ANCONA – Manca un mese alle Elezioni e tutti i tasselli del mosaico elettorale sono andati al loro posto. Le urne saranno aperte domenica 4 marzo. Si voterà con sistema elettorale misto, l’ormai famigerato Rosatellum Bis, in parte maggioritario, in parte proporzionale. Determinate per i risultati elettorali, il responso che uscirà dalle singole regioni.

In entrambi i rami del Parlamento, sia alla Camera che al Senato quindi, i seggi saranno eletti in due diversi collegi. Un terzo circa, nei collegi uninominali, mentre la restante parte, nei collegi plurinominali. Il sistema elettorale non prevede nessun premio di maggioranza. In base alle stime quindi, per ottenere la maggioranza assoluta, un gruppo, o una coalizione, dovrebbe ottenere il 42% dei consensi.

Le liste possono unirsi in coalizione, che deve essere unica a livello nazionale e con un medesimo candidato. Non è possibile il voto disgiunto. Nessun vincolo di mandato è stato imposto per il dopo elezioni. La distribuzione dei seggi rispetterà le “quote rosa”: nessuno dei due generi può essere rappresentato in misura maggiore del 60%.

Alla Camera dei Deputati si eleggono 630 seggi: 232 dai collegi uninominali, 386 dai collegi plurinominali, 12 dalla circoscrizione estero, eletti con sistema proporzionale con preferenze.

Al Senato si eleggono 315 seggi: 116 dai collegi uninominali, 193 dai collegi plurinominali, 6 dalla circoscrizione estero.

Nei collegi uninominali ci sarà un solo candidato per lista. Il vincitore sarà eletto con sistema maggioritario. Quello che prende un voto in più rispetto agli avversari vince. I collegi plurinominali prevedono invece listini bloccati, eletti con sistema proporzionale. In base ai risultati elettorali, i seggi vengono distribuiti proporzionalmente tra le liste. La circoscrizione estero infine, vota con sistema proporzionale e preferenze. Ammesse le pluricandidature. Un candidato ai collegi uninominali può presentarsi in massimo 5 collegi plurinominali.

Doppia soglia di sbarramento. Le liste per entrare in Parlamento, devono raggiungere il 3% dei consensi. Se si uniscono in coalizione, la soglia sale fino al 10%. In questo caso però, almeno un gruppo al suo interno deve raggiungere il 3%. Se una lista non arriva alla soglia di sbarramento, ma si presenta in una coalizione che la raggiunge, i suoi voti vanno al partito più votato della coalizione. Non contano però i voti delle liste che non raggiungono l’1%.

Sulla scheda elettorale, uguale sia per la Camera che per il Senato, per prima cosa saranno stampati i nomi dei candidati al collegio uninominale. Al di sotto, ci saranno i simboli delle liste, affiancate dall’elenco numerato dei candidati ai seggi plurinominali.

Il voto si può esprimere in diversi modi. Si può tracciare un segno sul candidato al collegio uninominale, oppure sul simbolo della lista. È anche possibile barrare entrambe le caselle, a patto però che si scelga una lista ed un candidato collegati. Non è ammesso infatti il voto disgiunto, ovvero sia ad un candidato al collegio uninominale, che ad una lista che non lo sostiene.

Se si barra solo il simbolo di una lista, il voto viene esteso anche al candidato che quella lista sostiene. Stessa cosa se si traccia il segno sia sul simbolo della lista, che sul nome del candidato al collegio uninominale. Se invece si barra solo la casella del candidato, il voto viene esteso anche alla lista che lo sostiene. In caso di coalizione, i voti vengono poi ripartiti proporzionalmente tra tutte le liste di quella coalizione, in base ai risultati elettorali di quel collegio.

La lotta alle urne sarà combattuta principalmente tra tre schieramenti: centrodestra, centrosinistra, Movimento 5 Stelle. La coalizione di centrodestra è composta da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia ed altri gruppi più piccoli. La coalizione di centrosinistra è composta da Partito Democratico, Civica Popolare per Lorenzin, Insieme, +Europa con Emma Bonino ed altri gruppi più piccoli. Il Movimento 5 Stelle corre da solo.

Nelle Marche sono 24 i seggi del Parlamento in ballo: 16 alla Camera dei Deputati, 8 al Senato. Le liste dei candidati che sono state depositate sono 21: CasaPound, Sinistra Rivoluzionaria, Liberi e Uguali, Il popolo della famiglia, Potere al Popolo, Movimento 5 Stelle, Partito Repubblicano Ala, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale, Noi con l’Italia, Partito Democratico, Partito Valore Umano, +Europa con Emma Bonino, Civica Popolare per Lorenzin, Insieme, SiAmo, Partito Comunista, Lista del Popolo per la Costituzione, Italia nel Cuore (solo alla Camera), Forza Nuova Italia agli italiani (solo al senato).

