fbpx
Connect with us

Abruzzo

Chieti, 98mila euro per il rifacimento di Corso Marrucino

Avatar

Published

il

Ristrutturazione del Corso Marrucino, rifacimento dei marciapiedi e lavori per la viabilità.

CHIETI − Arrivano 98mila euro per il rifacimento del secondo tratto di Corso Marrucino, quello che dalla fontana porta all’incrocio con via Arniense. I soldi non sono pubblici ma privati: li mette a disposizione la società Sirio, quella che sta realizzando il nuovo supermercato e le sette palazzine in via Masci e che proprio in cambio del nuovo intervento edilizio si è impegnata a realizzare opere pubbliche per 1.400.000 euro. 
L’accordo per la realizzazione del nuovo intervento edilizio è stato sottoscritto il 30 giugno del 2010. A firmarlo sono stati la società Sirio di Montesilvano (che fa capo alla Chiavaroli costruzioni), il Comune e l’Agenzia del demanio. Dopodiché sono passati diversi anni di inattività sino a quando l’11 dicembre del 2015 è stata sottoscritta la convenzione edilizia tra il Comune e la Sirio, poi integrata il 2 ottobre del 2017. Con la firma di questo accordo la Sirio ha promesso la realizzazione di «opere pubbliche extrastandars» per complessivi 1.400.000 euro. 
Il Comune ha deciso di impiegare la gran parte dei soldi per la disastrata viabilità teatina. Lunedì scorso la società di Montesilvano ha rimesso negli uffici comunali il progetto esecutivo per i lavori di rifacimento del secondo tratto di corso Marrucino, dove spiccano buche e dissesti anche tra i sampietrini. Il progetto esecutivo è stato già approvato dal Comune. Prevede, tra le altre cose, anche il rifacimento dei marciapiedi. Tutte opere che, però, dice l’assessore comunale ai lavori pubblici Raffaele Di Felice, non comporteranno l’interruzione della circolazione. Non è stata ancora resa nota la data di inizio dei lavori. 
Sempre con i fondi messi a disposizione dalla Sirio a fine gennaio il Comune aveva annunciato la partenza di importanti cantieri per la viabilità: in questo caso si trattava di 206mila euro che sarebbero dovuti servire per risistemare strade ormai impercorribili come via Carusi, chiusa al transito, a cui sono destinati 35mila euro, via Santarelli, per cui sono previsti 36mila euro, via San Camillo de Lellis, a cui devono andare 81mila euro, e il ponte di Madonna delle Piane, per cui ci sono 54mila euro. 

Pescara

Pescara: al via i test sierologici rapidi nelle farmacie, risultati in 20 minuti

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

PESCARA – Nella giornata di ieri è stato attivato il servizio dei test rapidi sierologici in quasi tutte le farmacie pescaresi. I test si terranno sotto prenotazione e sarà possibile ricevere la risposta dopo 20 minuti. In caso di positività, il risultato dovrà comunque essere confermato dal tampone effettuato dal personale sanitario della Asl. Questo solo sarà in grado di rivelare la reale positività al Covid-19. Per scolari e studenti, dalla materna all’università e le loro famiglie, i tal saranno gratuiti. Per gli altri cittadini e personale scolastico (docenti e Ata) senza figli a carico, il costo del test sarà di 16 euro.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: aziende del teramano e lavoratori in ‘nero’, scattano le denunce

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

guardia di finanza

TERAMO – Sei imprese commerciali dei Teramo sono state identificate dalla Guardia di Finanza di Nereto, per aver violato le disposizioni della normativa vigente in materia di contrasto alla propagazione del Covid-19. Tra queste, quattro aziende sarebbero nella Val Vibrata tra i comuni di Colonnella, Corropoli e Sant’Omero. Inoltre, 18 persone erano impiegate completamente in ‘nero’ e fra questi, un soggetto percepiva anche il Reddito di Cittadinanza, approfittando così della situazione per avere il duplice vantaggio di non pagare alcuna imposta sul reddito percepito in ‘nero’. Per lui è scattata immediatamente la segnalazione all’Inps.

Continua a leggere

Teramo

Teramo: fermati con 10 petardi senza marcatura in macchina, due persone denunciate

Maria Giulia Mecozzi

Published

il

TERAMO – A fronte di una serie di controlli effettuati dalla Polizia Stradale di Teramo-Distaccamento di Pineto, due persone a bordo di un’auto sono state fermate. All’interno della loro vettura sono stati rinvenuti, all’interno di uno zaino, dieci grandi petardi artigianali, senza classificazione e marcatura. Entrambe le persone non hanno saputo giustificarne il possesso. Durante la perquisizione domiciliare ne sono stati trovati altri dieci di identica fattura. Entrambi sono stati denunciati all’autorità giudiziaria, e ora su di loro grava l’accusa di reati di fabbricazione e commercio abusivo di materiale esplodente nonché di omessa denuncia e trasporto di materiale esplodente.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini

Privacy Policy