fbpx
Connect with us

Abruzzo

I vini di Controguerra volano in Sardegna, tra Pecorino e Pecorini…

Pubblicato

il

CONTROGUERRA – La Sardegna incontra l’Abruzzo nell’iniziativa dal titolo: Identità Culturali – Pecorino e Pecorini. L’evento andrà in scena sabato 26 gennaio 2019 a Montegranatico, nel Comune di Mandas in Provincia di Cagliari. La proposta, a cura del Vicesindaco del Comune di Controguerra Fabrizio Di Bonaventura, è frutto di una serie di iniziative condivise che si svolgono da diversi anni tra il Comune di Controguerra e il Comune di Mandas. Origine di questi rapporti consolidati da diversi anni, risiede nel Protocollo d’intesa siglato nel 2012 tra i due Comuni durante la Festa del Vino di Controguerra. Attraverso questi progetti si intende proseguire queste relazioni fondate sul tema delle identità culturali che mettono in evidenza i tratti sociali, storici, tradizionali, enogastronomici e non solo, di questi due Comuni.

A tal proposito, l’Assessore del Comune di Controguerra e Docente della Fondazione Italiana Sommelier Fabrizio Di Bonaventura, per l’occasione ha ideato un’iniziativa denominata “Pecorino e Pecorini” dove le eccellenze Abruzzesi, insieme a quelle Sarde, avranno il ruolo principale. Durante l’iniziativa, oltre a parlare di cultura ed enogastronomia delle due Regioni, si effettuerà una degustazione di Vini Pecorini Abruzzesi in abbinamento con il Formaggio Pecorino Sardo.

Il programma prevede il saluti e l’introduzione del Sindaco di Mandas Marco Pisano, a seguire sarà Fabrizio Di Bonaventura a parlare di territorio. Ovviamente in “Pecorino e Pecorini” i protagonisti della serata saranno i vini Pecorini Abruzzesi in abbinamento ai Formaggi Pecorini Sardi. Le Aziende Vitivinicole della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo e del Comune di Controguerra, che partecipano all’evento sono: Biagi, Cantina Colonnella, Centorame, Il Feuduccio Santa Maria D’Orni, Illuminati, Lidia e Amato Viticoltori, Monti, Tenuta Torretta, Terzini, Torre dei Beati e Velenosi. Mentre i Caseifici Sardi che partecipano in abbinamento ai vini abruzzesi sono: Antonio Garau di Mandas, Maoddi di Nuragus e Sepi di Marrubiu.

Durante l’iniziativa il Sindaco di Mandas Marco Pisano, in merito alla rassegna Premio Città di Mandas, consegnerà il Premio “Mandarese dell’anno”.

“Un ringraziamento è assolutamente doveroso a Fondazione Italiana Sommelier Sardegna ed al suo Presidente Giulio Pani che ha contribuito a sostenere tale evento attraverso il supporto logistico. L’iniziativa sarà veicolo del territorio della Provincia di Teramo e della Regione Abruzzo, realtà che evidenziano sempre più quanto sia necessario in questo particolare periodo storico una stretta sinergia tra le Aziende del Settore e le Istituzioni per una rapida crescita del territorio. Di sicuro la ricerca e l’individuazione di strumenti strategici utili alla crescita d’interesse dei territori potrebbero sempre più favorire un aumento di turismo votato alla ricerca delle eccellenze, fattore comune a tutte le realtà del territorio nazionale” afferma il vicesindaco Di Bonaventura.

Abruzzo

L’aquilano Alessandro Palmerini candidato ai Nastro d’Argento 2021

Pubblicato

il

L’AQUILA – L’aquilano Alessandro Palmerini, in coppia con Alessandro Zanon, è candidato ai Nastri d’Argento 2021, edizione n. 75. Palmerini e Zanon sono infatti nella cinquina per il Miglior Suono con il film “I predatori” di Pietro Castellitto, giovane regista che con lo stesso film concorre al Nastro d’Argento come “Miglior Regista esordiente”, dopo aver vinto il David di Donatello 2021 per la stessa categoria. La cerimonia di premiazione dei Nastri d’Argento si terrà il 22 giugno presso il MAXXI di Roma.

http://www.nastridargento.it/wp-content/uploads/2021/05/NASTRI-2021_LE-CANDIDATURE_v2.pdf

Per il tecnico del suono aquilano è una grande soddisfazione l’essere candidato a questo prestigioso riconoscimento, il più antico premio cinematografico italiano, nato nel 1946 e assegnato dal Sindacato nazionale Giornalisti cinematografici. Alessandro Palmerini ha già vinto il Nastro d’Argento nel 2012, in coppia con Remo Ugolinelli, per il “Miglior Suono in presa diretta” del film “Diaz” di Daniele Vicari.

Vincitore di un David di Donatello, un Nastro d’Argento, due Ciak d’oro e un Premio AITS, nel 2019 Palmerini è stato ancora candidato al David con il film Capri Revolution di Mario Martone. Altre candidature per il Miglior Suono egli ha inoltre collezionato, nei vari premi cinematografici, quali quelle per i film La Tenerezza di Gianni AmelioSole cuore amore di Daniele VicariIo e te di Bernardo BertolucciL’ultima ruota del carro di Giovanni VeronesiLa giusta distanza di Carlo MazzacuratiLa prima neve e Io sono Li di Andrea SegreL’aria salata di Alessandro AngeliniAldo Moro il presidente e Maria Montessori di Gianluca Tavarelli

Oltre ai su menzionati Palmerini ha lavorato con importanti registi, tra i quali Nanni Moretti, Francesca Archibugi, Terry Gillian, Francesca Comencini, Carlo Verdone, Carlo Vanzina, Ricky Tognazzi, Giuseppe Piccioni, Kim Rossi Stuart. Attualmente il tecnico aquilano è impegnato nelle riprese del film “Le otto montagne”, ispirato all’omonimo romanzo di Paolo Cognetti vincitore del Premio Strega 2017. Il film è diretto da Felix van Groeningenregista belga candidato all’Oscar nel 2014 con Alabama Monroe, affiancato nella regia da Charlotte Vandermeersch, attrice e sceneggiatrice. Le riprese andranno avanti nel corso dell’estate tra le montagne della Valle d’Aosta, a Torino e poi in Nepal.