Alla Camera, 6 seggi sono eletti a sistema maggioritario nei collegi uninominali: Ascoli, Civitanova Marche, Macerata, Ancona, Fano, Pesaro. In questi, vince il candidato che ottiene un voto in più rispetto agli avversari.
10 seggi invece vengono eletti a sistema proporzionale nei collegi plurinominali: Marche Nord, Ancona-Pesaro; Marche Sud, Ascoli-Fermo-Macerata.

Per il Senato, 3 seggi sono eletti a sistema maggioritario nei collegi uninominali: Ancona-Macerata; Ascoli-Fermo; Pesaro.
Gli altri 5 seggi vengono eletti invece a sistema proporzionale nell’unico collegio plurinominale.

In Abruzzo invece, saranno assegnati  21 seggi: 14 alla Camera e 7 al Senato. Le liste che hanno presentato la propria candidatura sono 16: CasaPound, Liberi e Uguali, il Popolo della Famiglia, Potere al Popolo, Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia-UDC, Partito Democratico, Partito Valore Umano, +Europa con Emma Bonino, Civica Popolare per Lorenzin, Insieme, Partito Comunista, Forza Nuova-Italia agli italiani

Alla Camera, i collegi uninominali sono 5: L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti, Vasto. Quelli plurinominali invece, dai quali saranno assegnati 9 seggi, sono due: L’Aquila-Teramo e Pescara-Chieti-Vasto.

Al Senato i collegi uninominali sono 2: L’Aquila.Teramo e Pescara-Chieti. I restanti 5 seggi saranno eletti nel collegio plurinominale unico.

Di seguito le candidature:

Marche

Camera dei Deputati

Collegi uninominali, a sistema maggioritario, 6 seggi

  • Ascoli Marco Fioravanti (FdI); Roberto Cataldi (M5S); Antimo Di Francesco(PD); Pierpaolo Flammini (Leu); Gabriele Marcozzi (Potere al popolo); Giorgio Ferretti (CasaPound); Angelo Mucci (Pri Ala); Andrea Quaglietti (Popolo della famiglia); Emiliano Celli (Partito Comunista);
  • Civitanova Marche – Giuseppe Cognini (Lega); Mirella Emiliozzi (M5S); Paolo Petrini (PD); Marco Vallesi (Leu); Daniele Rossini (Potere al popolo); Maddalena Cosenza(CasaPound); Lorenzo Properzi  (Pri Ala); Ruza Anic (Popolo della famiglia); Maurizio Giusepponi  (Partito Comunista);
  • Macerata – Tullio Patassini (Lega); Daniela Tisi (M5S); Flavio Corradini (PD); Argentina Severini (Leu); Stefano Casulli(Potere al popolo); Valentina Bonci (CasaPound); Fulvio Pompei (Pri Ala); Maurizio Nardozza (Popolo della famiglia); Mauro Riccioni (Partito Comunista);
  • Ancona – Laura Schiavo (FdI); Patrizia Terzoni (M5S); Emanuele Lolodini (PD); Piergiovanni Alleva (Leu); Valeria Carnevali (Potere al popolo); Emanuele Mazzieri (CasaPound); Valentina Bonafoni (Pri Ala); Ombretta Schiarini (Popolo della famiglia); Raffaele Timperi (Partito Comunista);
  • Fano – Elisabetta Foschi (FI); Maurizio Cattoi (M5S); Camilla Fabbri (PD); Beatrice Brignone (Leu); Rosaria Diamantini (Potere al popolo); Manuela Fois (CasaPound); Luca Palmieri (Pri Ala); Gabriella Pierella (Popolo della famiglia); Luciana Rota (Partito Comunista);
  • Pesaro – Anna Maria Bezzeccheri Renzoni (FI); Andrea Cecconi (M5S); Marco Minniti(PD); Daniela Ciaroni (Leu); Giuseppina Severi (Potere al popolo);  Cristiano Demontis (CasaPound); Francesca Lambertucci (Pri Ala); Giovanna Mazzotta (Popolo della famiglia); Erica Balestra (Partito Comunista);

