fbpx
Connect with us

Abruzzo

Rete antiviolenza: Provincia di Teramo illustra il rafforzamento dei propri servizi

Pio Di Leonardo

Published

il

TERAMO – Un confronto sulla filiera dei servizi di prevenzione e assistenza a sostegno di donne vittime di violenza partendo dal rafforzamento di quelli gestiti dalla Provincia: il centro “La Fenice” e la casa rifugio “Maia”.

Questa mattina, in sala Giunta, si sono incontrati tutti gli attori che con diverse competenze e funzioni si occupano di questo fenomeno e che già nel 2016 hanno sottoscritto, su iniziativa della Procura di Teramo, di un protocollo interistituzionale per migliorare le azioni di contrasto.

La Provincia, sulla base dei dati, dell’esperienza maturata con i casi gestiti e, quindi, delle’anlisi dei punti di forza e delle criticità rilevate sul campo, ha avanzato alcune proposte e fra queste quella dell’organizzazione di un’informazione sistematica, costante e comune sui servizi esistenti (non solo quelli della Provincia) con un maggiore orientamento all’utenza partendo dai luoghi di primo approccio delle donne: medici di base, farmacie, pronto soccorso, consultori.

Una carenza da colmare è quella della copertura del servizio nelle aree interne: sarebbe importante avere più punti di accoglienza e informazione e a questo proposito la consiglierà delegata alle pari opportunità, Federica Vasanella, ha chiesto collaborazione alla Asl per verificare la possibilità che le operatrici del Centro antiviolenza possano essere ospitati periodicamente nei poliambulatori e nei consultori esistenti.

L’incontro ha fornito l’occasione per illustrare le iniziative assunte dall’ente per rafforzare i propri servizi: il centro antiviolenza, infatti, oltre alle tre operatrici, la psicologica/psicoterapeuta Cristina Bellocchio, all’assistente sociale Federica Di Gregoria e all’avvocato Shaula D’Antonio, si è arricchito con la presenza di volontarie esperte in violenza domestica e abusi, di mediatrici culturali e di un’interprete. Anche per la casa rifugio sono state introdotte delle novità che migliorano sensibilmente il servizio, oggi attivo h24 con il cosiddetto “ingresso in emergenza” che consente di accedere alla struttura senza un vaglio preliminare rinviando in un secondo momento gli accertamenti del caso.

Casa Maia, unica casa rifugio sul territorio provinciale, può accogliere fino a tre nuclei familiari con minori e si trova in un luogo segreto che garantisce protezione alle donne nel momento più delicato: quello della scelta di allontanarsi da una situazione di abusi.

Alla riunione ha partecipato anche il presidente Renzo Di Sabatino che ha ribadito l’impegno dell’ente a sostenere i servizi antiviolenza che, va sottolineato, non hanno una linea di finanziamento diretto e che, quindi, vanno alimentati presentando periodicamente progetti alle istituzioni che finanziano il sociale, dalla Regione alla Fondazione Tercas.

“Il confronto periodico su un tema tanto delicato è molto utile, rappresenta un metodo che consente di valutare e migliorare quanto si sta già facendo; i cambiamenti portati avanti in questi mesi, infatti, sono il frutto dell’analisi dei punti di criticità e dei risultati ottenuti: torneremo a incontrarci di nuovo e la Provincia si farà carico di elaborare un piano di informazione capillare che possa supportare tutta la rete” ha dichiarato a margine della riunione la consigliera Vasanella.

Si ricorda che il centro antiviolenza (presente a Teramo, Martinsicuro e Pineto) e casa Maia sono raggiungibili telefonando allo 0861/029009

Abruzzo

Coronavirus: nuovo caso a Martinsicuro

Una persona positiva nella cittadina vibratiana. Vagnoni chiede di rispettare la situazione e non diffondere notizie false

Published

il

martinsicuro vagnoni covid nuovo caso coronavirus

Coronavirus: nuovo caso a Martinsicuro.Comunicazione da parte del Sindaco Massimo Vagnoni.
Nella tarda mattinata ho ricevuto anticipazione da parte della ASL di Teramo di una persona risultata positiva al covid-19 e residente nel nostro Comune .
La persona, “asintomatica” si trova a casa e sta bene, così come stanno bene i più stretti familiari che hanno eseguito tamponi con esiti negativi .
Sono state avviate le procedure di vigilanza per coloro che hanno avuto contatti diretti .
Questi sono i fatti che posso raccontare dopo aver assunto informazioni direttamente .
Infondate sono invece tutte le voci che girano da ieri sulla vicenda con il coinvolgimento di terze persone e/o attività del tutto estranee e che sono state tirate in ballo in maniera inaccettabile .
I contatti sono circoscritti e già tracciati .
Il resto è pura invenzione di persone irresponsabili .
Invito quindi tutti quanti ad evitare di mettere in giro voci alimentate solo “dal sentito dire” senza prima aver verificato la veridicità delle stesse e, soprattutto, senza il minimo rispetto né della famiglia della persona positiva né delle persone coinvolte, in un modo o nell’altro, in questa vicenda.
Su questi temi non si scherza .
Comportiamoci da persone serie e normali.
Buona serata.

