Pescasseroli, bimba di 3 mesi morta, il padre: “Mi è scivolata e ha sbattuto la testa”

PESCASSEROLI – L’autopsia sulla neonata di tre mesi morta a Pescasseroli ha rivelato come il decesso sia avvenuto per emorragia cerebrale. A questo si è aggiunto il racconto del papà della piccola agli inquirenti della procura di Avezzano che ha spiegato come la bimba sarebbe scivolata dalle sue mani mentre le stava dando il latte e avrebbe sbattuto la testa. Di lì a poco la piccola avrebbe cominciato a sentirsi male e, a quel punto, l’uomo avrebbe chiamato la compagna al telefono, chiedendole di rientrare dal lavoro perché la piccola non stava bene. La bambina ha riportato una frattura cranica con un’emorragia cerebrale che ne avrebbe causato il decesso. L’uomo avrebbe inizialmente taciuto per paura.

La piccola era stata soccorsa nel distretto sanitario montano, dove era giunta in condizioni disperate ed era poi arrivata all’ospedale di Avezzano, senza ormai più speranze (l’elisoccorso era impossibilitato ad alzarsi in volo per il forte vento). Sull’accaduto la procura di Avezzano ha aperto un’inchiesta per incidente domestico con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, al momento contro ignoti. Il caso però potrebbe essere trasferito ai magistrati di Sulmona per competenza territoriale. I funerali della bimba, salvo disposizioni diverse della magistratura, dovrebbero tenersi domani pomeriggio.