Collegi plurinominali, a sistema proporzionale, 10 seggi

  • Marche nord, Ancona-Pesaro
    Forza Italia: Marcello Fiori, Elisabetta Foschi, Alessandro Bettin, Margherita Mencoboni
    Lega: Luca Paolini, Alessandra Colla, Francesco Luciani, Michela Silvestrini
    Fratelli d’Italia: Antonio Baldelli, Maria Assunta Patregnani, Stefano Benvenuti Gostoli, Cristina Cannas
    Noi con l’Italia: Serenella Fucksia, Massimo Meles, Giulia Marchionne, Dario Iacovangelo
    Movimento 5 Stelle: Rachele Silvestri, Paolo Giuliodori, Elena Andrenacci, Ercole Matalucci
    Partito Democratico: Alessia Morani, Francesco Comi, Sabrina Sartini, Cristian Fanesi
    Insieme: Romina Pierantoni, Boris Rapa, Federica Antonelli, Davide Barbadoro
    Più Europa:  Matteo Mainardi, Raffaella Stacciarini, Massimiliano Di Pasquale, Alessandra Ancona
    Civica Popolare: Piero Pastecchia, Eletta Baldassarri, Maurizio Castellani
    Liberi e Uguali: Beatrice Brignone, Paride Dobloni, Daniela Ciaroni, Luca Bonventi
    Potere al popolo: Fabio Pasquinelli, Anahita Hoseinpour Dawlatabadi, Francesco Angeloni, Elisa Cipriani
    Casa Pound: Anna Anastasi, Christiano Demontis, Manuela Fois, Emanuele Mazzieri
    Il Popolo della famiglia: Giovanna Mazzotta, Ombretta Schiarini, Paolo Carletti, Annunziata Albertini
    Partito Comunista: Erica Balestra, Mauro Riccioni, Luciana Rota, Maurizio Giusepponi
  • Marche sud, Ascoli-Fermo-Macerata
    Forza Italia: Simone Baldelli, Donatella Ferretti, Filippo Saltamartini, Deborah Pantana
    Lega: Giorgia Latini, Mauro Lucentini, Laura Allevi, Andrea Lattanzi
    Fratelli d’Italia: Francesco Acquaroli, Lucia Albani, Andrea Putzu, Romina Tortolini
    Noi con l’Italia: Rosalba Ubaldi, Massimo Meles, Romina Petrelli.
    Movimento 5 Stelle: Cecconi Andrea, Terzoni Patrizia, Rossini Roberto, Parisse Martina
    Partito Democratico: Paolo Gentiloni, Marianna Madia, Mario Morgoni, Margherita Sorge
    Insieme: Francesca Marconi Sciarroni, Diego Lucchetti, Paola Montecchiani, Fausto Pirchio
    Più Europa: Michele Governatori, Tiziana Antonucci, Enzo Gravina, Raffaella Stacciarini
    Civica Popolare per Lorenzin: Maura Malapina, Maurizio Castellani, Silvana Giacobbi, Stefano Vichi
    Liberi e Uguali:Lara Ricciatti, Alessandro Salvi, Daniela Minetti, Nello Tizzoni
    Potere al popolo: Stefania Castellucci, Stefano Casulli, Domiziana Acciarri, Orlando Marchetti
    Casa Pound: Giorgio Ferretti, Alessia De Angelis,  Francesco Pacini, Maddalena Cosenza
    Il Popolo della famiglia: Ombretta Gentili, Andrea Quaglietti, Barbara Archeri, Domenico Gallo
    Partito Comunista:  Mauro Riccioni , Erica Balestra,Maurizio Giusepponi, Luciana Rota

Senato

Collegi uninominali, 3 seggi

  • Ancona-Macerata – Giuliano Pazzaglini (Lega); Mauro Coltorti (M5S); Piergiorgio Carescia (PD); Bruno Pettinari (Leu), Stefano Tenenti (Potere al popolo), Luca Canalini(CasaPound), Roberto Dignani (Pri Ala), Andrea Soverchia (Popolo della famiglia) Crescenzo Papale (Sinistra rivoluzionaria), Paolo Crognaletti (Partito Comunista);
  • Ascoli-Fermo-Civitanova – Graziella Ciriaci (Forza Italia); Giorgio Fede (M5S); Emanuele Di Cinto (PD); Flavia Mandrelli(Leu), Lucia Interlenghi (Potere al popolo), Michele Sgariglia  (CasaPound), Davide Cesarini (Pri Ala), Celeste Polverini (Popolo della famiglia) Susanna Pugnaloni (Sinistra rivoluzionaria), Lucia Firmani (Partito Comunista);
  • Pesaro-Fano – Patrizia Bonfrisco (Lega); Donatella Agostinelli (M5S); Angelo Bonelli (Verdi); Maurizio Franca (Leu), Giuseppe Cucchiarini(Potere al popolo), Cristina Raimondi Cominesi (CasaPound), Paola Soverchia (Pri Ala), Donatella Ruzzi (Popolo della famiglia), Davide Margiotta (Sinistra rivoluzionaria), Giulio Maria Bonali (Partito Comunista);

Collegio plurinominale unico, 5 seggi

Forza Italia: Andrea Cangini
Lega: Giuliano Pazzaglini, Silvia Gregori, Diego Zanchetti, Santa De Angelis
Fratelli d’Italia: Carlo Ciccioli, Elena Leonardi, Nicola Baiocchi, Paola Pantanetti
Noi con L’italia: Tablino Campanelli, Stefania Vurchio, Leonardo Lippi, Simona Martini
Movimento 5 Stelle: Agostinelli Daniela, Romagnoli Sergio, Accoto Rossella, Bottiglieri Fabio
Partito Democratico: Francesco Verducci, Irene Manzi, Piergiorgio Carescia, Annalisa Tannio
Più Europa: Carlo Romano, Antonella Dragotto, Raffaele Marino, Emiliana Morgante
Civica Popolare: Natalia Conestà, Lidio Palumbo, Eva Brunetti
Liberi e Uguali: Giuseppe Buondonno, Donatella Zerbini, Nicola Vannoni, Concetta Contini
Potere al popolo: Stefano Gatti, Anna Maria Theodora Bellelli, Raffaele Natella, Antonella Matassoli
Casa Pound: Michele Sgariglia, Cristina Raimondi Cominesi, Luca Canalini, Luisa Lucini
Il Popolo della famiglia: Vincenzo Alessandro Lippo, Rosa Gaffuri, Andrea Soverchia, Rosanna Chiaromonte
Partito Comunista:  Paolo Crognaletti,  Lucia Firmani, Giulio Maria Bonali

 

Abruzzo

Camera dei Deputati

Collegi uninominali, 5 seggi

  • L’Aquila – Antonio Martino (Fi); Giorgio Fedele (M5S);Lorenza Panei (Pd)
  • Teramo – Lucrezia Rasicci (Lega); Antonio Zennaro (M5S); Sandro Mariani (Pd)
  • Pescara – Guerino Testa (Fdi); Andrea Colletti (M5S); Antonella Allegrino (Pd)
  • Chieti – Emilia De Matteo (Fi); Daniele Del Grosso (M5S); Antonio Castricone (Pd)
  • Vasto – Enrico Di Giuseppantonio (Noi per l’Italia); Carmela Grippa (M5S); Marusca Miscia (Pd)

Collegi plurinominali, 9 seggi

  • Abruzzo Nord, Teramo-L’Aquila
    Forza Italia: Paola Pelino, Guido Quintino Liris, Rita Ettorre, Antonio Del Corvo
    Lega: Giuseppe Ercole Bellachioma, Simona Bordonali, Luigi D’Eramo, Simona Cardinali
    Fratelli d’Italia: Giandonato Morra, Carla Mannetti, Giacomo Di Domenico, Marilena Rossi
    Movimento Cinque Stelle: Valentina Corneli, Fabio Berardini, Carmela Tomassetti, Giorgio Fedele
    Partito Democratico: Stefania Pezzopane, Dino Pepe, Lorenza Panei, Luciano Monticelli
  • Abruzzo Sud, Pescara-Chieti-Vasto
    Forza Italia: Gianfranco Rotondi, Tiziana Magnacca, Filippo Arbore, Deborah Raffaella Comardi
    Lega: Silvana Andreina Comaroli, Giuseppe Ercole Bellachioma, Arianna Conicella Cerritelli, Nicola Campitelli.
    Fratelli d’Italia: Etel Sigismondi, Alessandra Petri, Marco Di Paolo, Carla Zinni
    Movimento 5 Stelle: Gianluca Vacca, Daniela Torto, Andrea Colletti, Sara Stenta
    Partito Democratico: Camillo D’Alessandro, Susanna Cenni, Alessandro Marzoli, Roberta Marulli

Senato

Collegi uninominali, 2 seggi

  • L’Aquila-Teramo – Gaetano Quagliariello (Noi per l’Italia); Emanuela Papola (M5S);Massimo Cialente (PD)
  • Pescara-Chieti – Antonella Di Nino (Fi); Primo Di Nicola (M5S); Federica Chiavaroli (Civici popolari);

Collegio plurinominale unico, 5 seggi

Forza Italia: Nazario Pagano, Antonella Di Nino, Carlo Masci, Consuelo Di Martino
Lega: Alberto Bagnai, Caterina Longo, Fabrizio Montepara, Simona Spinozzi
Fratelli d’Italia: Antonio Tavani, Ersilia Lancia, Luca Ricciuti, Manola Musa
Movimento Cinque Stelle: Gianluca Castaldi, Gabriella Di Girolamo, Stefano Murgo, Cinzia D’Eramo
Partito Democratico: Luciano D’Alfonso, Cristiana Canosa, Gianluca Fusilli, Manola Di Pasquale

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO