Alba Adriatica, ragazza di 19 anni azzannata da un pitbull

Immagine di repertorio

ALBA ADRIATICA – Lunedì sera verso le 21, un pitbull ha azzannato una ragazza di 19 anni in via Legnano, nell’area verde intorno all’asilo nido di Alba Adriatica: il padrone era lontano per tenere sotto controllo l’animale, che vagava così indisturbato. Il cane ha tentato di attaccare un altro animale di piccola taglia, saltando poi addosso alla ragazza che lo difendeva, azzannandola in più punti, soprattutto ad un braccio e al volto, e procurandole ferite profonde e pericolose per la vicinanza alla gola. A fermare il cane sarebbero stati dei passanti e il padre della giovane, non il padrone, giunto sul posto solo quando il pericolo era stato già sventato, per poi dileguarsi. Sul posto sono giunti i carabinieri e i vigili urbani, oltre all’ambulanza che ha trasportato la ragazza al pronto soccorso dell’ospedale di Sant’Omero, dove è stata medicata e poi dimessa. Anche i veterinari della Asl sono al lavoro per accertare che il cane avesse effettuato tutte le vaccinazioni ed escludere conseguenze ancora più gravi.

Nel frattempo, sono previste querele ed esposti per tutti, oltre alla possibile denuncia d’ufficio: la famiglia della ragazza annuncia infatti azioni contro il padrone del pitbull, ma sta anche valutando come rivalersi contro la polizia locale e il Comune di Alba Adriatica, in quanto il cane era stato già segnalato alle autorità comunali negli ultimi anni in quanto già protagonista di aggressioni a persone e altri animali, ma nessuno avrebbe perseguito il padrone, solito non usare guinzaglio e museruola.