Aeroporto d’Abruzzo, prossimi voli da/per Russia, Nord Europa e Nord America

PESCARA – Sogna in grande Enrico Paolini, neo presidente della Saga, società che gestisce l’Aeroporto d’Abruzzo, puntando lo sguardo su Russia, Nord Europa e Nord America.

“L’obiettivo del Cda della Saga e mio – spiega il neo presidente – è un’opera di “incoming”, di arrivo di turisti dai Paesi esteri sempre più numeroso.” Paolini si dice pronto a lanciare la sfida di portare gli attuali 600.000 passeggeri dell’Aeroporto d’Abruzzo al milione, entro i prossimi 3 anni.

Dall’Aeroporto d’Abruzzo si viaggia già da/per Dusseldorf, Francoforte, Londra, Varsavia, Cracovia, Barcellona, Bergamo, Bruxelles, Malta, Milano, Torino e Catania (dal 31 maggio). Ma non basta. I prossimi obiettivi – spiega Paolini – saranno l’avvio di nuove rotte da/per Nord Europa, Est Europa, Russia e Nord America.

Dopo l’idea di sfruttare la rotta invernale Catania-Pescara (disponibile dal 31 maggio) per portare i turisti siciliani a sciare sulle montagne abruzzesi, il neo presidente della Saga vorrebbe aprire un importante traffico di turisti con l’Estero. Con il Canada, ad esempio, dove sono presenti decine di migliaia di Abruzzesi. Oppure con Russia e Europa dell’Est.

Obiettivi importanti, quelli di Paolini, per lo sviluppo dell’Aeroporto d’Abruzzo e dell’intera regione. Per questo, sottolinea anche il contributo fondamentale della Regione nell’opera di promozione all’Estero della nostra amata terra.