Martinsicuro, sviluppare la vocazione turistica del territorio, modificando le norme all’urbanistica

Diverse azioni intraprese dall'Amministrazione in questo senso. Su tutte, le operazioni necessarie per aggiornare il Piano Regolatore, immutato dal 1993 ed ormai obsoleto.

MARTINSICURO – Rivedere le norme relative all’urbanistica, per sviluppare la naturale vocazione turistica del territorio martinsicurese. Si muove in questa direzione l’operato dell’Amministrazione, per quanto concerne la riqualificazione del territorio.

Già da qualche tempo, il Comune sta procedendo allo sviluppo di progetti e all’elaborazione degli adempimenti necessari a revisionare gli strumenti urbanistici. L’obiettivo è quello di implementare lo sviluppo di attività turistiche e, di conseguenza, l’appetibilità del territorio durante la stagione estiva.

Per farlo, gli amministratori stanno lavorando ad una riorganizzazione funzionale delle aree e dei comparti urbani, in grado di valorizzare il patrimonio edilizio e urbanistico già esistente. Diverse le azioni in questo senso. Innanzitutto è cominciato il processo di riavvio dei procedimenti relativi ai Programmi Urbani Complessi. Poi è stato approvato lo studio di microzonazione sismica. Ma sopratutto, è stata recepita la legge regionale relativa al recupero del patrimonio edilizio. Questo permetterà di rielaborare l’ormai obsoleto Piano Regolatore Generale, immutato dal 1993. La finalità è quella di stilare un “Piano aperto”, più flessibile ed in grado di reggere le future evoluzioni. Infine, stanno per essere pubblicati alcuni bandi esplorativi, per raccogliere eventuali manifestazioni di interesse relative alla riclassificazione urbanistica.

Questo il commento del primo cittadino Massimo Vagnoni e del Consigliere delegato all’Urbanistica Alessandra Pulcini: << l’Amministrazione comunale vuole garantire il più ampio coinvolgimento partecipativo nello studio che sarà preliminare all’avvio del procedimento di revisione del Piano Regolatore Generale PRG che sarà portato avanti con l’obiettivo di rifunzionalizzazione, riutilizzo, riqualificazione e potenziamento dell’offerta turistica del territorio tenuto conto che, dall’analisi del vigente strumento urbanistico, sono emerse criticità legate allo stato di inattuazione delle molteplici zone di espansione turistica presenti nel territorio comunale che purtroppo, allo stato attuale, finiscono per immobilizzare lo sviluppo della vocazione naturale del nostro territorio. Questa Amministrazione sta lavorando concretamente per portare avanti importanti innovazioni nel settore urbanistico aventi, quale fine, uno sviluppo armonico e funzionale del comprensorio e, a tal proposito, il prossimo obiettivo sarà quello di revisionare il Regolamento Edilizio per adeguarlo ai recenti dettati legislativi>>.