fbpx
Connect with us

Teramo

Teramo, esposto in Procura: manipolati i video del crollo del Ponte Morandi

Pubblicato

il

TERAMO – I video del crollo del ponte Morandi, diffusi nei giorni successivi alla tragedia, sarebbero stati manipolati. Lo sostiene Luciano Consorti, presidente e direttore editoriale di Desi,acronimo che sta per Dipartimento europeo sicurezza informazioni. Si tratta di una testata on line attiva dal 2016, registrata al tribunale di Teramo. Offre molto spazio ad articoli di quella che in molti considerano teoria del complotto. Altri fake news.

Consorti lo scorso 6 settembre, ha presentato un esposto alla Procura di Teramo, arricchita oggi da un’integrazione. La procura avrebbe aperto un fascicolo.

In base alle sue ricostruzioni, qualcuno avrebbe artefatto i video poi diramati da Polizia, Questura e Guardia di Finanza di Genova. Consorti parla apertamente di depistaggi nelle indagini e si interroga su mandanti e movente. Di seguito il comunicato stampa, che riproponiamo integralmente:

<<Il sottoscritto Luciano Consorti in qualità di Presidente e Direttore Editoriale della testata giornalistica  “Dipartimento Europeo Sicurezza Informazioni (D.E.S.I.)” ha depositato l’integrazione dopo il primo esposto del  6/09/2018 presso la Procura di Teramo, relativo a verosimili manomissioni del video che riprende il Ponte Morandi di Genova.
Dopo  l’esposto riguardo alla manomissione video del ponte morandi, la questura di Genova il 26 settembre ha diffuso con un comunicato stampa il video  con la versione Integrale di quanto ripreso dalle telecamere di Autostrade che ritraeva i minuti precedenti al crollo del ponte,  le immagini mostrano il ponte morandi dalle ore 11,32.25. alle ore 11,36.35.
Precedentemente su settimanale OGGI del 20 sett. il capo della quadra mobile dott. Marco Cali’ aveva dichiarato che tale video integrale aveva una durata di circa 10 minuti ed era agli atti;  mentre ai media aveva diffuso un video ufficiale piu’ breve che comprendeva una collazione di spezzoni, concentradondosi sui 2 mezzi simbolo del disastro, l’autocisterna bianca e il camion Basko.
Mi domando gli altri 6 minuti di video integrale dove sono finiti? Invece potevano diffondere subito il video integrale senza alcuna manomissione, anche in questo video integrale del 26 sett. dopo un attenta analisi ho notato delle anomalie, all’inizio la cam funziona perfettamente e la nitidezza delle immagini sono chiare, infatti si vede il pilone 9 successivamente  crollato.
Se fate caso dal minuto circa 1:00 in poi comincia una strana foschia e il pilone viene coperto da una macchia grigia, si vede verosimilmente un cambiamento di pixel.
Il  Procuratore di Genova Francesco Cozzi in diverse interviste come quella del 17 Agosto, come riportato in molti organi di stampa, dichiara che “ci sono stati Black Out delle telecamere in quel momento prima del crollo e che non è possibile rivedere gli attimi del crollo”; veramente assurdo perché il primo video diffuso e cioè quello che noi abbiamo denunciato come manomesso si interrompe proprio dopo il passaggio del camion Basko, mentre nel video diffuso dalla questura di Genova come integrale il 26 settembre si vede che la Cam funziona perfettamente anche dopo il passaggio del camion Basko infatti prosegue il video senza interruzione, noi chiediamo una spiegazione a tale affermazione del Procuratore capo di Genova.
Nel video diffuso dalla guardia di Finanza si vedono altre anomalie, nella cam1 si vede un’auto di colore grigio in “via Polcevera” che sparisce e nell’altra parte opposta in ” via G. Cornigliano” compare dietro uno specchio stradale.
Il 3 Ott. viene diffuso dalla guardia di finanza un nuovo video sul crollo del ponte, si vede nella prima immagine l’orario riportato fino alle 11:40 il ponte è ancora per intero e poco dopo l’immagine si offusca e non si vede piu’ il pilone 9, mentre nella seconda cam (camera09) non compare piu’ l’orario e si vede un taglio delle immagini con macerie e persone che camminano, l’immagine è sfumata.   Alle 11:36 i sismografi hanno registrato per ben 23 secondi un terremoto pari a 1 grado della scala richter provocato dal crollo del ponte, come mai alle 11.40  si vede il ponte ancora intatto? cosa ha provocato il terremoto? A che ora è crollato il ponte esattamente visto che gli orari non coincidono con il crollo? anche questo video sembrerebbe manomesso.
Nella Relazione del MIT (Ministero delle Infrastrutture e Trasporti) del 25 sett. punto (3.8.1),  viene riportato che la procura di Genova non ha fornito materiale Video e documenti utili all’indagine, un palese ostruzionismo. Il MIT ha dovuto utilizzare materiale di pubblico dominio. Sempre nella medesima relazione viene riportato che il giornale New York Times aveva avuto un materiale Video differente da quello di pubblico dominio, come faceva ad avere un video integrale prima che uscisse ufficialmente?
Ribadiamo che per noi è una puro depistaggio dell’indagine, per conto di chi? E per quale motivo?

