Montesilvano, continua la campagna antidroga: due arresti

PESCARA – Due arresti a Montesilvano. Sequestrate sostanze stupefacenti che avrebbe fruttato ai trafficanti fino a 500mila euro.

I carabinieri della Compagnia di Montesilvano proseguono le indagini contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo le operazioni compiute nel mese di novembre, che hanno portato a importanti risultati, quali l’arresto di cinque spacciatori e lo scioglimento di una baby gang operante in diversificate zone della città, un ulteriore colpo è stato inferto al narcotraffico. Gli arrestati nascondevano in casa più di un chilo di cocaina, oltre a eroina e sostanza da taglio per confezionare le dosi da vendere nel mercato della droga. Si tratta di un uomo e una donna di origine maghrebina, nati entrambi a Pescara, che sono stati arrestati nella loro abitazione, in via Rimini. I carabinieri hanno fatto irruzione nell’abitazione della coppia sono stati trovati oltre un chilo di cocaina e un chilo di sostanza da taglio, circa 140 grammi di eroina e un bilancino di precisione, pari a un valore che può equivalere tra i 300 e i 500mila euro. Entrambi sono stati accusati di detenzione di sostanze di stupefacenti ai fini di spaccio. L’uomo di 27 anni è stato inviato al carcere di Pescara, mentre la donna di 18 anni resterà ai domiciliari perché è in stato interessante. Con questa operazione, i militari hanno sottratto al mercato locale una notevole quantità di droga.