Atessa: Honda, numeri confortanti, soltanto due settimane di ferie per i dipendenti

ATESSA- Non accadeva da tempo che alla Honda si facessero solo due settimane di riposo ad agosto. Lo scorso anno le ferie erano durate tre settimane, in altri periodi anche un mese di fila. Lo stabilimento del colosso giapponese vive un momento di recupero e ripresa grazie anche all’appeal e al gradimento della linea di scooter Sh 125, 150 e 300 che detiene i primi tre posti nelle vendite del mercato di riferimento. I numeri di produzione sono confortanti: ci si avvicina sempre più ai 100mila pezzi realizzati che ricordano i numeri prima della crisi.

Numeri confortanti se si pensa che, nel 2012, la Honda si trovò a fronteggiare gli effetti di una drammatica crisi economica con l’esubero di circa 300 dipendenti su un totale di 647 persone.
Ma per voltare definitivamente pagina la Honda di Atessa vorrebbe puntare a qualcosa di più rispetto agli scooter per superare e compensare i periodi di bassa stagione anche con altro. Nei tempi d’oro la multinazionale nipponica produceva ad Atessa anche maxi moto e motori power destinati ai tosaerba.