fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teramo, approvato il bilancio preventivo: 104 milioni di euro; 50 le spese di investimento

Published

on

TERAMO – Un bilancio di 104 milioni con entrate in conto capitale per 50 milioni di euro. Quest’ultimo dato è quello più indicativo del documento di programmazione dell’ente approvato a maggioranza ieri sera dal Consiglio Provinciale; si tratta di risorse non reperite attraverso i canali dell’imposizione tributaria ma con entrate straordinarie che derivano dalla partecipazione a bandi e progetti, dai trasferimenti della Regione (Masterplan), dai fondi per il sisma (per la sistemazione di scuole e strade), da uno stanziamento specifico del Governo (legge di Bilancio) per la manutenzione straordinaria delle strade (1 milione di euro).

L’ultimo bilancio di questa amministrazione e presentato in tempo utile – dichiara il presidente Renzo Di Sabatino – un bilancio che testimonia una buona capacità di lavoro e di spesa dell’ente, che lascia un patrimonio di opere, progettazioni e finanziamenti per i prossimi mandati: una buona notizia anche per il mondo dell’impresa e del lavoro. Tante delle azioni che abbiamo messo in campo vedranno la luce nei prossimi anni e credo che questo rappresenti il valore aggiunto di una amministrazione sana.  Intanto siamo fra le Province che un bilancio lo approvano, sono tante, in Italia che non riescono a chiuderlo e che continuano ad avere condizioni di dissesto e predissesto. Questa situazione non può perdurare, la mancanza di un Governo aggrava non poco una situazione che è strutturale,  che non si può risolvere con provvedimenti saltuari ma solo restituendo alle Province la piena autonomia finanziaria, oggi di fatto viviamo di finanza derivata e contrattata ogni anno, e la definizione del ruolo”.

Alcuni elementi positivi sul piano finanziario: la riduzione del taglio operato dal Governo (siamo passati dai 15 milioni dello scorso anno a meno di 6 milioni di euro), la “restituzione” da parte della Regione,  grazie ad una sentenza della Cassazione,  di 2 milioni e 300 mila euro per la spesa anticipata dall’ente per il trasporto disabili.

Punto dolente, i trasferimenti correnti, quelli per le spese ordinarie dei servizi, che in questi anni hanno rappresentato, come ribadito dall’Upi, nella recente audizione alle Camere per la relazione sul DEF  (Documento unico di programmazione) il vero nodo “istituzionale e finanziario delle Provincie: “E’ tempo di ripristinare e consolidare in maniera strutturale l’equilibrio nei bilanci provinciali……Così come bisogna attuare finalmente il principio dell’autonomia di entrata e di spesa dell’art. 119 Cost., attraverso un sistema certo di tributi propri, compartecipazioni e fondo perequativo, che, avendo individuato i LEP, possa garantire a “fabbisogni standard” l’integrale copertura finanziaria in ordine alle funzioni esercitate dalle Province” ha dichiarato Achille Variati, presidente dell’Upi.

Nonostante le annose difficoltà finanziarie strutturate, la Provincia, come sottolineato dal consigliere provinciale delegato al Bilancio, Mario Nugnes, in consiglio provinciale: “Per la prima volta dopo anni le Province tornano ad avere un bilancio pluriennale e va letto come un segnale positivo circa il futuro dell’ente che è  riuscito a intercettare numerosi finanziamenti straordinari, una testimonianza del buon lavoro svolto da questa amministrazione e dai suoi dipendenti. A fronte delle tante oggettive difficoltà nelle quali operiamo devo dire che sono fiero di questo risultato. I numeri del bilancio, oggi, consentono all’ente di contrarre mutui per svariati milioni, segno di un ottimo stato di salute e, naturalmente, un’ottima notizia anche per i cittadini”.

Fra le entrate correnti vanno citate quelle per la Tefa (dopo l’operazione di recupero nei confronti dei Comuni) di circa 2 milioni e 400 mila euro; l’imposta provinciale di trascrizione (8 milioni e 500 mila euro); l’imposta sulle assicurazioni auto (11 milioni di euro).

Per quanto riguarda la spesa per gli investimenti sul pluriennale troviamo i 15 milioni (Masterplan) per le manutenzioni straordinarie della rete stradale; 20 milioni per gli interventi sulle strade danneggiate dal terremoto; 4 milioni di euro per il completamento dei lavori sulle strade del comprensorio Prati di Tivo-Pietracamela-Fano Adriano.  Per quanto riguarda le scuole ci sono circa 12 milioni e 250 mila euro previsti per la spesa corrente (manutenzioni ordinarie e acquisto di beni e servizi); 5.379 mila euro per la sistemazione del Pascal di Teramo (fondi sisma); 2 milioni e 115 mila euro per il Melchiorre Delfico (Fondi sisma); 750 mila euro per l’ITI Cerulli di Giulianova.

Dai banchi dell’opposizione Severino Serrani ha rivolto una sollecitazione per la “frana che insiste sulla provinciale 43, prima di arrivare ai Prati di Tivo, mi auguro che venga rimossa prima della stagione estiva”. Serrani, nel suo intervento, ha avanzato critiche, fra le altre cose: “sui ritardi che stanno accumulando alcune opere pubbliche con fondi stanziati” in particolare ha fatto riferimento “ai lavori nelle scuole superiori, al Ponte sul Vomano, ancora in fase di esproprio, al porto turistico di Roseto”. Ha criticato la scelta della Regione Abruzzo di affidare il “pacchetto” delle manutenzioni straordinarie delle strade provinciali della Val Fino ad un raggruppamento di Comuni con capofila Castilenti: “Una scelta che rischia di dilatare di molto i tempi di realizzazione”.

Rispondendo al consigliere Domenico Pavone circa i tempi di trasferimento della ex 553 dalla Provincia all’Anas, il consigliere delegato Mauro Scarpantonio ha annunciato che: “il passaggio è ufficialmente operativo da ieri; materialmente, le due strade che l’Anas ha accettato di riprendersi, la exx 553 (Silvi-Atri)  e la 259 (Val Vibrata) saranno consegnate il primo luglio”.

Sulle scuole è intervenuto il consigliere delegato Mirko Rossi, il quale dopo aver precisato che: “questa amministrazione si è trovata a recuperare del tempo perso nella precedente amministrazione” e che prima di far partire i lavori “responsabilmente dopo i terremoti, abbiamo testato la vulnerabilità sismica di tutte le scuola, siamo la prima e ad ora l’unica Provincia ad avere tutte le strutture con indice di vulnerabilità” ha dichiarato che la maggior parte dei lavori è stata avviata e “in alcuni casi conclusi e che ci sono molte altre opere sul pluriennale perché dovevamo attendere l’ufficialità dei finanziamenti”.

Ufficialità che per alcune di essere è arrivata ieri dalla Regione. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con l’ordinanza n. 56 del 10 maggio scorso, ha approvato il secondo programma degli interventi di ricostruzione, riparazione e ripristino delle opere pubbliche nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 24 agosto 2016. Per quanto riguarda la Provincia risultano finanziati: il liceo artistico “Montauti” per 4.927.365 euro; il secondo plesso del “Comi” a Teramo per 2.881.770; il palazzo della Prefettura per 5.000.000 euro e la Casa del Mutilato per 450 mila euro.

L'Aquila

Auto piomba nel cortile di un asilo a L’Aquila: quattro bambini feriti

Published

on

Un’auto parcheggiata in discesa si è messa in marcia ed ha terminato la propria corsa nel cortile di un asilo, dopo aver sfondato la recinzione, travolgendo e ferendo quattro bambini. Uno sarebbe in gravi condizioni.

L’AQUILA – Incidente che ha dell’incredibile alla scuola dell’infanzia 1 Maggio di L’aquila. Questa mattina, mentre alcuni bambini stavano giocando nel cortile, un’auto ha sfondato la recinzione dell’asilo, travolgendoli. Quattro i piccoli rimasti feriti, dei quali uno in condizioni serie. A bordo dell’auto non vi era nessun, dal momento che si è messa in marcia dopo che era stata parcheggiata in discesa. Forse ha ceduto il freno a mano, o forse non è stato proprio inserito, ma al momento non è ancora stata accertata la causa che provocato l’incredibile incidente.

Un momento delicatissimo che le maestre hanno cercato di gestire al meglio, sia prestando soccorso ai giovanissimi rimasti coinvolti, sia provando a rassicurare gli altri che hanno assistito alla scena. Il personale sanitario del 118 e i volontari di Protezione Civile, si sono preoccupati di proteggere da occhi indiscreti il momento in cui i bambini travolti dall’auto sono stati caricati sull’ambulanza che li ha trasferiti in ospedale.

Le insegnanti hanno affermato che hanno provato, nei limiti del possibile, a minimizzare la vicenda per non lasciare troppi strascichi nei piccoli e che sarà molto importante lavorare affinché non rimangano traumatizzati da quello che hanno visto.

«Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie. Speriamo che questa tragedia non si aggravi, siamo in contatto con i sanitari per seguire costantemente l’evolversi della situazione» ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, commentando la notizia dell’auto che ha travolto quattro bambini in un asilo a L’Aquila.

Continue Reading

Teramo

Convegno di odontotecnica all’Alessandrini-Marino

Published

on

convegno di odontotecnica all'Iss Alessandrini-Marino

TERAMO – Sabato 14 maggio 2022, presso l’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” di Teramo, si è svolto il Convegno di Odontotecnica sul tema “Estetica e funzione: combine per il successo in protesi”, destinato agli studenti delle classi 1D-2D-3D-4D-5D dell’Indirizzo Odontotecnico dell’I.P. “Marino”. All’evento, promosso e sostenuto dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Stefania Nardini, sono intervenuti in qualità di relatori l’Odt. Mdt. Nicolino Angeloni – Socio Attivo e Coordinatore Editoriale dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (AIOP) e l’Odt. Luigi Vitale – Odontotecnico di Napoli, specializzato in protesi mobile a supporto mucoso ed implantare.

Dopo i saluti della prof.ssa Amalia Savini, in rappresentanza del Dirigente Scolastico prof.ssa Stefania Nardini, sono stati avviati i lavori.

Nel corso del Convegno è stata affrontata l’analisi della micro e macro estetica e della biomimetica. In odontoiatria l’estetica è l’insieme delle teorie che si rifanno al concetto di “bellezza” relativo all’aspetto di un restauro protesico, ottenuto attraverso la creazione di forme e colori ideali.

In particolare questi gli argomenti trattati dall’Odt. Nicolino Angeloni: la forma dentale in base all’analisi dei profili del volto; il concetto di integrazione (o di biomimetica), cercando il più possibile di copiare la natura; materiali dedicati alla realizzazione di restauri estetici, tenendo presente le linee guida e i supporti scientifici.

L’Odt. Luca Vitale, invece, ha trattato i seguenti argomenti: lo studio per la realizzazione di una protesi mobile; l’analisi dei valli occlusali con relativo montaggio dei denti; la resinatura e i materiali utilizzati con relativa finitura.

I relatori hanno creato una discussione animata con il coinvolgimento diretto degli studenti durante la quale è intervenuta l’allieva della classe 5D dell’Istituto Professionale “Marino” Marika Di Prisco che ha relazionato sui restauri adesivi, argomento illustrato anche all’evento “AIOP Education” in occasione del XIV Meeting Mediterraneo 2022, organizzato dall’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica, tenutosi nello scorso mese di marzo presso il Palacongressi di Rimini e riservato agli studenti delle scuole professionali per odontotecnici.   

Hanno collaborato all’organizzazione del convegno di odontotecnica i docenti dell’Istituto Alessandrini-Marino Andrea Valloni e Virna Villanova.

Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Stefania Nardini, ringrazia pubblicamente i due relatori per aver partecipato al Convegno e l’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica per aver inserito l’Istituto nel Progetto “AIOP Education”.

Continue Reading

Teramo

Rapina a mano armata in pieno centro a Martinsicuro

Published

on

cc 112 carabinieri posto di blocco

MARTINSICURO – Ieri mattina, martedì 17 maggio, la farmacia Talamonti, ubicata in via Roma in pieno centro, ha subito una rapina a mano armata. Intorno alle 9:30 un uomo col volto celato dalla mascherina e da un copricapo, ha puntato una pistola contro i due farmacisti in servizio in quel momento ed ha intimato loro di consegnare il denaro presente nel registratore di cassa.

Probabilmente quella che stringeva in pugno era una scacciacani. I farmacisti ovviamente hanno consegnato al rapinatore il bottino, non certo cospicuo. La farmacia d’altronde aveva appena aperto. Circa 200 euro i soldi portati via dal malvivente, che subito dopo si è allontanato a piedi, dileguandosi tra le strade del centro.

Immediatamente avvisati, sul posto sono giunti i carabinieri che hanno raccolto le testimonianze dei due dietro al bancone ed hanno prelevato le registrazioni del circuito di videosorveglianza interno, ma anche quelle delle telecamere pubbliche esterne e di altri esercizi commerciali della zona . Le immagini sono al vaglio da questa mattina. Il responsabile della rapina a mano armata avvenuta ieri mattina in pieno centro a Martinsicuro , dovrebbe essere un italiano, stando all’accento percepito dai testimoni. Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione locale e quelli di Alba Adriatica.

Continue Reading

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.