Chieti: lettera con proiettile e minacce in prefettura

CHIETI-La Digos di Chieti sta indagando su una busta, arrivata negli uffici della prefettura teatina, contenente un proiettile calibro 9 e una lettera con minacce di morte a sei fra politici e rappresentanti di enti abruzzesi. Con un’anomalia: sulla busta il destinatario è il «prefetto Ruggiero Borzacchiello» che è in realtà il nome del questore di Chieti, mentre il prefetto, Antonio Corona, non è mai citato. Busta e contenuto sono stati consegnati alla polizia scientifica per rilevare eventuali impronte e tracce utili a risalire all’anonimo autore. La lettera è stata consegnata insieme ad altra corrispondenza in prefettura ieri mattina. Appena qualcuno si è accorto che la busta conteneva un oggetto metallico è scattata la segnalazione alle forze dell’ordine.