fbpx
Connect with us

Abruzzo

Teramo, la risposta dell’amministrazione agli atti di vandalismo: più videocamere, potenziamento dell’illuminazione e sanzioni pesanti

Valentina Fagnani

Published

il

TERAMO – Sugli episodi di vandalismo che vengono perpetrati in particolare nelle ore notturne e che destano crescente preoccupazione tra i cittadini, l’amministrazione comunale è determinata ad intervenire, aggiungendo nuove iniziative a quelle già attivate, ma sempre ricordando che il fenomeno è determinato innanzitutto da cause di natura sociale e culturale.

Pare innanzitutto necessario, come peraltro già indicato nelle linee programmatiche, che assieme all’attivazione delle indispensabili operazioni di controllo e repressione, si renda utile rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto. In questo senso,  si fa richiamo all’accordo sottoscritto con la Prefettura nel quale, con il rispetto per le reciproche competenze, i due enti hanno stabilito di adottare strategie congiunte volte a migliorare la percezione della sicurezza dei cittadini, contrastare ogni forma di illegalità e favorire l’impiego delle Forze di Polizia. E’ evidente che tale accordo vada ora applicato con maggior rigore e per questo il Comune si farà promotore dell’attivazione di una azione, con la Prefettura quale ente territoriale di primo riferimento, per creare sinergie tra le diverse realtà istituzionali operanti nel territorio e dar luogo così ad una unitaria e condivisa attività di controllo e repressione.

Oltre ciò, il Comune sta provvedendo al potenziamento del sistema di videosorveglianza, ormai obsoleto e verso il quale nel passato non è stata riposta adeguata attenzione, tant’è che il contratto di manutenzione è scaduto da oltre due anni. Ora si punta al miglioramento tecnico del sistema già esistente e all’installazione di nuove telecamere  per arrivare ad oltre 40 punti di ripresa, assicurando in tal modo la copertura di una sempre più ampia porzione del territorio.

Rinnovata attenzione per gli impianti di illuminazione pubblica, anche in questo caso purtroppo dopo anni di trascuratezza e incuria; è allo studio l’ipotesi concreta di creare nuovi impianti, dopo quelli realizzati recentemente, ad esempio alla Villa Comunale, in Piazza Sant’Anna e a Colleatterrato. La pubblica illuminazione va assolutamente potenziata, con riferimento proprio alle aree meno illuminate e più vulnerabili, perché talvolta la complicità di condizioni ambientali favorevoli rende più facile l’abbandono ad atti di vandalismo, oltre al fatto che, in termini generali, una città più illuminata è anche una città più decorosa.

L’amministrazione, quindi, ha in animo di promuovere il rispetto e il decoro urbano assieme alla protezione dei beni pubblici e privati e alla tutela della sicurezza, anche attraverso una pratica sanzionatoria  che sia in linea con le norme esistenti ma che funga da chiaro segnale di “tolleranza zero”. In termini di deterrenza ma anche come effetto di azioni sconsiderate che vanno perseguite nella adeguata misura, la sanzione comminata con particolare rigore pare una conseguenza commisurata al valore sociale delle azioni evidentemente compiute e l’amministrazione non consentirà una caduta di attenzione neanche in tal senso.

A tutto ciò va aggiunto, come anticipato in altre occasioni, il progetto di rafforzamento dell’organico della polizia municipale, che ha quale obiettivo anche quello di assicurare la presenza in città di pattuglie dei Vigili Urbani non solo in orari meno consueti ma anche con una attività più diffusa e concreta. Il Sindaco coglie l’occasione per ringraziare la polizia municipale per l’attento servizio che svolge nonostante la nota carenza di organico e le difficoltà che i pochi vigili sono costretti a fronteggiare in un territorio così ampio e composito.

Da ultimo, ma non per ultimo, il Sindaco D’Alberto rimarca la necessità di attuare iniziative di educazione civica, che costituiscono il primo e più forte elemento di prevenzione e di formazione di una coscienza civile e urbana per le giovani generazioni e rammenta a questo proposito che il Comune ha avviato la campagna per reintrodurre nelle scuole l’educazione civica come materia autonoma e curricolare.

“Stigmatizzo con indignazione e con forza – conclude il Sindaco – ogni atto di vandalismo e in particolare il danneggiamento di una carrozzella per disabili. Si tratta di un gesto vergognoso che offende innanzitutto chi lo ha compiuto ma di fronte al quale dobbiamo alzare tutto lo sdegno. Esprimo vicinanza a chi è stato colpito da tale inqualificabile gesto e contemporaneamente stima e ringraziamento per l’imprenditore che ha scelto di acquistare una nuova carrozzella per l’interessato; anche per questo sono spinto ad attivarmi con maggiore forza e convinzione per trovare gli argini ad un fenomeno verso il quale non si può più abbassare la guardia e che non che va più trattato come il risultato di atti di bullismo ma come scellerati episodi di indefinibile insensatezza”.

Abruzzo

434 nuovi casi in Abruzzo di CoViD-19

Lo comunica la Regione

Avatar

Published

il

Sono complessivamente 9193 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 434 nuovi casi (di età compresa tra 7 mesi e 100 anni).  Dei nuovi casi, 120 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 70, di cui 24 in provincia dell’Aquila, 10 in provincia di Pescara, 4 in provincia di Chieti e 32 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra nuovi casi e sale a 534 (si tratta di una 87enne di Pescara e una 86enne di Chieti).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3630 dimessi/guariti (+12 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 5029 (+420 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 276881 test (+3980 rispetto a ieri).

306 pazienti (+22 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 26 (+4 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 4697 (+394 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 2487 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+154 rispetto a ieri), 1752 in provincia di Chieti (+44), 2603 in provincia di Pescara (+51), 2186 in provincia di Teramo (+170), 59 fuori regione (invariato) e 106 (+15) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Continua a leggere

Teramo

Archiviate le accuse contro i giudici Rosati e Veneziano

Avatar

Published

il

archiviate le accuse contro i giudici Rosati e Veneziano

TERAMO – Il GIP ha accolto la richiesta presentata dalla Procura di Campobasso e sono state Archiviate le accuse contro i giudici Rosati e Veneziano, del Tribunale di Teramo. I due magistrati, accusati di abuso d’ufficio dai coniugi De Ninis, sono stati oggetto solo di indagini preliminari e non sono stati rinviati a giudizio [a differenza di quanto abbiamo erroneamente scritto nell’articolo del 18 febbraio scorso].

Continua a leggere

Pescara

Pescara: psicosi da Covid, pronto soccorso in tilt

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

PESCARA – Pronto soccorso dell’Ospedale di Pescara in tilt. E’ questa la situazione attuale a causa delle numerose persone che, causa Covid, si rivolgono direttamente all’ospedale pescarese. Proprio per questo, il direttore del dipartimento urgenza emergenza, Alberto Albani, ha invitato i cittadini a rivolgersi alla struttura ospedaliera solo in caso di patologie gravi e non per tamponi o patologie banali. Per questi si può usufruire dei numeri a disposizione o dei medici di base.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini