fbpx
Connect with us

Abruzzo

Di Sabatino scrive al Sindaco di Valle Castellana: “Strade distrutte da frane: battaglia da fare insieme”

Pubblicato

il

TERAMO – Dopo le sollecitazioni del sindaco di Valle Castellana, Camillo D’Angelo, che anche attraverso gli organi di informazione ha contestato lo “stato disastroso” delle strade, Renzo Di Sabatino in una nota ufficiale precisa una serie di aspetti.

La Provincia ha competenze in materia di viabilità, precisa nella lettera al Sindaco il Presidente ma: “i dissesti denunciati sono estranei alla nostra competenza proprio per effetto della particolare orografia del territorio e le nostre strade risultano danneggiate della fragilità geologica dei siti sui quali insiste, fragilità per le quali sono stati richiesti finanziamenti agli organi competenti in materia di prevenzione del rischio idrogeologico, ovvero alla Regione Abruzzo”.

E’ la Regione Abruzzo (in attuazione dell’art. 3 della L.R. 24 1993, n. 72 e dell’art. 108 del D.Lgs. 112/1998) che “predispone annualmente un piano di interventi urgenti da attuarsi sul territorio regionale finalizzato alla prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico; secondo l‘articolo 1 della citata legge, il piano deve contenere l’indicazione dei comuni nel cui territorio sono previsti gli interventi, le relative somme e i soggetti attuatori”.

“Consapevole della gravità della situazione, nel novembre 2014, appena insediato, ho sollecitato e ottenuto un sopralluogo con il responsabile della Protezione Civile Nazionale Franco Gabrielli e con Luciano D’Alfonso che nel giugno 2014 era stato nominato Commissario straordinario per la difesa del suolo. Nel 2016 la Provincia, nell’ambito dei RENDIS (repertorio nazionale degli Interventi per la Difesa del Suolo) ha presentato un’ampia documentazione sul dissesto idrogeologico dei versanti di Valle Castellana di cui ho piena contezza anche perche’ l’ultimo sopralluogo l’ho fatto il 22 aprile”.

Quindi, Renzo Di Sabatino, sottolineando che le “ingenti cifre investite dalla Provincia in questi quattro anni non hanno risolto la situazione ma certamente  l’hanno migliorata” invita il sindaco Camillo D’Angelo a sostenere la richiesta della Provincia alla Regione Abruzzo di un “risolutivo intervento di mitigamento idrogeologico”.

Teramo

Malmenato e rapinato alla stazione di Giulianova: tre arresti

Pubblicato

il

rapinato in stazione arresti della polfer polizia ferroviaria treni

I fatti si sono svolti in aprile, ma le indagini si sono concluse soltanto nei giorni scorsi. Oltre a questo episodio, a carico dei tre presunti responsabili sono stati ascritti altri reati commessi in concorso.

TERAMO – Nell’aprile scorso hanno aggredito e rapinato un cittadino straniero nel piazzale antistante la stazione dei treni di Giulianova. In quell’occasione, sono stati immortalati dalle telecamere dei sistemi di videosorveglianza e questo ha permesso agli agenti di Polizia Ferroviaria di riconoscerli, nei pressi del luogo del delitto.

Tre persone di cittadinanza italiana sono stati arrestati per la rapina aggravata ed altri reati commessi in concorso. Per due di essi sono scattati i domiciliari, mentre un altro è finito in carcere.

Quando sono stati riconosciuti ed avvicinati nei pressi della stessa stazione, uno di loro ha cercato di aggredire gli agenti di Polfer intervenuti, con un paio di forbici che aveva in tasca. Immobilizzato, è stato arrestato, mentre gli altri due sono stati indagati a piede libero. Dai successivi approfondimenti però sono emersi nuovi indizi nei confronti dei tre che hanno rapinato una persona alla stazione di Giulianova, legati ad altri episodi delittuosi, che hanno portato alle misure emesse dal Gip lo scorso 20 luglio.

Continue Reading

Teramo

Anziano truffato e rapinato al bancomat a Teramo: un arresto

Pubblicato

il

squadra-mobile-polizia

Lo scorso 4 aprile un uomo ha truffato un anziano a Teramo, convincendolo ad inserire il suo pin ad un bancomat: prelevati 1000 euro.

TERAMO – Le indagini sono durate alcuni mesi, ma alle prime dello scorso sabato 20 luglio, la Squadra Mobile ha arrestato e condotto in carcere l’uomo di 47 anni che lo scorso 4 aprile ha truffato e derubato un anziano ad un bancomat.

Con una scusa e con fare amichevole, l’uomo ha agganciato la sua preda in Viale Bovio. spacciandosi per un rappresentante di oggetti preziosi, proponeva all’anziano un affare imperdibile: tutto a 100 euro. Il signore vittima del raggiro ha accettato, ma non avendo con sé il denaro si è recato ad uno sportello bancomat, in compagnia del truffatore.

Qui, con il pretesto di essere più pratico e spostando letteralmente di peso l’anziano, l’uomo si è impadronito dei comandi dello sportello, quando il pin era ormai già stato inserito. Ha prelevato 500 euro e li ha fatti sparire in tasca, senza che la vittima del raggiro si accorgesse di nulla. L’assenza di scontrino è stata giustificata come un errore dell’ATM.

Sembra difficile riuscire a prelevare il denaro dalla cassa automatica senza farsi scoprire, eppure il quarantasettenne ci è riuscito. Due Volte. L’anziano infatti si è dimostrato interessato all’acquisto e l’intera operazione è stata ripetuta. In questo modo il malintenzionato ha prelevato mille euro. E consegnando in cambio paccottiglia di scarsissimo valore.

Una volta resosi conto di essere stato truffato, l’anziano ha sporto denuncia in Questura e sono state avviate le indagini per risalire al presunto responsabile.

Continue Reading

Teramo

Controlli dei Carabinieri con il laboratorio mobile per il Carnevale Estivo di Giulianova

Pubblicato

il

controlli carabinieri teramo giulianova LABORATORIO MOBILE 2

I Carabinieri in concomitanza con il Carnevale Estivo di Giulianova hanno intensificato i controlli su strada e nei luoghi della movida, impiegando anche un laboratorio mobile, per reprimere in particolare i fenomeni della guida in stato d’ebrezza e quello dello spaccio tra i più giovani.

TERAMO – Hanno utilizzato anche il laboratorio mobile della Forensic Lab Service srl, i Carabinieri impegnati nei controlli straordinari del territorio in occasione del Carnevale Estivo di Giulianova.

Il laboratorio mobile impiegato nell’ambito di un protocollo operativo per l’accertamento della guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti direttamente su strada rientra nell’ambito di un protocollo stipulato tra il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

10 pattuglie hanno fermato oltre 100 veicoli, identificando più di 250 persone. Tre di essere sono risultate alle guida in stato d’ebrezza ed è stato loro ritirata la patente. Le auto sono state sequestrate.

Oltre a questo, un giovane è stato sorpreso in possesso di diverse dosi di stupefacenti pronte per la vendita ed è stato denunciato. Un altro, trovato in possesso di una modica quantità di cocaina, è stato segnalato alla Prefettura in qualità di assuntore.

I Carabinieri infine hanno dato esecuzione a due misure di custodia cautelare in carcere emessi dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Teramo nei confronti di un uomo di 63 anni, per violazione degli obblighi famigliari, e i un uomo di 45, per reati contro il patrimonio.

controlli carabinieri teramo giulianova LABORATORIO MOBILE

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro, Via Gabriele D'annunzio 37, Cap 64014 - Sede Operativa: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.