fbpx
Connect with us

Ascoli Piceno

Samb-Rimini, 40 anni d’Amicizia: il cammino dei romagnoli, i precedenti in casa Samb

Luigi Tommolini

Published

il

Samb-Rimini torna a San Benedetto dopo sette anni.

All’epoca si era nel torneo “melmoso” di serie D.

Grande Tradizione per le due squadre in Amicizia dal 1978, quarant’anni esatti.

E sono anche 40 i precedenti Totali (in casa Samb e in casa Rimini) tra le due compagini, iniziati nel torneo di serie C 1939/40, alle porte della seconda guerra mondiale.

La Samb in casa ha lasciato pochi punti al Rimini.

In questa stagione i romagnoli in trasferta hanno raccolto soltanto 3 punti, grazie a tre pareggi (Vicenza, Giana Erminio e Ravenna) e cinque sconfitte, tutte maturate nelle ultime sei uscite.

In trasferta hanno segnato soltanto 4 reti (distribuite a metà tra primo e secondo tempo).

I biancorossi non segnano in trasferta da 4 turni, gol in casa dell’Imolese, 1-3, circa due mesi fa, il 21 ottobre scorso.

Sono 93 i biglietti acquistati dai tifosi romagnoli.


IL CAMMINO IN CAMPIONATO DEI ROMAGNOLI BIANCOROSSI


TUTTI I PRECEDENTI IN CASA SAMB


VERSO SAMB-RIMINI: LE PAROLE DI MISTER GIORGIO ROSELLI

Verso Samb-Rimini: mister Roselli

Verso Samb-Rimini: mister Roselli

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Venerdì 14 dicembre 2018


I 19 CONVOCATI


IL GEMELLAGGIO SAMB-RIMINI DALLE PAROLE DEI SUPPORTERS ROMAGNOLI

“Quella di sabato a San Benedetto sarà una data speciale per il gemellaggio che lega le nostre due realtà. I racconti dei presenti ed i primi riscontri storici fanno infatti risalire l’amicizia alla stagione 77-78, quindi quest’anno ricorre il 40° anniversario del gemellaggio. In fotografia, datata proprio gennaio 1978, il primo gruppo biancorossoblù. Se guardiamo alle sue più antiche radici, ancor prima del gemellaggio, il rapporto con i sambenedettesi ha vissuto inizialmente momenti non certo amichevoli, con partite caratterizzate da qualche attrito. Ma è in concomitanza della nascita dei primi gruppi ultras, la Fossa della Morte da noi e l’Onda d’Urto a San Benedetto, che le cose cambiarono ed i rapporti diventarono di fratellanza.

Per molti anni, a causa delle varie e poco fortunate vicissitudini delle squadre, i rapporti rimasero altalenanti, ma furono proprio queste “sfighe” a cementificare il gemellaggio ed a farlo arrivare a questo importante anniversario. Grazie alle nuove leve negli ultimi anni il gemellaggio si è ulteriormente rafforzato e le continue visite, bevute, incontri fanno sì che questo gemellaggio, che fa parte della storia ultras italiana, sia un libro con tante pagine ancora da scrivere”.



ARTICOLI CORRELATI

Samb-Rimini: misure organizzative. Terna Arbitrale: precedenti e curiosità

Ascoli Calcio

Cosenza-Ascoli: i probabili schieramenti

Stasera ore 21 allo Stadio San Vito-Marulla di Cosenza.

Published

il

L’Ascoli di mister Dionigi cerca stasera a Cosenza la prima vittoria post CoViD19 e dopo nove giornate nelle quali ha raccolto 3 punti, tutti in casa contro Juve Stabia, ChievoVerona e Crotone.

Probabile un modulo 3-4-2-1 con Leali in porta e la difesa composta da Ferigra (in vantaggio su Valentini), Brosco e Ranieri.

Sulle fasce Padoin e Sernicola, nella zona nevralgica del campo il rientrante Cavion e Brlek.

Sulla trequarti Morosini e Ninkovic a supporto del centravanti Scamacca (oppure Trotta).

Meno probabile ma da prendere in considerazione uno schieramento 3-5-2 con l’esclusione di Morosini e l’inserimento a centrocampo di uno tra Petrucci e Troiano.

Mister Dionigi non può contare sullo squalificato Gravillon e sugli infortunati Pucino, Andreoni, Rosseti e Beretta.


PROBABILI FORMAZIONI

COSENZA (3-4-3): Perina; Idda, Schiavi, Legittimo; Casasola, Bruccini, Sciaudone, Bittante; Carretta, Rivière, Baez.

A disposizione: Saracco, Corsi, Capela, Monaco, D’Orazio, Lazaar, Prezioso, Broh, Bahlouli, Kone, Machach, Asencio.

Allenatore: Occhiuzzi

ASCOLI (3-4-2-1): Leali; Ferigra, Brosco, Ranieri; Padoin, Cavion, Brlek, Sernicola; Morosini, Ninkovic; Scamacca.

A disposizione: Marchegiani, Novi, Valentini, De Alcantara, Maurizii, Troiano, Petrucci, Piccinocchi, Eramo, Costa Pinto, Matos, Trotta.

