San Benedetto del Tronto, fondi europei per tirocini lavorativi: comuni e terzo settore insieme per destinarli

Il tirocinio prevede un compenso di 350 euro lordi mensili per una durata di 30 mesi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla presenza del sindaco Pasqualino Piunti e dell’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni, l’Ambito Territoriale Sociale 21 ha incontrato stamane i rappresentanti delle cooperative e delle altre realtà del terzo settore che operano nel territorio con sportelli di orientamento al lavoro per illustrare le opportunità offerte della specifica misura del Piano operativo regionale del Fondo sociale europeo che stanzia fondi per l’istituzione di tirocini di inserimento lavorativo destinati a persone tra 16 e 64 anni abili al lavoro. Il tirocinio prevede un compenso di 350 euro lordi mensili per una durata di 30 mesi.

Emanuela Carboni

Con questa misura cerchiamo di individuare un percorso di reinserimento sociale per quella fascia di persone che si rivolgono ai servizi sociali dei Comuni dell’Ambito – spiega l’assessore Carbonima che, non rientrando nelle varie categorie destinatarie di specifici provvedimenti, hanno difficoltà ad ottenere una risposta. Certo, si tratta di tirocini ma vogliamo, anche con l’aiuto delle associazioni di categoria, individuare aziende che potenzialmente siano disponibili a trasformare i tirocini in veri e propri posti di lavoro’.

Infatti nei prossimi giorni l’Ambito 21 promuoverà analoghi incontri con le associazioni rappresentative delle categorie produttive e con le agenzie di lavoro interinale.