Come in precedenza il sindaco vibratiano chiede di rispettare la privacy della persona, come successe anche nei casi precedenti https://www.ilmartino.it/2020/04/coronavirus-a-martinsicuro-il-primo-decesso-per-covid-19-vagnoni-vicinanza-alla-famiglia/

Il nuovo caso di Coronavirus a Martinsicuro è l’unico registrato oggi in provincia di Teramo, mentre nella giornata di ieri si era registrato un altro positivo nel capoluogo provinciale. https://www.aslteramo.it/

Continua a leggere

Abruzzo

EMERGENZA COMUNE: una app da Martinsicuro alla Vibrata

Il progetto ha visto coinvolti i Comuni di Martinsicuro (capofila), Alba Adriatica, Civitella del Tronto, Colonnella, Nereto e Tortoreto

Published

il

martinsicuro app emergenza comune

EMERGENZA COMUNE: una app da Martinsicuro alla Vibrata. Riceviamo la seguente comunicazione direttamente dal Comune di Martinsicuro.

Il progetto “COMUNI-CARE”, classificato 1° nell’avviso pubblico della Regione Abruzzo, raggiunge un importante traguardo: la creazione dell’app EMERGENZA COMUNE. 

Il progetto, che ha visto coinvolti i Comuni di Martinsicuro (capofila), Alba Adriatica, Civitella del Tronto, Colonnella, Nereto e Tortoreto, intende unificare in un unico modello ordinanze, avvisi e allerte relative alla protezione civile, con un linguaggio chiaro e comprensibile.

Con l’app sarà possibile avere un canale comunicativo diretto con i cittadini, le forze dell’ordine, gli enti sovracomunali (Regione, Provincia, Prefetto), le associazioni di volontariato.

L’app, sviluppata dalla società APPINNOVA, contiene al suo interno i piani di emergenza e le aree di emergenza geolocalizzate, gli scenari di rischio (dal coronavirus al rischio idrogeologico passando per tutti i rischi del territorio) per comprendere meglio cosa fare e non fare durante un’emergenza, le comunicazioni, ovvero tutti gli avvisi, le ordinanze e le notifiche di emergenza.

Inoltre, sono stati inseriti il geo-tracking e il diario salute, per dare alla comunità gli strumenti utili per monitorare il proprio stato di salute.”L’App, nello specifico, fornirà una serie di informazioni che determineranno, di volta in volta, l’atteggiamento precauzionale da prendere così da mettere in pratica quelle che sono le indicazioni previste nei piani di emergenza comunale”. 


“Il progetto prevede ancora altre attività” sottolineano il sindaco di Martinsicuro Massimo Vagnoni e l’assessore all’ambiente e alla protezione civile Marco Bruno Cappellacci. “Saranno infatti  installati sensori, sia di livello nei sottopassi per i comuni costieri sia pluviometrici per i comuni collinari e fornite radiotrasmittenti”. 

Continuiamo a lavorare con l’obiettivo di fornire alla comunità importanti strumenti che consentano di seguire correttamente le indicazioni previste dai piani di emergenza comunali, in modo da gestire ogni criticità con azioni efficaci ed efficienti .

Confidiamo nel successo di EMERGENZA COMUNE, una app da Martinsicuro alla Vibrata per i nostri cittadini.

Per informazioni sul Comune di Martinsicuro: http://www.comune.martinsicuro.te.it/c067047/hh/index.php https://www.ilmartino.it/2020/03/martinsicuro-appello-del-sindaco-state-a-casa/

Continua a leggere

Pescara

Montesilvano: auto a fuoco nella notte. Accertamenti in corso

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

MONTESILVANO – Tre auto sono andate a fuoco nella notte in via Adamello.

Da quando si apprende pare che l’incendio si sia generato da una’Audi A3 che poi ha coinvolto una moto e una Opel. Sul posto sono intervenuti immediatamente i Vigili del fuoco che, nel giro di poco tempo, sono riusciti a domare le fiamme e i carabinieri della Compagnia di Montesilvano.

L’Audi e la moto sono distrutte, danni invece per la Opel. Gli accertamenti sulle cause del rogo sono in corso.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone