I 100 giorni a San Gabriele: ricoverati sei ragazzi ubriachi

ISOLA DEL GRAN SASSO – I cento giorni sono una delle tradizioni più attese dei giovani del quinto anno di scuola superiore; ogni anno si rinnova l’appello alla legalità da parte di istituzioni, chiesa, e forze dell’ordine.

Per l’occasione, i Passionisti avevano rivolto l’appello al Prefetto ed al Questore affinché il raduno dei giovani si svolgesse nella massima serenità. Lotta all’alcool e alla droga: i sindaci di Isola del Gran Sasso e Colledara, le Forze dell’Ordine, le Polizie Municipali e la Polizia Provinciale, erano tutti concordi.

Di seguito il bilancio della Questura di Teramo sulla giornata di ieri. Il servizio di ordine pubblico predisposto dalla Questura stessa, ha visto assicurare la tranquillità ai partecipanti tramite unità della Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Provinciale. In collaborazione con unità cinofile della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, oltre che autopattuglie della Sezione di Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo di Pescara per i controlli lungo le strade che conducono ad Isola del Gran Sasso ed alle uscite A/24 di Colledara e di Basciano.

Organizzazione supportata dal servizio sanitario di emergenza del 118 della ASL con la collaborazione di unità della Croce Rossa Italiana, che ha allestito il posto medico avanzato, e della Croce Bianca.

Sei i giovani che hanno dovuto, per forza di cose, usufruire delle cure dei sanitari predisposti per lievi intossicazioni da alcol. Il personale della Polizia Stradale ha inoltre riscontrato alla guida un giovane conducente sotto effetto di alcol; contestate altre infrazioni al Codice della Strada.