MACERATA – L’uomo che questa mattina ha aperto il fuoco contro persone straniere in diverse zone della città, è stato fermato dai carabinieri.

Maceratese, poco prima di essere arrestato, si è messo sulle spalle una bandiera tricolore ed ha fatto il saluto fascista. Sono 4 i feriti accertati al moento. Pare che siano rimaste coinvolte anche altre ersone, che però non hanno voluto farsi soccorrere.

La prima ipotesi è che l’insano gesto rappresenti una reazione al grave fatto di cronaca di questi giorni. Nel maceratese è stato rinvenuto il corpo fatto a pezzi di una ragazza e il sospettato principale è un immigrato nigeriano.