Lanciano: estorsione, violenza e minacce di morte all’ex moglie

Lanciano – Con le accuse di estorsione, violenza e minacce all’ex moglie, un 46enne di Lanciano è stato arrestato e rinchiuso nel supercarcere. Nella tarda serata di ieri, l’uomo ha cercato insistentemente di entrare nella abitazione della ex moglie, quando  era presente anche il figlio minore, per costringerla a farsi consegnare somme di denaro per le sue esigenze personali. La donna, spaventata, ha chiamato il 113 per farlo allontanare da casa. Tutto sembrava essere quindi tornato alla normalità quando, dopo pochi minuti, da parte della povera vittima è partita una nuova telefonata al 113 perchè il suo ex marito era tornato alla sua abitazione ed era ancora più esagitato di prima. La squadra è quindi tornata immediatamente sul posto trovando l’uomo nascosto sotto il vano delle scale. Alla vista degli agenti l’arrestato si è scagliato con violenza contro di loro dando il via ad una colluttazione, ma è stato bloccato, ammanettato e tratto in arresto. L’uomo, lancianese, è stato condotto nella Casa circondariale di Lanciano in attesa dell’udienza di convalida che si terrà domani mattina nel Tribunale di Lanciano.