ricostruzione come elemento fondamentale per le Regioni colpite. Noi Sindaci del cratere, combattiamo quotidianamente affinchè vi possano essere delle risposte alle migliaia di sflollati che ancora non hanno minima consapevolezza del loro rientro negli alloggi, ma se il Governo pensa di ignorare i nostri territori a distanza di tutti questi anni, evidentemente dimostra di non avere consapevolezza della portata della problematica.

Con la non considerazione del pacchetto ricostruzione rischiamo di assistere ad un ulteriore schiaffo ai territori del cratere. Vedere i nostri territori costretti ancora all’ elemosina legislativa è un insulto agli ancora 45.000 sfollati del sisma del centro Italia, oltre che a a tutti i sindaci conivolti.

Ricordo che gli emendamenti presentati sono riconducibili a temi essenziali per i nostri territori, come: stabilizzazione del personale tecnico ed amministrativo, rafforzamento degli organici e proroga dei contratti in scadenza, con allineamento alla scadenza dello stato d’emergenza al 31.12.2021, insieme ad ulteriori misure per i Comuni (Tari e mutui); l’Istituzione di un fondo stabile per lo sviluppo dell’economia del cratere mediante la destinazione di una quota delle risorse disponibili e future destinate alla ricostruzione; superincentivi sisma ed ecobonus con un contributo per la ricostruzione delle case; semplificazione della ricostruzione pubblica e poteri straordinari per le opere più complesse, con rifinanziamento per gli anni futuri del fondo per gli interventi pubblici; revisione delle tariffe professionali dopo l’introduzione della modalità certificata dei progetti che abbiamo attuato con l’Ordinanza 100.
Si tratta di temi noti e a tempo condivisi con i Sindaci e i Ministeri competenti e che trovano corrispondenza negli emendamenti che sono stati depositati dai parlamentari appartenenti a diversi gruppi nel corso della conversione del decreto “Rilancio”.
Condivido la posizione che hanno espresso le altre Anci regionali . Non è importante il veicolo normativo dove queste norme troveranno collocazione . È decisivo invece che esse siano varate al più presto perché solo così sarà possibile completare il quadro delle misure indispensabili per far finalmente decollare la ricostruzione, alla vigilia del quarto anno dal sisma.
Il tempo è già scaduto, noi sindaci non staremo a guardare.

Continua a leggere

Abruzzo

Torano Nuovo: disinfestazione e disinfezione

Segnalazione dal Comune abruzzese

Published

il

Continua il nostro servizio per i cittadini di Marche e Abruzzo, per informare sulle attività comunali.

Segnaliamo a Torano Nuovo, in provincia di Teramo, disinfestazione e disinfezione nella notte tra lunedì 6 e martedì 7 luglio. Si raccomanda di tenere le finestre chiuse.

Se volete segnalare potete farlo all’indirizzo di posta elettronica info@ilmartino.it

Continua a leggere

Abruzzo

Alba Adriatica: Città che legge 2020-2021

Lo comunica il Primo Cittadino albense

Published

il

ALBA ADRIATICA CONQUISTA IL TITOLO DI “CITTÀ CHE LEGGE” PER IL BIENNIO 2020/21.

Una bella notizia in questo periodo complicato per la cittadina abruzzese, comunicato dal Sindaco Antonietta Casciotti.

Un riconoscimento prestigioso, ottenuto per la prima volta e che ci riempie di gioia, un risultato che ha visto in prima linea l’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione e la Pro loco Spiaggia d’Argento che attraverso la preziosa e professionale collaborazione della Dott.ssa Paola Donatelli hanno promosso la Biblioteca Comunale quale centro permanente di promozione culturale facendo rete con le Istituzioni scolastiche quali protagoniste attive del territorio.

Dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità: è con questa consapevolezza che il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani attraverso la qualifica di Città che legge ha deciso di promuovere e valorizzare quelle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura (Libriamoci, Maggio dei libri, ), si impegna a promuovere la lettura con continuità anche attraverso la stipula di un Patto locale per la lettura che preveda una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati per realizzare pratiche condivise.
Ringrazio in modo particolare l’Assessore alla cultura Di Matteo Francesca e la Dott.ssa Paola Donatelli per aver creduto insieme a me a questa grande opportunità.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone