fbpx
Connect with us

Fermo

Fermo, borse di studio da 200 euro: per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado

Pubblicato

il

FERMO – È stato istituito presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), il ‘Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio‘ per l’erogazione di borse di studio nell’a.s. 2017-2018 a favore delle studentesse e degli studenti iscritti alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, per l’acquisto di libri di testo, per la mobilità e il trasporto, nonché per l’accesso a beni e servizi di natura culturale.

Il MIUR ha stabilito che le borse di studio saranno erogate dallo Stato, direttamente allo studente, attraverso voucher in forma virtuale associati alla Carta dello studente denominata ‘IoStudio’. Ogni studente titolare di una Carta dello Studente ‘IoStudio’ potrà accedere alla propria area riservata del Portale della Carta dello Studente (www.istruzione.it/studenti).

L’importo di ciascuna borsa di studio nella Regione Marche viene determinato in € 200,00. Gli aventi diritto a presentare istanza di accesso alle borse di studio sono le studentesse e gli studenti, residenti sul territorio regionale, iscritti per l’anno scolastico 2017/2018 presso gli istituti statali e/o paritari della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione, il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) 2018, sulla base della DSU (dichiarazione sostitutiva unica) 2018, riferito alla situazione economica della famiglia di appartenenza non potrà essere superiore ad € 10.632,94, esattamente come per accedere al contributo relativo alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo.

Le studentesse e gli studenti o, qualora minori, chi ne esercita la responsabilità genitoriale, possono presentare al Comune di Fermo l’istanza di accesso alla borsa di studio, entro e non oltre le ore 18.00 del 12 APRILE 2018. La domanda è reperibile presso l’Ufficio Servizi Scolastici comunale, le Segreterie delle scuole e scaricabile sul sito del Comune di Fermo (www.comune.fermo.it).

Fermo

Le promette una vacanza d’amore in Italia: segregata e costretta a prostituirsi a Fermo

La giovane è riuscita a mettersi in contatto con un’amica a Manchester, la quale ha lanciato l’allarme.

Pubblicato

il

La Squadra Mobile di Fermo ha concluso le indagini dopo l’alert dell’Interpol: subito dopo l’irruzione, la ragazza si è lanciata tra le braccia degli agenti.

FERMO – Il suo presunto amato ha presto rivelato la sua vera natura di aguzzino e le vacanze romantiche in Italia si sono trasformate in un rapimento condito da abusi sessuali per una ragazza di 25 anni rumena, segregata e costretta a prostituirsi a Lido Tre Archi, a Fermo.

La giovane è stata irretita da un coetaneo e connazionale. Di bell’aspetto e dai modi garbati, ha sedotto la ragazza e si è confessato a lei, dichiarandosi perdutamente innamorato. Le ha proposto una fuga d’amore in Italia e la giovane, invaghita a sua volta, ha accettato di buon grado.

Il viaggio da sogno però si è trasformato ben presto nel peggiore degli incubi: il suo presunto amato è diventato il suo carceriere, l’ha segregata in un appartamento di Lido Tre Archi a Fermo e l’ha costretta a prostituirsi.

La giovane, che non parla italiano, avrebbe dovuto “guadagnare” almeno 3.500 euro per riottenere la libertà, ovvero la cifra pari alle spese per il viaggio. Il ragazzo le ha scattato alcune foto osé, che ha poi caricato su siti e piattaforme di annunci, mettendosi alla ricerca di clienti interessati. Un incontro è stato organizzato e la giovane è stata costretta ad una prestazione sessuale.

Fortunatamente, prima che il suo aguzzino potesse offrirla a qualcun altro, la ragazza è stata salvata dalla polizia. Una volante della Squadra Mobile infatti stava setacciando la zona alla ricerca dell’appartamento. Gli agenti fermani erano stati allertati dall’Interpol di Manchester, a sua volta contattato da un’amica della ragazza, residente appunto nel Regno Unito.

La sera di giovedì 21 marzo infatti, la ragazza rumena segregata e costretta a prostituirsi è riuscita ad inviare senza farsi vedere una richiesta di aiuto all’amica, inviandole la sua posizione tramite un’app di messaggistica. La destinataria del messaggio ha immediatamente allertato le autorità, che hanno diramato l’alert.

Ricevuta la segnalazione da parte delle autorità inglesi, il personale della Questura fermana si è immediatamente lanciata a capofitta in una ricerca incessante, proseguita giorno e notte.

Quando alla fine hanno individuato l’appartamento, è scattato il blitz: non appena i poliziotti hanno fatto irruzione nell’appartamento, la ragazza è corsa loro incontro in lacrime. Il suo presunto amato, incensurato, è stato arrestato.

Continue Reading

Fermo

I CCCP sul palco del NoSound Fest di Servigliano il prossimo 21 luglio

Pubblicato

il

cccp nosound fest servigliano

Da domani sarà possibile acquistare i biglietti sui circuiti autorizzati. I CCCP portano al Parco della Pace il tour “In FEDELTÀ la LINEA c’è”.

FERMO – Dopo l’essersi ritrovati e la conseguente mostra “Felicitazioni! CCCP – Fedeli alla linea 1984-2024” presso i Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia, dopo il “Gran Gala Punkettone di parole e immagini” al Teatro Romolo Valli, le tre date sold out all’Astra Kulturhaus di Berlino con il concerto “CCCP in DDDR” e l’uscita dell’album live inedito “Altro Che Nuovo Nuovo”, i CCCP – Fedeli alla Linea tornano sulle scene live in Italia con il tour “In FEDELTÀ la LINEA c’è” che farà tappa al Parco della Pace di Servigliano il prossimo 21 luglio alle 21:30 per il NoSound Fest, celebre rassegna organizzata da Best Eventi in collaborazione con il Comune di Servigliano.

I biglietti saranno disponibili dalle 18 di domani, giovedì 14 marzo, sui circuiti TicketOne www.ticketone.it, Ticketmaster www.ticketmaster.it e Ciaotickets www.ciaotickets.com. Info: 085.9047726 – www.nosoundfest.itwww.besteventi.it.

A 40 anni dal primo EP, “Ortodossia”, Giovanni Lindo Ferretti, Massimo Zamboni, Annarella Giudici e Danilo Fatur saliranno sul palco dei principali festival italiani, presentandosi come uno degli eventi più attesi nell’estate 2024.

Ben lontani da un’operazione nostalgica, sempre liberi da etichette e confini, i CCCP – Fedeli alla Linea tornano a grande richiesta per parlare al mondo di oggi, in una serie di live tra il sacro e il profano dove lo slogan “Produci, consuma, crepa” risuona attuale come non mai. Un successo, il loro, plasmato dalla capacità di rendere iconica ogni azione, lasciando un’impronta indelebile nell’immaginario di più generazioni.

Erano gli anni ‘80 in tutto il loro splendore
fuoriusciti da televisori grossolani
incastonati in mobili polifunzionali
appena prima dei mercati globali
– produci consuma crepa –
erano gli anni 80, in Occidente
dove tramonta il giorno
dove le cose vanno a compimento.

RIEPILOGO
la Benemerita Soubrette e l’artista del popolo
la chitarra grattugiata e l’urlato declamante
bestie da palcoscenico in vita vivente
Ciò che fu, ciò che è stato
Che è, ciò che scampato.
In FEDELTÀ la LINEA c’è.
All’erta sto.

Il tour è ideato e curato da Luca Zannotti per Musiche Metropolitane.

Continue Reading

Fermo

Minaccia di morte un cliente per una recensione negativa: denunciata

Pubblicato

il

carabinieri fermo pedaso minacce al cliente per una recensione negativa

Dopo che la struttura turistica che gestisce ha ricevuto una recensione negativa, ha incominciato a tampinare di insulti e minacce, anche di morte, un cliente di Pedaso: denunciata ventisettenne romana.

FERMO – Un uomo residente a Pedaso ha denunciato per minacce e molestie telefoniche una donna romana di 27 anni di telefonate moleste e messaggi su WhatsApp contenenti insulti e minacce anche di morte, per convincerlo a cancellare la recensione negativa sulla struttura turistica della quale è stato cliente.

In seguito alla denuncia, i Carabinieri di Pedaso hanno approfondito gli accertamenti ed hanno tempestivamente informato dell’accaduto l’autorità Giudiziaria competente, che procederà ora ad ulteriori approfondimenti sulla vicenda. La ventisettenne è risultata avere precedenti penali.

I Carabinieri ricordano che «in un’epoca in cui i social media e le piattaforme online sono diventati strumenti di comunicazione privilegiati, è fondamentale che ogni cittadino sappia gestire con intelligenza e responsabilità la propria presenza su tali canali. La diffamazione, le minacce e la violenza verbale online non solo danneggiano le persone coinvolte, ma minano anche la fiducia e il rispetto che dovrebbero caratterizzare le relazioni umane. I Carabinieri continuano a impegnarsi attivamente per garantire la sicurezza e il benessere sociale, con una particolare attenzione alla tutela delle vittime di reati di natura psicologica o virtuale. Si invitano pertanto tutti i cittadini a segnalare eventuali episodi di questo genere, consentendo alle forze dell’ordine di agire prontamente».

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.