Fermo, 17 unità mobiliari acquistate dalla Regione Marche per le famiglie colpite dal sisma

Iniziativa voluta in alternativa al Cas (Contributo di Autonoma Sistemazione) e all'ospitalità nelle strutture ricettive accreditate

FERMO – La Regione Marche ha acquisitato delle unità immobiliari ad uso abitativo nell’area Vallesi di Fermo che consentiranno di poter ospitare 17 nuclei familiari fermani. Saranno destinate a quei cittadini che posseggono abitazioni ritenute inagibili a seguito del sisma del 2016.

‘Operazione molto positiva – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro – con alloggi destinati a casi di inagibilità di tipo E e F, un sostegno che si dà a famiglie fermane con problematiche legate alla ricostruzione post sisma e che dall’altro lato fa rivivere una zona che non era mai decollata, ora dotata anche di videosorveglianza, con la proprietà che ha effettuato interventi di recupero ed il Comune che ha ripreso e riaperto i parcheggi pubblici’.

Paolo Calcinaro

Fermo, in particolare, con queste 17 unità immobiliari darà alloggio ad altrettanti nuclei familiari del centro storico e delle zone limitrofe, ovvero la parte della città dove si è registrato il maggior numero di persone evacuate. Nell’area Vallesi, in particolare, sono stati effettuati già nei mesi estivi da parte dell’impresa proprietaria anche gli interventi di recupero dell’intero contesto, compreso dunque il verde, gli ascensori, le parti comuni e interventi di rifinitura. Nella zona è stato installato anche un sistema di videosorveglianza (che comprende in complesso 22 telecamere).

La Protezione Civile delle Marche, infine, ha comunicato che è stato stanziato un contributo di 4 mila euro per l’acquisto di mobilio ed eventuale trasloco a beneficio degli assegnatari degli immobili acquistati dall’Erap.