Amante della montagna, Palmerini ha partecipato, come film-maker, alle spedizioni alpinistiche abruzzesi organizzate dal Centro Documentazione Alti Appennini (Cdaa): nel 2002 sul Cho Oyu (Himalaya), con i suoi 8201 metri d’altezza la sesta vetta più alta del mondo, realizzando il docufilm Mondi Sospesi, presentato a diversi Festival cinematografici internazionali, e nel 2007 sul Broad Peak (Karakorum), 8047 metri, un altro picco dei 14 ottomila esistenti. Alessandro Palmerini è nato nel 1977 a L’Aquila, dove si è formato presso l’Accademia per le Arti e le Scienze dell’Immagine, concludendo il quinquennio di studi con una tesi sul Suono nel cinema. Vive a Roma, lavora in Italia e all’estero.

Continua a leggere

Abruzzo

“Frammenti di anfore…frammenti di storie!”: domenica si inaugura nuovo deposito archeologico di Giulianova

Pubblicato

il

GIULIANOVA – Dopo oltre un anno di lavori, nel pomeriggio di domenica 20 giugno, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, si aprono finalmente le porte del nuovo grande Deposito Archeologico di Giulianova negli spazi sotto piazza Belvedere, realizzato grazie alla collaborazione tra la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio e il Comune di Giulianova, con l’impegno degli assessorati Cultura e Lavori Pubblici, con il Polo Museale Civico e il Settore tecnico.  
In occasione dell’evento “Frammenti di anfore…frammenti di storie!”, in collaborazione con I musei civici, sarà quindi presentato ai visitatori un particolare tipo di manufatto archeologico, le anfore, che permetteranno di fare un viaggio alla scoperta di rotte commerciali e prodotti del mondo antico, potendo toccare e vedere da vicino frammenti di storia provenienti dal sottosuolo di Castrum Novum.

“Le Giornate Europee dell’Archeologia sono un’importante occasione per far conoscere il patrimonio locale spesso invisibile – dichiara Gilda Assenti, funzionario archeologo della Soprintendenza – in particolare quest’anno apriamo le porte del Deposito Archeologico, già presentato alla cittadinanza a settembre, ma ora finalmente portato a compimento. Grazie all’impegno del Comune, che ha realizzato fondamentali opere edili, e della Soprintendenza, che ha allestito il deposito e concluso la catalogazione del materiale, oggi abbiamo a Giulianova un luogo fondamentale di studio, conoscenza e tutela”.

I turni di visita si svolgeranno alle 16.30 e alle 17.45. La prenotazione è obbligatoria scrivendo alla mail museicivici@comune.giulianova.te.it o chiamando il numero 0858021308 (solo pomeriggio).

Dal 2010, il Ministero della Cultura in Francia affida a Inrap, l’Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva (Inrap), il coordinamento e la promozione delle Giornate europee dell’archeologia(GEA). In occasione delle GEA, tutti gli attori del mondo dell’archeologia si mettono all’opera per far scoprire al pubblico i tesori del patrimonio e i retroscena di questo settore. Operatori di scavi, organismi di ricerca, università, musei e siti archeologici, laboratori, associazioni, centri archivi e collettività territoriali sono invitati a organizzare attività innovative, originali e interattive, destinate al grande pubblico.

Continua a leggere

Abruzzo

Iniziati i lavori per la sistemazione dell’asfalto della panoramica di Tortoreto

Pubblicato

il

lavori in corso strade tangenziale

TERAMO – Fortemente dissestata a causa di una frana che risale al 2014 e che ha interessato anche l’area del viadotto del Salinello, sono iniziati a Tortoreto i lavori di sistemazione del piano stradale, circa 300 metri,  della provinciale 5/b, nota come la “panoramica”.

La strada corre parallela alla statale, costeggiando la collina, ed è molto utilizzata dai residenti che dal lido salgono al borgo collinare di Tortoreto. La frana del 2014 ha fortemente compromesso l’assetto viario e gli interventi di risanamento, con la realizzazione di palificate, sono stati condotti parallelamente a quelli della Società Autostrade. “I fondi utilizzati per i lavori sono quelli del bilancio dell’ente stanziati da questa amministrazione,  in quanto l’intervento non è mai stato inserito fra quelli che hanno beneficiato dei finanziamenti straordinari di protezione civile. Fino ad oggi percorribile con limitazione di velocità con il ripristino del manto stradale, la panoramica, con questo intervento torna ad essere fruibile in condizioni di sicurezza – sottolinea il consigliere delegato alla viabilità, Lanfranco Cardinale nella foto insieme al presidente Diego Di Bonaventura , al sindaco di Tortoreto, Domenico Piccioni  e al rappresentante dell’impresa Petrini che sta realizzando i lavori – con il nuovo bilancio destineremo altre risorse per sostituire il tappetino di asfalto anche negli altri tratti. I lavori termineranno la prossima settimana in un periodo dell’anno nel quale la statale è congestionata anche dal traffico turistico oltre che da quello locale e la panoramica diventa un’alternativa strategica contribuendo a decongestionare la viabilità”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€

Privacy Policy