Allenatore: Dionigi

Arbitro: Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta.


Continua a leggere

Ascoli Calcio

Cosenza-Ascoli, Dionigi: “il gruppo ci crede”

Il mister bianconero sulla gara di domani in casa dei lupi.

Published

il

L'allenatore dell'Ascoli Davide Dionigi.

Mister Dionigi, in viaggio con la squadra in direzione Cosenza, ha parlato della partita di domani con i calabresi, uno scontro diretto fra due squadre staccate da soli due punti in classifica. Quella con i calabresi è già la terza sfida per il tecnico dell’Ascoli, arrivato solo otto giorni fa sulla panchina bianconera.

Domani sera saranno di fronte da una parte il Cosenza, in gran forma dopo il lockdown con 7 punti conquistati in 3 partite, dall’altra un Ascoli che con la ‘cura Dionigi’ sta riacquistando fiducia. Che partita si aspetta?

“Il Cosenza è reduce da ottime prestazioni, è una squadra che viaggia sulle ali dell’entusiasmo e che anche domani continuerà a fornire un calcio propositivo. Dall’altra parte c’è l’Ascoli, che dovrà fare un altro passo in avanti rispetto alle gare precedenti. Anche se con soli 7-8 allenamenti alle spalle, mi aspetto una crescita costante in ogni partita”.

Torniamo per un attimo a tre giorni fa: cosa le è piaciuto e cosa non le è piaciuto della prestazione contro il Crotone?

“Mi è piaciuta la gestione della partita, dico sempre che le gare durano 90’ e anche più, quindi è importante la gestione della gara, il capire e il saper leggere la partita. Dobbiamo migliorare un po’ in fase di possesso, aspetto che contro il Venezia era riuscito molto bene, ma che col Crotone si è visto un po’ meno”.

Che avversario è il Cosenza?

“Il Cosenza è una squadra con ottime individualità, ma a me interessa che l’Ascoli giochi come gruppo compatto; poi possiamo avere di fronte anche un avversario nettamente superiore come il Crotone, ma con la compattezza siamo riusciti a tenergli testa”.

La compattezza di gruppo è nell’immagine finale di Ascoli-Crotone, quando al triplice fischio vi siete stretti tutti a cerchio in un grande abbraccio.

“In quell’abbraccio ho visto la consapevolezza che il gruppo sarà unito fino alla fine. E questo era l’aspetto a cui tenevo maggiormente. La sensazione è che il gruppo ci crede. E’ chiaro che il risultato è legato agli episodi – vedi Venezia dove avremmo meritato di più – però ho chiesto che da qui alla fine ci sia questo spirito, poi tireremo le somme”.

Cosenza senza l’ex Kanoute, lei recupera Cavion, che ha scontato la squalifica, Brosco e Ninkovic. Perde Andreoni per una contusione all’occhio. Cambierà qualcosa a livello di sistema di gioco?

“In ogni pregara accade qualcosa, prima della partita col Crotone avevamo perso Brosco, stamattina è capitato con Andreoni. Non so se cambierò sistema di gioco, se optare per la linea a tre o a quattro, lo deciderò domattina nel corso dell’ultima rifinitura a Cosenza, qualcosa abbiamo provato anche oggi”.

Domani sarà la terza partita in una settimana, quindi poco tempo per prepararla. Ha chiesto qualcosa in particolare alla squadra?

“Chiedo tutti i giorni di avere la massima umiltà nel fare tutto quanto è nelle nostre possibilità. Tutto quello che facciamo negli allenamenti lo prepariamo in modo maniacale e mi aspetto il mille per mille da tutti nell’applicarlo in partita. Poi a fine campionato tireremo le somme di quanto saremo riusciti a fare”.


Fonte: Ascoli Calcio 1898

Continua a leggere

Ascoli Calcio

Cosenza-Ascoli: Dionigi ne convoca 23

Andreoni out. Bianconeri subito partiti per la Calabria.

Published

il

ASCOLI PICENO – Ecco la lista dei 23 giocatori bianconeri convocati da mister Dionigi per l’incontro con il Cosenza in programma domani sera alle ore 21 allo stadio “San Vito-Marulla” per il 32° turno del campionato di Serie B.

Dopo la rifinitura al Picchio Village squadra e staff sono subito partiti in direzione Calabria.

PORTIERI: Leali, Marchegiani, Novi

DIFENSORI: Brosco, De Alcantara, Sernicola, Valentini, Ranieri, Ferigra, Maurizii

CENTROCAMPISTI: Brlek, Eramo, Petrucci, Troiano, Costa Pinto, Padoin, Cavion, Piccinocchi

ATTACCANTI: Morosini, Ninkovic, Scamacca, Trotta, Matos.


INFORTUNATI: Raffaele Pucino, Lorenzo Rosseti, Giacomo Beretta e Cristian Andreoni (contusione all’occhio dopo un contrasto di gioco

SQUALIFICATI: Andreaw Gravillon.

DIFFIDATI: Raffaele Pucino, Petar Brlek e Mirko Eramo. 


Fonte: Ascoli Calcio 1898

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Noris Cretone