il video  consegnato in Procura di Teramo:
https://www.youtube.com/watch?v=x0OMVq1Bb3c

Abruzzo

Mosciano Sant’Angelo: arrestata 42enne ladra d piumoni

Pubblicato

il

carabinieri arresto tentato omicidio femminicidio arresti domiciliari

MOSCIANO SANT’ANGELO(TE): E’ stata arrestata per furto aggravato,una 42enne di origine albanese a Mosciano Sant’Angelo. I militari, hanno perquisito la sua abitazione,dove sono stati ritrovati due dei piumoni il cui furto era stato denunciato dalle proprietarie ai Carabinieri nei giorni scorsi.La donna,si recava spesso nella lavanderia per rubare capi di biancheria,vestiario o piumoni dimenticati da clienti. La 42enne,infatti,non sapendo giustificarsi,oltre al reato di furto aggravato,dovrà rispondere all’autorità giudiziaria anche di quello di ricettazione.

Continua a leggere

Abruzzo

Alba Adriatica, l’ordinanza Sindacale

L’informative del Primo cittadino

Pubblicato

il

documento anti erosione Vagnoni Casciotti Piccioni

Il Sindaco Antonietta Casciotti, attraverso Facebook, comunica le ordinanze comunali per il seguente periodo.

Cari concittadini e gentili ospiti, con l’obiettivo di contemperare il diritto al riposo dei cittadini, l’esigenza di sostenere la ripartenza di tutte le attività messe in difficoltà dalle chiusure imposte dall’emergenza Covid-19 e di ridurre i potenziali rischi riguardanti l’ordine e la sicurezza durante le ore notturne, ho emanato in data 11 giugno l’Ordinanza n.54 che disciplina gli orari di apertura al pubblico delle attività di somministrazione di alimenti e bevande e di somministrazione artigiana disponendo la loro apertura 7 giorni su 7 dalle ore 6.00 alle ore 2.00 e di tutte altre attività artigianali e commerciali al dettaglio dalle ore 7.00 alle ore 24.00. Inoltre, con Ordinanza n.55 sono stati disciplinati gli orari di diffusione musicale e sonora nei locali pubblici e luoghi pubblici consentendo la diffusione di musica con strumenti amplificati nella fascia oraria 21:00/24:00 dalla domenica al giovedì e nella fascia 21.00/01:00 nei giorni di venerdì e sabato nel rispetto dei valori di emissione ed immissione fissati dal DPCM 14-11-97 e vigente piano di zonizzazione acustica.Infine, attraverso Ordinanza n.56, sono state disposte misure volte al superamento di situazioni di degrado del territorio e pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana. Tra queste, i divieti di: vendere per asporto bevande alcoliche e superalcoliche (in qualsiasi contenitore) dalle ore 22.00 alle ore 6.00 del giorno successivo; detenere qualsiasi genere di contenitore (vetro, lattine o altro materiale) nelle aree pubbliche o aperte al pubblico dalle ore 22.00 alle ore 6.00 del giorno successivo. Ai gestori, è fatto obbligo di vigilare all’interno dei locali e nelle aree esterne date in concessione, di provvedere ad assumere ogni iniziativa di presidio e sicurezza anti assembramento e/o anticontagio all’interno dei locali e nelle aree esterne date in concessione (anche per motivi legati al comportamento degli avventori dandone segnalazione immediata alle Forze dell’Ordine); di delimitare l’area del plateatico regolando adeguatamente gli accessi; di provvedere alla completa pulizia ed igiene degli spazi esterni antistanti ed adiacenti gli esercizi assicurando in misura adeguata presidi igienico-sanitari e contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti evitando quindi la loro esposizione e/o accumulo. Nella predetta Ordinanza si richiamano altresì i gestori a rispettare le disposizioni del codice penale contenenti il divieto di somministrare e vendere bevande alcoliche ai minori, ribadendo l’obbligo per il gestore di chiedere l’esibizione del documento di identità, e/o somministrare bevande alcoliche a chiunque manifesti stato di ubriachezza. In vari incontri avuti con gli operatori turistici ci si è confrontati sulla opportunità di una condivisa collaborazione volta ad una proposta turistica orientata al benessere complessivo delle famiglie che soggiornano nella nostra Città, è necessario isolare e sanzionare comportamenti che contrastano con le regole del vivere civile. Questo la Città chiede e verso questo obiettivo tutti dobbiamo convergere.Episodi di movida violenta collegati soprattutto al consumo di alcol e/o sostanze non sono più tollerabili e i singoli episodi non possono e non devono pregiudicare il sistema turistico dell’accoglienza che deve volgere verso una più diversificata e qualitativa offerta su cui tutti dobbiamo impegnarci. Il rispetto delle ordinanze sarà assicurato con la richiesta collaborazione a tutte le forze dell’ordine che hanno il compito del Presidio del territorio, richiesta di collaborazione che è stata sempre assicurata.La Sindaca

ORDINANZE

https://www.comune.alba-adriatica.te.it/…/844-ordinanza…

https://www.comune.alba-adriatica.te.it/…/845-ordinanza…

https://www.comune.alba-adriatica.te.it/…/846-ordinanza…

Continua a leggere

Abruzzo

Covid-19: Marsilio, Dal Sottosegretario alla Salute il riconoscimento del grande lavoro svolto

Pubblicato

il

TERAMO – Visita  istituzionale, questo pomeriggio, a Teramo, nella sede dell’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molisedel Sottosegretario alla Salute Andrea Costa, accolto dal presidente della Giunta regionale Marco Marsilio, e dall’assessore alla Salute Nicoletta Verì. La visita odierna rientrava in un mini tour abruzzese del sottosegretario che poi nel pomeriggio si è recato all’Aquila, in Regione, nella sede di Palazzo Silone, e successivamente si è spostato, sempre insieme al presidente Marsilio, all’hub vaccinale di San Vittorino.

A fare gli onori di casa, a Teramo, il Direttore generale dell’IZSAM, Nicola D’Alterio  ed i componenti del Consiglio di amministrazione dell’Istituto.

“Abbiamo accolto il Sottosegretario molto volentieri – ha dichiarato Marsilio – anche alla luce del fatto che proprio oggi è stata presentata una serie di numeri molto importanti sui risultati conseguiti dalla nostra Regione nella lotta alla pandemia ed in particolare nella campagna vaccinale. Ci tengo a ringraziare il Sottosegretario non solo per la sua presenza qui e per la vicinanza dello Stato ma anche per le parole che ha detto in un’intervista in cui ha riconosciuto il modello esemplare di questa Regione nella battaglia alla pandemia”.

Costa, evidenziando il ruolo fondamentale delle eccellenze scientifiche come l’IZSAM nel contrasto al Coronavirus, ha parlato di eccellenza delle eccellenze proprio nel sequenziamento del virus. Una realtà che, secondo il Sottosegretario, meriterebbe maggiori investimenti in termini di risorse finanziarie. Il Sottosegretario ha anche esaltato l’impegno della Regione Abruzzo nelle strategie di contrasto al Covid-19 dal momento che, a suo giudizio, in questo territorio sono stati raggiunti risultati eccezionali e, per questa ragione, l’Abruzzo rappresenta un esempio da seguire.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy