Stadio “F.lli Ballarin”: demolire solo per un… “Nuovo Ballarin” !!!!!

3 giugno 1984. Samb-Pistoiese 1-1. Dall'alto del Ballarin... "La Samb è salva" e la Longobarda... festeggia la promozione in serie A...

E’ da una decina di anni che questo monumento, questa icona cittadina versa nella situazione attuale di coma irreversibile.

Ora cade a pezzi, mettendo in pericolo la vita delle persone che attraversano quel “budello” di strada dietro la Tribuna Ovest…

Il problema è annoso e non delle ultime ore.

Mi piange il Cuore vederlo distrutto dalle ruspe ma, penso, non si può far altrimenti per la sicurezza di tutti i cittadini.

IL PROBLEMA, invece, sarebbe il fatto di smantellarlo TUTTO, cancellando tutte le tracce del suo esistere: NOI NON PERMETTEREMO QUESTO!!!!

Che si faccia allo stesso modo del glorioso “Filadelfia” di Torino, in cui giocò il “Grande Torino” perito a Superga. Sì, è stato abbattuto nelle sue parti più pericolanti ma ne sono state salvaguardate la vecchia entrata e un angolo di curva. La Tribuna è stata interamente ricostruita ma oggi è tornato ad essere un vero campo di calcio (il Torino U18 vi gioca le sue partite del Campionato “Primavera”).

Dunque…tornando al nostro Ballarin: demolire le parti cadenti ma SALVAGUARDARE E, in caso, RESTAURARE LA GRADINATA SUD.

Bonificare la sua area facendo in modo di poterla usare anche per partite di allenamento o come Parco ricreativo per bimbi e mamme.

DEMOLIRE SI, ma non tutto… che l’area Ballarin torni a rifiorire: in quella terra ci sono 3 morti (Roberto Strulli, Maria Teresa Napoleoni, Carla Bisirri) e oltre 50 anni d’incancellabile Storia Sambenedettese!!!!!